Doccia fredda per Davide Giugliano: 90 giorni di stop!

Doccia fredda per Davide Giugliano: 90 giorni di stop!

Il ducatista non deve operarsi, ma nella migliore delle ipotesi rientrerà ad Imola. Ducati a caccia di un sostituto

La visita medica con lo specialista non ha avuto gli esiti sperati per Davide Giugliano: il pilota della Ducati non dovrà sottoporsi ad un intervento chirurgico, ma le piccole fratture alle vertebre L1 ed L2 rimediate nella caduta di lunedì lo obbligheranno ad uno stop assoluto di ben 90 giorni.

Se inizialmente il pilota italiano sperava di dover saltare solamente il round inaugurale di Phillip Island, calendario alla mano ora è evidente che la sua assenza sulla 1199 Panigale ufficiale sarà decisamente più prolungata. Diciamo che per rivederlo in pista bisognerà aspettare almeno la tappa di Imola, fissata per il 10 maggio, ma anche qui i tempi forse sono ancora un po' stretti.

Sicuramente comunque si è trattato di una bella doccia gelata per Davide che, complice anche il nuovo regolamento favorevole alle bicilindriche, si presentava al via di questa stagione con grandi ambizioni. Per forza di cose però i suoi sogni di gloria dovranno già essere rimandati al 2016.

Ovviamente ora nel box Ducati prende anche quota l'ipotesi della sostituzione, inizialmente accantonata. Ormai appare difficile trovare un pilota da affiancare a Chaz Davies in Australia, ma poi ci sarà un mese per sceglierne uno in vista della Thailandia, senza dimenticare che in casa c'è già un collaudatore esperto come Luca Scassa.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Evento test a Phillip Island
Circuito Phillip Island Grand Prix Circuit
Piloti Davide Giugliano
Articolo di tipo Ultime notizie