Rea: "La pista? Un misto tra Monza, Assen e Losail!"

Il britannico ha rivelato di apprezzare molto la new entry Buriram e lo si è visto nelle prime libere

Rea:

C'era molta curiosità tra i piloti del Mondiale Superbike di conoscere la new entry nel calendario, il Chang International Circuit di Buriram. Se c'è uno che sembra aver apprezzato da subito le pieghe del tracciato thailandese, quello è sicuramente Jonathan Rea.

Il pilota della Kawasaki, arrivato a questo secondo round della stagione da leader iridato, ha subito messo tutto in fila nella prima sessione di prove libere, rifilando ben sette decimi alla moto gemella di Tom Sykes, che è stato il suo diretto inseguitore.

Il britannico, dunque, non ha avuto particolari problemi ad ammettere di aver gradito parecchio il tracciato: "La pista è davvero bella. In primis è sempre bello correre su un nuovo tracciato, inoltre si tratta di uno molto sicuro, in quanto le vie di fuga sono davvero ampie. La prima parte sembra una piccola Monza, con la prima curva che però ricorda quella di Assen, anche se in questo caso conduce su un lungo rettilineo. La parte guidata nel finale pare invece una piccola Losail. È un bel circuito, l’asfalto è molto liscio, fatta eccezione per la curva 1, che ha qualche avvallamento".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Jonathan Rea
Articolo di tipo Ultime notizie