Bilancio positivo per Andreozzi nel caldo di Sepang

Bilancio positivo per Andreozzi nel caldo di Sepang

Dopo un ottimo piazzamento a punti in gara 1, il portacolori del Team Pedercini è caduto nella seconda

Si sono disputate oggi sul circuito di Sepang in Malesia le due gare valide per il sesto round del Campionato Mondiale eni FIM Superbike. Le prove dei giorni precedenti sono state abbastanza difficili per Alessandro Andreozzi che ha sofferto di febbre e dolori allo stomaco. Le sue precarie condizioni fisiche, che per fortuna oggi sono decisamente migliorate, gli hanno impedito di conquistare una buona posizione sulla griglia di partenza delle gare odierne. Con il ventunesimo posto ottenuto nelle qualifiche, oggi Alessandro ha preso il via dalla settima fila. Su di una pista per lui completamente nuova ed essendo solo alla sua seconda esperienza nel Mondiale Superbike, Lanusse ha ottenuto la ventiduesima posizione in prova che ha significato una partenza dall’ottava fila. In gara uno entrambi i piloti del Team Pedercini Racing conquistavano la zona punti. Nonostante una condizione fisica non certo perfetta Andreozzi ha condotto una gara in rimonta, che lo ha portato a concludere al dodicesimo posto assoluto (sino ad ora questo è il suo miglior risultato stagionale), quarto dei piloti della classe EVO. Lanusse transitava nei primi giri in diciottesima posizione, per poi risalire la classifica sino alla quindicesima (settimo dei piloti della classe EVO) e conquistare così il suo primo punto nel Mondiale Superbike. Gara due veniva interrotta nel corso del quarto giro, a causa della rottura del motore della MV di Corti e veniva ripresa dopo alcuni minuti ed accorciata a 10 giri. Purtroppo questa seconda manche non era fortunata per i piloti del Team Pedercini Racing. Andreozzi nel corso del terzo giro perdeva aderenza alla ruota anteriore e scivolava nella via di fuga, mentre al sesto passaggio era Lanusse a cadere. Per fortuna nessuno dei due piloti riportava alcuna conseguenza fisica, ma le moto si danneggiavano e sia Andreozzi che Lanusse non potevano rientrare in gara. Una brutta conclusione per un weekend sino a quel punto positivo. Alessandro Andreozzi: "In gara uno la mia moto non era perfettamente a punto ed ho fatto fatica a reggere il passo dei piloti EVO più veloci. Il risultato è stato molto buono, ma forse avrei potuto fare meglio nella seconda manche se la mia moto non avesse improvvisamente perso aderenza all’anteriore facendomi cadere. Peccato perché stava funzionando meglio rispetto alla prima manche. Dobbiamo lavorare ancora sull’assetto perché non appena le gomme si consumano la moto diventa difficile da guidare. Nel complesso è stato un fine settimana positivo ed ora prepariamoci al meglio alla gara di casa di Misano". Romain Lanusse: "Nella prima gara ho conquistato il mio primo punto nel mondiale Superbike e la mia moto ha funzionato abbastanza bene. Nella seconda manche mi ero accorto che la mia Kawasaki funzionava meglio e quindi ho forzato un poco il mio ritmo per superare Morais. Purtroppo ho perso aderenza e sono caduto. Tutto considerato la seconda gara è stata migliore della prima, ma non certo per il risultato finale. Mi spiace per la mia squadra che ha lavorato molto bene e che ringrazio assieme al team Pedercini, che mi ha dato la possibilità di correre nel mondiale Superbike".
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Evento Sepang
Circuito Sepang International Circuit
Piloti Alessandro Andreozzi , Romain Lanusse
Articolo di tipo Ultime notizie