Assen, Superpole: Baz vola, ma lo aiuta la pioggia

Assen, Superpole: Baz vola, ma lo aiuta la pioggia

La pista si bagna subito dopo il tempo del francese della Kawasaki, che precede Guintoli e Sykes

Quando c'è odore di Superpole tutti si aspettano di vedere una Kawasaki in cima al gruppo. Anche quella di Assen non ha fatto eccezioni, anche se questa volta a festeggiare non è stato il "solito" Tom Sykes, ma il suo compagno di squadra Loris Baz. Il francese ha sfoderato un ottimo 1'34"357, con un T4 davvero strepitoso, ma è stato anche fortunato perchè la pioggia ha iniziato a cadere sul tracciato olandese proprio pochi istanti dopo che il portacolori della "Verdona" aveva tagliato il traguardo, impedendo al resto del gruppo di migliorarsi. E in quest'ottica merita un applauso Sylvain Guintoli, che con la sua Aprilia RSV4 ha trovato le prime gocce nella parte conclusiva della pista, ma questo non gli ha impedito di piazzarsi al secondo posto, anche se con un distacco di 488 millesimi dal poleman. La prima fila si completa poi con Tom Sykes, tradito anche lui dall'arrivo della pioggia, essendo stato l'ultimo dei big a scendere in pista per il secondo run. Chi invece ha tratto vantaggio dall'arrivo della pioggia è stato senza dubbio Marco Melandri, che si è arrampicato fino alla quarta posizione dopo essere dovuto passare dalla tagliola della Superpole 1. A dividere la seconda fila con il ravennate dell'Aprilia ci saranno la Honda di Jonathan Rea ed un deluso Davide Giugliano, che sperava di piazzare la sua Ducati in prima fila visto l'ottimo stato di forma mostrato nell'arco di tutte le sessioni di prove libere. Merita di essere sottolineata poi la performance di Niccolò Canepa, che è arrivato a piazzare al settimo posto la sua Ducati EVO, mettendosi dietro le due Suzuki ufficiali di Eugene Laverty ed Alex Lowes, che si andranno a schierare in terza fila con lui. Chiude la top ten l'Aprilia RSV4 di Toni Elias, seguita dalla Honda di Leon Haslam e dall'altra Ducati di Chaz Davies. Il britannico sembra proprio non riuscire a trovare il giusto feeling con la sua 1199 Panigale su questa pista, al punto che nella Superpole 1 ha dovuto usare subito la gomma da qualifica per evitare di farsi tagliare fuori dalla BMW EVO di Leon Camier. Per quanto riguarda poi gli altri italiani, Ayrton Badovini è stato eliminato in Superpole 1 con la sua Bimota BB3 e scatterà dalla 14esima piazza, giusto tre posizioni più avanti rispetto alla MV Agusta di Claudio Corti. In Superpole poi era presente anche Luca Scassa, 20esimo con la sua Kawasaki EVO, mentre Michel Fabrizio ed Alessandro Andreozzi non erano riusciti ad accedervi, venendo eliminati al termine delle prove libere.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Evento Assen
Circuito Assen
Piloti Loris Baz
Articolo di tipo Ultime notizie