Laverty: "I due ritiri rappresentano un disastro"

Il pilota della Suzuki si aspettava di fare bene ad Assen, ma lascia l'Olanda senza punti

Laverty:
Limitato dalla difficile performance nella Tissot-Superpole del sabato, ma anche da due pessime partenzae, Eugene Laverty ha avuto una giornata di gare da dimenticare ad Assen, terminando entrambe le corse del Mondiale Superbike nella ghiaia. Un doppio zero che rende in salita la stagione del pilota della Suzuki, ora distanziato di più di 60 punti da Tom Sykes. "Nonostante la partenza difficile, avevamo un buon passo in gara 1. Avevamo undici punti a portata di mano, quindi sono molto arrabbiato per il fatto di averli gettati al vento. In gara 2 il feeling con la moto era pessimo, soprattutto al posteriore e sentivo che sarebbe finita così. A tre giri dalla fine pensavo di avercela fatta, ma poi la moto ha fatto un 180° e sono finito per aria" ha detto Laverty. "Una giornata orribile, i due ritiri rappresentano un disastro. Questo era un tracciato sul quale sentivo di poter fare bene, viste anche le performance del venerdì e del sabato, quindi lasciare l'Olanda a secco di punti è una delusione" ha aggiunto.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Evento Assen
Circuito Assen
Piloti Eugene Laverty
Articolo di tipo Ultime notizie