Haslam: "Ci stiamo muovendo nella direzione giusta"

Il britannico dell'Aprilia è risalito a cavallo tra i due turni, mentre Torres lotta per l'accesso alla Superpole 2

Haslam:

Il primo weekend europeo del Mondiale Superbike è iniziato con tanto lavoro al box Aprilia Racing Team - Red Devils. Con due piloti all'esordio sulla RSV4 RF, anch'essa sostanzialmente rinnovata rispetto alla versione 2014, il venerdì al Motorland de Aragon ha visto i tecnici della squadra italiana impegnati in prove comparative alla ricerca delle migliori soluzioni per le gare di domenica.

Dopo una sessione mattutina che si può definire esplorativa, con Leon Haslam decimo alle spalle del compagno di team Jordi Torres, nelle FP2 del pomeriggio il pilota inglese ha compiuto fin dai primi giri un deciso passo in avanti, arrivando a migliorare la sua prestazione di quasi due secondi e balzando in quinta posizione. Haslam riconosce comunque un buon margine di miglioramento, ed è deciso a testare domani qualche soluzione marcatamente diversa proprio per esplorare il potenziale della RSV4 RF sul veloce e tecnico asfalto spagnolo. Gli obiettivi sono due: trovare velocità per un buon piazzamento in Superpole e lavorare al meglio sul passo in vista delle due gare.

Leon Haslam: "Questa mattina l'ho spesa per adattarmi, specialmente perché guido per la prima volta la RSV4 qui ad Aragon mentre molti miei avversari hanno già qualche test alle spalle su questo tracciato. I ragazzi hanno fatto un gran lavoro prima delle FP2, nelle quali sono riuscito a migliorarmi da subito di circa un secondo e mezzo. Ci stiamo muovendo nella giusta direzione, non siamo lontani ma dobbiamo migliorare ancora per poterci esprimere al meglio domani e soprattutto domenica".

Dopo aver dimostrato metodo e concentrazione nelle prime uscite targate Aprilia, il debuttante Jordi Torres è arrivato ad Aragon definendola un "esame" cruciale per valutare il proprio livello di competitività. A questo scopo Jordi ed il suo team nella prima sessione si sono concentrati sul raccogliere i riferimenti di moto e pista, lasciando al pomeriggio la ricerca del setup e delle migliori regolazioni sulla RSV4. Le tante prove effettuate se da un lato hanno impedito il "time attack", rappresentano la base di partenza per un miglior lavoro in ottica gara.

Jordi Torres: "Oggi è stata una di quelle giornate nelle quali c'è da lavorare molto, stiamo ancora cercando un miglior feeling con la moto specialmente in fase di staccata. Ho utilizzato la prima sessione per prendere i riferimenti alla pista e alla RSV4, mentre nel pomeriggio mi sono sentito decisamente più a mio agio. Abbiamo fatto tante prove, con esiti diversi, ora utilizzeremo i dati raccolti per impostare la strada da seguire domani e domenica".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Leon Haslam , Jordi Torres
Articolo di tipo Ultime notizie