Laverty: "Ora ho le giuste sensazioni sull'anteriore"

Le modifiche apportate all'Aprilia RSV4 sembrano essere congeniali all'irlandese e alla gomma da 17"

Laverty:
Ora che Max Biaggi non c'è più, si potrebbe anche dire che Eugene Laverty sia diventato il faro dell'Aprilia per quanto riguarda lo sviluppo della RSV4 per il Mondiale Superbike. Il pilota irlandese ha uno stile di guida molto differente rispetto a quello del campione del mondo in carica, quindi per lui adattarsi alle linee di sviluppo dettate dal pilota romano non deve essere stato facile nel 2012. Nei test andati in scena recentemente a Jerez de la Frontera, l'anteriore della quattro cilindri di Noale è stato però adattato maggiormente alla guida aggressiva dell'ex vince-campione del mondo della Supersport, che in un'intervista concessa a WorldSbk.com si è detto molto soddisfatto dei risultati raggiunti. "L'avvento delle gomme da 17'' ci ha costretto a riconsiderare alcune opzioni relative ai forcelloni. Ne abbiamo provati diversi e siamo riusciti a restringere il campo a due di questi. Da Magny-Cours in avanti siamo riusciti a fare un bel passo avanti nella ricerca del giusto feeling all'anteriore. L'ammortizzatore fa il suo dovere con forcelle di dimensioni e diametri differenti. Le regolazioni utilizzate recentemente sono molto diverse rispetto a quelle a cui Max era abituato, visto il suo stile di guida molto fluido. Questo è stato il maggior problema nella prima parte dell'anno e la causa delle mie numerose cadute, in quanto per via del mio stile aggressivo non trovato inizialmente il feeling giusto sul davanti" ha spiegato Laverty. "Dopo il lungo lavoro di Jerez posso dire di aver trovato le giuste sensazioni all'anteriore. I tempi fatti segnare sono importanti per rendere visibile il nostro potenziale e per far capire ad Aprilia il livello raggiungibile dalla moto. Spero di poter raccogliere l'eredità di Max e di poter vincere delle gare" ha aggiunto. Ma il pilota britannico non si è fermato qui, perchè ha voluto elogiare anche il lavoro svolto dai tecnici della Pirelli per lo sviluppo della nuova gomma da 17": secondo lui, infatti, non è cambiata solamente la misura, ma è anche migliorata la qualità degli pneumatici stessi. "Abbiamo fatto segnare buoni riferimenti cronometrici a Jerez e questo dà l'idea di quanto sia competitiva la Superbike e del lavoro fatto da Pirelli con le nuove gomme. Non è la dimensione di esse a far la differenza bensì la qualità costruttiva, migliorata notevolmente grazie allo sviluppo fatto da Pirelli. Questi sono dei veri e propri pneumatici da corsa, funzionano davvero in modo egregio" ha proseguito Eugene.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Eugene Laverty
Articolo di tipo Ultime notizie