WSBK
27 set
-
29 set
Evento concluso
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
Evento concluso

Ufficiale: Pirelli sarà fornitore unico in SBK fino al 2023

condividi
commenti
Ufficiale: Pirelli sarà fornitore unico in SBK fino al 2023
Di:
28 ott 2019, 11:06

Rinnovato l’accordo tra Pirelli ed il Mondiale Superbike, che continuerà ad avere il regime di monogomma fino al 2023, con alcune novità in vista della prossima stagione.

Al termine della stagione 2019 del Mondiale Superbike, arriva l’annuncio ufficiale della rinnovata fiducia tra Pirelli ed il Campionato delle derivate di serie. L’accordo si fornitura, che scadeva al termine del 2020, è stato prolungato e l’azienda di pneumatici italiana continuerà ad essere fornitore unico fino alla fine del 2023.

La collaborazione tra Pirelli ed il Mondiale Superbike è nata nel 2004 e ha rappresentato un momento importante della storia del motorsport, diventando il primo esempio di monogomma in un campionato di alto livello. Le derivate di serie hanno fatto da apripista, dando occasione ad altri campionati di entrare in regime di monogomma e la scelta, a distanza di quasi venti anni, si è rivelata vincente.

Questo perché negli anni di fornitura ha anche proseguito nello sviluppo, innovando la tecnologia: dal 2013 infatti Pirelli è passata dai 16,5 pollici ai 17” per poi andare ancora avanti e portare in pista le maggiorate 125/70 anteriore e 200/65 posteriore. Queste misure, a partire dalla prossima stagione saranno standard nel mondiale Superbike.

Gamma di pneumatici per Superbike, Supersport e Supersport 300

Per quanto riguarda la classe regina delle derivate di serie, gli pneumatici saranno tutti in misura 125/70 anteriore e 200/65 posteriore ed i piloti ne avranno un massimo di 11 anteriore e 13 posteriori per tutto il weekend di gara. Nel mondiale Supersport invece si effettuerà il passaggio da intagliato a slick e si potrà utilizzare una nuova misura posteriore, 190/60. I piloti disporranno di 8 anteriori e 9 posteriori per il fine settimana. La classe cadetta invece, che passerà a slick, non cambierà né misure né mescole, mantenendo 110/70 in mescola SC1 all’anteriore e 140/70 in mescola SC1 o SC2 (in base al circuito) al posteriore.

La grande novità in vista del prossimo anno è l’introduzione a tutti gli effetti della soluzione posteriore SCX, utilizzata quest’anno solo in Superbike nella prequalifica durante la Superpole. Potrà essere sfruttata anche dalle altre classi e verrà immessa sul mercato per i piloti professionisti e per gli amatori. Viene così raggiunto un altro obiettivo di Pirelli, che collabora con il mondiale Superbike per coinvolgere poi altri campionati nazionali e permette a tutti di usufruire delle nuove tecnologie che sta sviluppando nel corso degli anni.

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team, pneumatici Pirelli dopo la gara

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team, pneumatici Pirelli dopo la gara

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

Roberto Righi, Executive Vice President Commercial Replacement, Moto & Velo e Region Emea di Pirelli, ha commentato il rinnovo dell’accordo: “Il motorsport è storicamente parte importante del DNA della nostra azienda e quella tra Pirelli e il Campionato Mondiale FIM Superbike rappresenta senza alcun dubbio una delle collaborazioni di maggiore longevità e successo nella storia del motorsport. Questo rinnovo offre continuità alla nostra strategia aziendale che in questi anni ha permesso a Pirelli di affermarsi come punto di riferimento assoluto nel segmento dei pneumatici racing e supersportivi e non solo”.

“Con questo accordo Pirelli conferma anche la propria fiducia in Dorna, organizzatore e promotore del Campionato, con la certezza che insieme potremo continuare ad offrire e a far crescere un Mondiale di prim’ordine che incontrerà i favori di piloti, team e naturalmente delle case costruttrici di moto che, come Pirelli, continueranno a riconoscere nel Campionato un’ottima piattaforma per sviluppare e promuovere i propri prodotti”.

Marc Saurina, Executive Director, Commercial, Marketing e Media departments di Dorna WSBK Organization, ha affermato: “Avere Pirelli con noi fino al 2023 è una notizia fantastica per il Campionato, e l’aver raggiunto il traguardo importante di monogomma più longevo della storia dimostra davvero la solidità della nostra partnership, e il 2023 rappresenterà proprio la 20astagione di questa collaborazione di successo. Poter fornire a tutto il paddock WorldSBK pneumatici Pirelli, e continuare a sfruttare lo sviluppo Pirelli in termini di avanguardia della tecnologia dei pneumatici, è davvero qualcosa di cui io e tutti noi siamo molto felici, ci aspetta uno splendido futuro insieme.”

Pneumatici Pirelli

Pneumatici Pirelli

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

Giorgio Barbier, Direttore Attività Sportive della Business Unit Moto di Pirelli, ha dichiarato: “Seguo per Pirelli questo Campionato fin dall’inizio della nostra avventura in qualità di Fornitore Unico di Pneumatici per tutte le classi e sono naturalmente soddisfatto per questo rinnovo perché ci permetterà di continuare a lavorare per offrire ai piloti, così come a tutti i motociclisti del mondo, le prestazioni migliori che si possano trovare in pneumatici moto da competizione”.

“Già a partire dal prossimo anno, con il passaggio a pneumatici slick per tutte le classi, potremo vedere ulteriori significativi miglioramenti prestazionali. In particolare, la classe WorldSSP trarrà sicuramente vantaggio dai cambiamenti di profilo, mescole e struttura anteriore mentre la nuova misura posteriore in 190/60 porterà la classe ad avere le prestazioni delle superbike di qualche anno fa.Per quanto riguarda la WorldSSP300, l’utilizzo di pneumatici slick aiuterà a non innescare consumi nei turni mattutini storicamente più freddi grazie anche allo sviluppo di una mescola posteriore SC2 dedicata che verrà alternata a quella SC1”.

Articolo successivo
Bautista: “L’anno prossimo Ducati dovrà battere me”

Articolo precedente

Bautista: “L’anno prossimo Ducati dovrà battere me”

Articolo successivo

Honda Fireblade 2020: Stefan Bradl testa un prototipo con alette

Honda Fireblade 2020: Stefan Bradl testa un prototipo con alette
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie WSBK
Autore Lorenza D'Adderio