Test SBK Jerez, Giorno 1: grande debutto di Bautista sulla Ducati V4, subito dietro a Rea

condividi
commenti
Test SBK Jerez, Giorno 1: grande debutto di Bautista sulla Ducati V4, subito dietro a Rea
Di: Lorenza D'Adderio
26 nov 2018, 18:39

Rea è il più rapido nella prima giornata di test a Jerez, ma Bautista esordisce in grande e si porta subito alle sue spalle. Debuttano anche Melandri e Cortese in sella alla Yamaha del team GRT. In pista anche tre squadre Supersport.

Jonathan Rea, Kawasaki Racing
Jonathan Rea, Kawasaki Racing
Alvaro Bautista, Aruba.it Racing-Ducati SBK Team
Alvaro Bautista, Aruba.it Racing-Ducati SBK Team
Chaz Davies, Aruba.it Racing-Ducati SBK Team
Marco Melandri, GRT Yamaha WorldSBK Team
Marco Melandri, GRT Yamaha WorldSBK Team
Sandro Cortese, GRT Yamaha WorldSBK Team
Sandro Cortese, GRT Yamaha WorldSBK Team
Raffaele De Rosa, MV Agusta Reparto Corse by Vamag

Dopo i test di MotorLand Aragon, la Superbike è tornata in Spagna per la seconda tornata di prove, che si svolge sul tracciato andaluso di Jerez de la Frontera, tornato in calendario dopo un anno di assenza. Nonostante la pioggia caduta durante la notte, i piloti hanno girato con pista asciutta e sotto il sole. Tante le novità in questa seconda fase di test, che ha visto anche l’esordio di Alvaro Bautista in sella alla Panigale V4 R.

Nessuna sorpresa in prima posizione, è ancora Jonathan Rea che comanda la classifica dei tempi, non ufficiale anche in questa occasione. Ma lo spagnolo non si è fatto attendere e ha stupito tutti già dal primo giorno, chiudendo con il secondo crono e restando a soli 3 decimi dal Campione del mondo in carica. Rea ha completato 57 giri, il più rapido del quali in 1'39"657, mentre Bautista ha compiuto i suoi primi 65 giri in Superbike, chiudendo il migliore in 1'39"979.

È già battaglia tra Kawasaki e Ducati, che continuano a lavorare per arrivare all’inizio della stagione nella miglior forma possibile. Chaz Davies ha chiuso il primo giorno a Jerez con il terzo tempo, fermando il cronometro sull’1'40"202 ed accusando poco più di mezzo secondo di ritardo da Rea. Il veterano Ducati però continua ad andare cauto e ha concentrato il lavoro della giornata sulla ricerca del setting di base.

Leggi anche:

Tanto lavoro anche in casa Kawasaki, che con Leon Haslam ha completato 71 giri. Il britannico, tornato in Superbike dopo anni di assenza, è stato in pista per parecchio tempo in modo da adattarsi il più rapidamente possibile alla nuova moto. Nonostante una caduta senza conseguenze, ha chiuso la prima giornata a Jerez in quinta posizione con il crono di 1'40"390. Entrambi i piloti hanno lavorato molto sul nuovo motore, sulle sospensioni e sulle gomme. 

Yamaha sta cercando di ridurre il gap da Kawasaki e Ducati per poter essere ancora più competitiva nel 2019. In pista con Alex Lowes e Michael van der Mark, il team con base italiana ha proseguito il lavoro iniziato a MotorLand Aragon ma interrotto a causa della pioggia che ha fermato tutti nel secondo giorno. A Jerez, il britannico archivia la prima giornata con il quarto crono in 1'40"296 dopo 64 giri. È l’olandese che però ha completato più giri di tutti, ben 72, il più rapido dei quali in 1'41"572.

Il costruttore giapponese vanta altre due moto sulla griglia di partenza di quest’anno: il team GRT Yamaha, che passa in Superbike e lo fa con Marco Melandri e Sandro Cortese, ha esordito oggi in occasione dei test di Jerez. Il veterano torna in sella alla R1 per la prima volta dal 2011 ed in questa prima giornata ha accumulato 62 giri, chiudendo in sesta posizione con il tempo di 1'40"663. Insieme alla nuova squadra esordisce anche Sandro Cortese. Il Campione del mondo Supersport ha iniziato ad abituarsi alla massima categoria delle derivate di serie arrivando a chiudere 63 giri. Il suo miglior tempo, 1'41"972, lo porta in ottava posizione. 

Leggi anche:

In pista con i piloti Superbike, a Jerez abbiamo visto anche tre squadre Supersport: Raffaele De Rosa ha disputato la prima giornata di test con MV Agusta e ha chiuso con il nono tempo. 85 sono i giri che il napoletano ha completato ed il più veloce si è chiuso in 1'43"303. È così il primo dei piloti Supersport. Alle sue spalle troviamo i due piloti del team Kawasaki Puccetti, Hikari Okubo e Lucas Mahias, decimo ed undicesimo rispettivamente. Il giapponese ha fermato il cronometro sull’1:45.190 dopo 62 giri, mentre il francese ha chiuso 21 tornate ed il suo miglior crono è di 1'45"624. Ultimo di giornata Ayrton Badovini, che in sella alla Kawasaki del team Pedercini è sceso in pista per 14 giri ed il più rapido è stato in 1'47"820.

La Superbike torna in pista domani per la seconda ed ultima giornata di test a Jerez de la Frontera. Prima di rivedere i piloti in pista bisognerà aspettare il nuovo anno, quando a gennaio si tornerà nuovamente sul tracciato andaluso. 

 

Superbike, Test Jerez - Classifica generale del Giorno 1

   Posizione Pilota Moto Tempo/distacco
1 Jonathan Rea Kawasaki ZX-10RR 1'39”657
2 Alvaro Bautista Ducati Panigale V4 R +0"322
3 Chaz Davies Ducati Panigale V4 R +0"545
4 Alex Lowes Yamaha YZF-R1 +0"639
5 Leon Haslam Kawasaki ZX-10RR +0"733
6 Marco Melandri Yamaha YZF-R1 +1"006
7 Michael van der Mark Yamaha YZF-R1 +1"915
8 Sandro Cortese Yamaha YZF-R1 +2'315
9 Raffaele De Rosa MV Agusta 675 F3 +3"646
10 Hikari Okubo Kawasaki ZX-6R +5"533
11 Lucas Mahias Yamaha YZF-R6 +5"967
12 Ayrton Badovini Kawasaki ZX-10RR +8"196
Articolo successivo
Fotogallery: la prima giornata di test a Jerez de la Frontera della Superbike

Articolo precedente

Fotogallery: la prima giornata di test a Jerez de la Frontera della Superbike

Articolo successivo

Bautista: "Il carattere della Panigale V4 R è abbastanza simile a quello della Desmosedici"

Bautista: "Il carattere della Panigale V4 R è abbastanza simile a quello della Desmosedici"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie WSBK
Evento Test di novembre a Jerez
Sotto-evento Lunedì
Autore Lorenza D'Adderio