Test Phillip Island, Giorno 2: Bautista inarrestabile, ancora al comando con la Panigale V4

condividi
commenti
Test Phillip Island, Giorno 2: Bautista inarrestabile, ancora al comando con la Panigale V4
Di:
19 feb 2019, 08:54

Egemonia Ducati nei test in Australia, con il rookie che domina anche la seconda giornata e abbassa il miglior tempo. Stupisce BMW, con Sykes secondo. Quarto crono per Rea, a quattro decimi da Bautista. Ancora difficoltà per Davies, quattordicesimo.

Ancora Ducati, ancora Alvaro Bautista. Gli ultimi test pre-stagionali della Superbike si chiudono nel segno della nuova Panigale V4, guidata dal rookie spagnolo. L’adattamento alla nuova categoria sembra proseguire molto bene, tanto che ha abbassato ulteriormente il tempo della prima giornata. Quarto crono per il quattro volte Campione del Mondo, Jonathan Rea, rimasto a ben mezzo secondo dal leader.

Grande prova di forza di Alvaro Bautista, che ferma il cronometro sull’1:30.303 andando al comando anche nel secondo ed ultimo giorno di test. Lo spagnolo si candida come primo avversario del campione del mondo in carica, dominatore indiscusso dei test invernali. Lo spagnolo sul giro secco ha il miglior crono, anche se la simulazione gara non ha visto tempi record, soprattutto nella seconda metà. Ancora qualche difficoltà per Chaz Davies, che chiude la seconda giornata con il quattordicesimo tempo, a quasi un secondo e mezzo dal leader e compagno di squadra.

Continua a stupire BMW, che vola in seconda posizione grazie a Tom Sykes. Il britannico ha portato la S1000RR a poco più di due decimi da Bautista, a dimostrazione del grande potenziale, nonostante i meno giri completati durante l’inverno. Poco fuori dalla top ten l’altra BMW di Markus Reiterberger, che resta in dodicesima posizione ad un secondo dalla Ducati dominatrice.

Jonathan Rea conclude i test di Phillip Island con il quarto crono, accusando quattro decimi di ritardo dal rookie spagnolo. Il distacco sul passo gara si riduce ed il Campione in carica non sembra preoccupato dal margine di vantaggio che sembra avere Bautista. Il britannico resta anche alle spalle del compagno di squadra Leon Haslam, terzo. Quest’ultimo ha completato più giri di chiunque altro, ben 74, per continuare ad adattarsi alla nuova ZX-10RR e chiudendo a 365 millesimi dal ducatista.

Archivia i test con positività Marco Melandri, quinto con la R1 del team GRT. Incassa quasi mezzo secondo dal leader, ma è il primo dei piloti Yamaha. Il ravennate precede il vicino di box, Sandro Cortese, che resta in ottava posizione a 7 decimi dalla vetta. L’esordiente e campione in carica della Supersport si inserisce tra i due portacolori del team Pata Yamaha: Michael van der Mark è infatti settimo, mentre Alex Lowes è nono e protagonista di una caduta. I due comunque non sono lontani dalle posizioni di testa se si guarda al passo gara.

Stupisce ancora Torpak Razgatlioglu, ottimo sesto in sella alla Kawasaki del Team Puccetti. Il turco continua a crescere ed è il primo dei piloti indipendenti, chiudendo i test a poco più di mezzo secondo da Bautista. Bene anche Jordi Torres, che porta la ZX-10RR del Team Pedercini in top 10. Subito dietro troviamo Leandro ‘Tati’ Mercado, mentre per vedere le due Ducati dei team indipendenti dobbiamo scorrere fino alla sedicesima e diciassettesima posizione, dove si piazzano Eugene Laverty e Michael Ruben Rinaldi.

Fatica la Honda, che resta più attardata rispetto agli altri top team: Leon Camier è tredicesimo, mentre Ryuichi Kiyonari non va oltre il quindicesimo crono. Tanto lavoro in casa Honda, alla ricerca di un setup di base per il weekend di gara.

Chiudono il gruppo Alessandro Delbianco e la wild card Troy Herfoss, diciottesimo e diciannovesimo rispettivamente.

Si sono conclusi anche gli ultimi test della Superbike, tutto è pronto per iniziare: il semaforo si spegnerà proprio questo weekend a Phillip Island. Il tracciato australiano sarà infatti teatro del primo appuntamento stagionale.

Tempi seconda giornata di test a Phillip Island

Posizione

Pilota

Team

Moto

Tempo

Gap

1.

Alvaro Bautista

Aruba.it Racing - Ducati

Ducati Panigale V4R

1’30.303

 

2.

Tom Sykes

BMW Motorrad WorldSBK Team

BMW S1000 RR

1’30.539

+0.236

3.

Leon Haslam

Kawasaki Racing Team WorldSBK

Kawasaki ZX-10RR

1'30.668

+0.365

4.

Jonathan Rea

Kawasaki Racing Team WorldSBK

Kawasaki ZX-10RR

1'30.722

+0.419

5.

Marco Melandri

GRT Yamaha WorldSBK

Yamaha YZF-R1

1’30.760

+0.457

6.

Toprak Razgatlioglu

Turkish Puccetti Racing

Kawasaki ZX-10RR

1'30.840

+0.537

7.

Michael van der Mark

Pata Yamaha WorldSBK Team

Yamaha YZF-R1

1’30.911

+0.608

8.

Sandro Cortese

GRT Yamaha WorldSBK

Yamaha YZF-R1

1’31.077

+0.774

9.

Alex Lowes

Pata Yamaha WorldSBK Team

Yamaha YZF-R1

1’31.168

+0.865

10.

Jordi Torres

Team Pedercini Racing

Kawasaki ZX-10RR

1’31.224

+0.921

11.

Leandro Mercado

Orelac Racing VerdNatura

Kawasaki ZX-10RR

1’.31.328

+1.025

12.

Markus Reiterberger

BMW Motorrad WorldSBK Team

BMW S1000 RR

1’31.376

+1.073

13.

Leon Camier

Moriwaki Althea Honda Team

Honda CBR1000RR

1’31.443

+1.140

14.

Chaz Davies

Aruba.it Racing - Ducati

Ducati Panigale V4R

1’31.796

+1.493

15.

Ryuichi Kiyonari

Moriwaki Althea Honda Team

Honda CBR1000RR

1’31.860

+1.557

16.

Eugene Laverty

Team Goeleven

Ducati Panigale V4R

1’31.986

+1.683

17.

Michael Ruben Rinaldi

BARNI Racing Team

Ducati Panigale V4R

1’32.083

+1.780

18.

Alessandro Delbianco

Althea Mie Racing Team

BMW S1000 RR

1’32.979

+2.676

19.

Troy Herfoss

Penrite Honda Racing

Honda CBR1000RR

1’33.130

+2.827

Articolo successivo
Delbianco, miglioramenti e caduta: "Ottimi passi avanti, peccato per la scivolata, ma abbiamo margine per crescere"

Articolo precedente

Delbianco, miglioramenti e caduta: "Ottimi passi avanti, peccato per la scivolata, ma abbiamo margine per crescere"

Articolo successivo

Rinaldi chiude i test di Phillip Island con fiducia: "Continueremo a lavorare anche nel weekend di gara"

Rinaldi chiude i test di Phillip Island con fiducia: "Continueremo a lavorare anche nel weekend di gara"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie WSBK
Evento Test di febbraio a Philip Island
Autore Lorenza D'Adderio
Be first to get
breaking news