Tegola BMW: Folger unfit, Assen si chiude in anticipo

Jonas Folger è caduto in Gara 1 costringendo all'esposizione della bandiera rossa. Trasportato al centro medico prima e all'ospedale poi, è stato dichiarato unfit per le restanti gare del round di Assen. BMW così perde anche il secondo dei piloti indipendenti.

Tegola BMW: Folger unfit, Assen si chiude in anticipo

Gara 1 ad Assen ha vissuto attimi di paura a due giri dal termine, quando subito dopo la caduta di Jonas Folger è stata esposta la bandiera rossa. La prima manche del weekend dunque è andata in archivio in anticipo lasciando tutti col fiato sospeso per qualche minuto. Ma con un po’ di anticipo finisce anche il fine settimana del pilota tedesco, che è stato dichiarato unfit per le due gare di domenica.

Caduto tra la Curva 6 e la Curva 7, il pilota BMW è rimasto a terra ed è stato immediatamente soccorso dai commissari. Dopo primi momenti di paura, è stato reso noto che Folger è sempre rimasto cosciente e che è stato portato al centro medico per un check-up. L’intero paddock ha dunque tirato un sospiro di sollievo, tuttavia non sono state fornite ulteriori informazioni sul suo stato di salute e il tedesco non sarà presente in griglia né in Superpole Race né in Gara 2.

Per ulteriori accertamenti infatti, è stato deciso di trasportare Jonas Folger all’ospedale di Assen. Brutta tegola per il pilota, che stava andando piuttosto bene in Gara 1. Il tedesco è caduto quando occupava l’ottava posizione ed era il migliore dei piloti BMW. Doccia fredda anche per la Casa tedesca, che in questo modo perde entrambi i piloti indipendenti in questo fine settimana olandese. Alla vigilia del round di Assen, il team RC Squadra Corse aveva annunciato il forfait per riorganizzazione interna del team e non ha reso nota una data di rientro. Dunque Eugene Laverty è stato costretto a restare fermo e anche Folger sarà spettatore delle restanti gare del weekend.

condividi
commenti
Rea, leader con record: “13 vittorie ad Assen, mi sento vecchio!”

Articolo precedente

Rea, leader con record: “13 vittorie ad Assen, mi sento vecchio!”

Articolo successivo

Camier: "Honda progredirà, il progetto SBK prosegue"

Camier: "Honda progredirà, il progetto SBK prosegue"
Carica i commenti