Giugliano ha due piccole fratture alle vertebre L1 e L2

Giugliano ha due piccole fratture alle vertebre L1 e L2

La gara di Phillip Island è a rischio per il ducatista: domani vedrà uno specialista per stabilire i tempi di recupero

L’Aruba.it Racing – Ducati Superbike Team ha completato il primo dei due giorni di test che si disputano sul circuito australiano di Phillip Island. Davies si migliora, una brutta caduta di Giugliano rischia di compromettere il suo weekend di gara. 

In condizioni calde ed asciutte (temperatura d’aria 24°C, asfalto 37°C), i piloti ufficiali Chaz Davies e Davide Giugliano hanno proseguito il programma di lavoro ‘invernale’, continuando a lavorare sull’assetto delle loro Ducati Panigale R per adattarlo alla pista australiana. Nella prima sessione della mattina Giugliano e Davies hanno terminato rispettivamente al terzo e settimo posto con un tempo di 1’31.948 per il pilota romano e 1’32.512 per il pilota gallese.

Durante la prima uscita della seconda sessione, Giugliano è stato purtroppo vittima di un highside all’uscita della curva 10. Nella caduta ha accusato un forte colpo alla zona lombare della schiena ed i dottori del centro medico hanno preferito trasferirlo all’Alfred Hospital di Melbourne per effettuare una TAC di controllo. Purtroppo la TAC ha rivelato due piccole fratture alle vertebre L1 e L2 non gravi ma che rischiano di compromettere la prima gara del campionato di Davide. Uno specialista dell’Alfred Hospital di Melburne vedrà Giugliano domani per emettere la diagnosi ufficiale e determinare il tempo necessario per il recupero.

Giugliano e Davies hanno completato rispettivamente 30 e 50 giri durante le prime quattro ore a loro disposizione. Giugliano, avendo perso quasi tutta la sessione pomeridiana causa la caduta, ha chiuso comunque la prima giornata in sesta posizione (1’31.948), mentre Davies ha migliorato la prestazione della mattina con un tempo veloce di 1’32.114 che lo ha posizionato in settima posizione.

L’Aruba.it Racing – Ducati Superbike Team sarà di nuovo in pista domani con Chaz Davies nella giornata che concluderà questi test ufficiali.

Dichiarazioni a fine giornata:

Davide Giugliano (Aruba.it Racing - Ducati Superbike Team #34)
Sono molto dispiaciuto della caduta del pomeriggio perché le cose stavano andando bene. Avevo un buon feeling con la moto dopo la prima sessione e riuscivo ad essere costantemente veloce. E’ stato purtroppo un brutto colpo e la TAC di questa sera ha purtroppo rilevato due piccole fratture, sono molto preoccupato che questa caduta possa compromettere il mio primo weekend di gara del 2015”.

Chaz Davies – (Aruba.it Racing - Ducati Superbike Team #7)
Le cose stanno andando nella giusta direzione. Abbiamo introdotto un nuovo componente, un forcellone leggermente diverso, e quindi ci siamo concentrati sull’assetto della moto con questo nuovo componente. Non abbiamo puntato sul tempo veloce, ma il lavoro di oggi è stato orientato alla messa a punto in ottica distanza gara. Abbiamo cominciato a fare progressi verso fine sessione ma c’è ancora da fare. Domani continueremo a lavorare sulla ciclistica per migliorare la durata della gomma posteriore che qui a Phillip Island è sempre critica. Una volta sistemate alcune cose faremo un long-run per capire meglio a che punto siamo…”.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Evento test a Phillip Island
Circuito Phillip Island Grand Prix Circuit
Piloti Chaz Davies , Davide Giugliano
Articolo di tipo Ultime notizie