Top Ten per Haslam nonostante i problemi

Top Ten per Haslam nonostante i problemi

Solo 3 giri per Leon nelle Libere 1, nel pomeriggio invece ha migliorato. Torres con il nono crono delle Libere 2

Le prime due sessioni di libere nel weekend portoghese hanno visto entrambe le Aprilia RSV4 RF nella Top Ten nelle libere di Portimao. Per i piloti Aprilia Racing - Red Devils si tratta di un primo step che dovrà essere migliorato nelle decisive prove del sabato.

Leon Haslam, ancora alle prese con i postumi della caduta di Imola, è incappato in un problema tecnico nelle FP1 che ha rallentato il suo lavoro. Nelle FP2 il coriaceo inglese ha quindi messo in pista il massimo impegno per recuperare il tempo perduto, attuando sostanziose modifiche al setup della sua RSV4 RF e chiudendo la classifica combinata all’ottavo posto. Una posizione che, alla luce di quanto accaduto, infonde fiducia in Leon e nel suo team.

Gli obiettivi per domani saranno fondamentalmente due: percorrere il maggior numero di giri possibile, per analizzare il comportamento della Aprilia sulla distanza di gara, e continuare in Clinica Mobile i trattamenti per tenere sotto controllo il dolore alle costole. Questo per presentarsi nelle migliori condizioni alle gare di domenica.

Leon Haslam: “Non è stata una giornata facile per noi, abbiamo perso le FP1 quindi credo di essere il pilota che ha migliorato di più tra le due sessioni! Abbiamo molto lavoro da fare, su questo circuito è importante girare molto per prendere il ritmo. Cercheremo di farlo domani, anche le costole mi hanno dato qualche fastidio, sono partito senza usare medicinali ma poi con l’aiuto della Clinica Mobile ho lavorato per tenere sotto controllo il dolore. Devo dire che, pur avendo girato meno degli altri le sensazioni sono state incoraggianti, ci aspetta un sabato altrettanto impegnativo”.

Il debuttante Jordi Torres ha dovuto fare i conti con una delle piste più belle ma altrettanto impegnative del campionato. Portimão, su cui Jordi ha avuto occasione di girare solo per un pomeriggio nei test pre-stagionali, presenta molte curve cieche che richiedono la massima fiducia per essere affrontate al meglio. Il percorso di oggi è stato positivo, con il nono tempo finale, per cui Torres e il team avranno modo di lavorare serenamente preparandosi ad uno step ulteriore domani. Sono indicativi a questo proposito due dati: il miglioramento di circa 5 decimi tra le due sessioni, ed il “tempo ideale” (formato dai migliori settori) che è 317 millesimi sotto la migliore prestazione ottenuta dallo spagnolo.

Jordi Torres:Nonostante avessi fatto qualche giro qui durante i test, è una pista difficile da imparare se vuoi andare davvero forte. Ci sono tante curve senza visuale, devi conoscerle bene per affrontarle nel modo giusto. Stiamo crescendo, non riusciamo ancora a far girare bene la RSV4 nelle curve più strette quindi dobbiamo ancora lavorare sul setup. Sono contento della top 10, per me è una buona posizione, ora devo guadagnare fiducia perché in questo campionato nessuno chiude il gas!”.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Evento Portimao
Circuito Algarve Motor Park
Piloti Leon Haslam , Jordi Torres
Articolo di tipo Ultime notizie