Seconda e terza fila per Aprilia a Portimao

condividi
commenti
Seconda e terza fila per Aprilia a Portimao
Redazione
Di: Redazione
06 giu 2015, 18:50

Quinto tempo assoluto per Leon Haslam, mentre Jordi Torres non ha fatto meglio dell'ottavo posto

Il sabato della World Superbike a Portimao ha visto i piloti Aprilia Racing – Red Devils in grande crescita, con Haslam capace di segnare il miglior tempo nelle FP4 che hanno preceduto la Superpole.

Il pilota inglese si è presentato quindi alla sessione decisiva in grande spolvero, sensazione confermata dal miglior tempo fatto segnare nelle prime fasi, con gomma da gara. Purtroppo una indecisione nel primo settore ha pregiudicato la sua prestazione nel giro veloce, quello in cui si sfrutta una gomma posteriore dalla mescola morbida dedicata alla Superpole. Nonostante un buon ritmo nei restanti settori, Leon si è dovuto alla fine accontentare di un quinto tempo che non gli rende merito e che lo farà scattare domani dalla casella centrale della seconda fila.

Leon Haslam: “Purtroppo ho commesso un errore nel primo settore con la gomma da qualifica, sono stato più lento che con la gomma da gara e questo ha pregiudicato il mio giro veloce, nonostante negli altri settori il passo sia stato buono. Sono dispiaciuto ma al contempo sono fiducioso essendo stato il più veloce con la gomma da gara sia in Superpole che nelle ultime prove. Dobbiamo ancora lavorare su qualche dettaglio del setup per migliorare sulla distanza di gara, ma il nostro passo è comunque buono. Oggi non ho utilizzato molti antidolorifici e la mia situazione fisica non dovrebbe rappresentare un problema in gara domani”.

Jordi Torres è ancora alle prese con le difficoltà tipiche della stagione di debutto. Anche lo spagnolo, quinto in campionato e miglior “rookie” della stagione, si era dimostrato veloce nelle due sessioni di prova inserendosi nel gruppo di testa. La sua netta crescita rispetto a ieri è merito del grande lavoro svolto assieme al suo team, che ha portato la Aprilia RSV4 RF a migliorare nei settori più critici quali la frenata e l’inserimento in curva. Ma la gomma “specialistica” da Superpole ha complicato le cose: Jordi fatica ancora a sfruttarne l’elevato grip, perdendo confidenza e decimi preziosi. Da qui la nona posizione in griglia che significa terza fila, punto di partenza per due gare in rimonta.

Jordi Torres: “Oggi in generale è andata bene. Ieri eravamo in top-10, oggi nella top-5, abbiamo migliorato molto la RSV4 RF nei settori in cui avevo più difficoltà. Siamo stati veloci sul ritmo, però ci manca ancora qualcosa rispetto ai migliori. La pecca di oggi è stata la Superpole, la gomma morbida mi mette ancora in crisi perché cambiano molto le reazioni della moto. Non sono ancora così veloce nel cambiare stile e interpretarla al meglio, ha ovviamente più grip e questo esige una guida diversa. Ma abbiamo il ritmo per stare nei primi 5, anche se partire dalla terza fila non ci renderà le cose facili”.

Prossimo articolo WSBK
Davies: "Abbiamo lavorato nella direzione giusta"

Previous article

Davies: "Abbiamo lavorato nella direzione giusta"

Next article

Giugliano: "Le temperature saranno fondamentali"

Giugliano: "Le temperature saranno fondamentali"

Su questo articolo

Serie WSBK
Evento Portimao
Location Algarve International Circuit
Piloti Leon Haslam , Jordi Torres
Autore Redazione
Tipo di articolo Ultime notizie