Troy Bayliss rallentato da un problema tecnico

Troy Bayliss rallentato da un problema tecnico

L'australiano ha compiuto solo 19 giri nelle prime due sessioni di libere. Ottavo posto assoluto per Davies

Il campionato Superbike 2015 si è aperto ufficialmente oggi sul circuito australiano di Phillip Island, con le prime sessioni di prove cronometrate di questo primo round. Chaz Davies, pilota ufficiale dell’Aruba.it Racing – Ducati Superbike Team, ha compiuto buoni progressi durante i due turni, mentre Troy Bayliss, che in questo weekend sostituisce l’infortunato Davide Giugliano, ha purtroppo perso quasi tutta la sessione della mattina, cominciando solo oggi pomeriggio il vero lavoro di messa punto della sua Ducati Panigale R. 

Durante la prima sessione di prove cronometrate, svoltasi in condizioni calde (temperatura dell’aria 22°C, asfalto 29°C), Chaz Davies ha lavorato in modo metodico con i suoi tecnici. Girando con un ritmo costante ha concluso queste prime prove in settima posizione, con il miglior tempo di 1’31.748. Un problema tecnico per Bayliss, che si è rivelato subito dopo la sua prima uscita, gli ha purtroppo impedito di tornare in pista. Il pilota australiano ha quindi chiuso in 18sima posizione, avendo completato solo tre giri ad inizio sessione.

Durante le prove cronometrate del pomeriggio su di un tracciato molto più caldo (asfalto 51°C), tutti i piloti Superbike hanno faticato a migliore i tempi che avevano fatto registrare in mattinata. Senza problemi particolari, Chaz ha continuato il lavoro di messa a punto e, anche se non ha migliorato il suo tempo, ha completato numerosi giri e si è detto soddisfatto delle prestazioni della sua Panigale R. Il pilota gallese ha chiuso la sessione all’ottavo posto. Grazie al duro lavoro dei suoi tecnici, Bayliss ha potuto tornare in pista per la seconda sessione, sfruttando i 45 minuti a sua disposizione per iniziare il lavoro di messa a punto che non aveva avuto l’opportunità di fare questa mattina. Facendo dei piccoli cambiamenti durante il corso della sessione, l’australiano è stato in grado di abbassare gradualmente i suoi tempi, chiudendo questo primo giorno con un miglior giro in 1’33.490.

Dichiarazioni dopo le sessioni di oggi:

Chaz Davies (Aruba.it Racing - Ducati Superbike Team #7) – 8° (1’31.748)
Non è andata male oggi. Penso che abbiamo migliorato per quanto riguarda il ‘set-up di gara’ e continuiamo ad effettuare piccoli ma costanti miglioramenti come abbiamo fatto durante i test di inizio settimana. La moto non curva in modo efficace in un paio di curve strette, ma per il resto mi sembra sia molto stabile. Dobbiamo lavorare anche sul grip nell’ultima curva, che oggi non è stato lo stesso che avevo durante i test. Abbiamo ancora tempo domani, quindi per ora diciamo che le cose stanno andando come previsto”.

Troy Bayliss - (Aruba.it Racing - Ducati Superbike Team #21) – 18° (1’33.490)
Penso di aver completato solo 19 giri in tutto quest’oggi. Abbiamo perso tutta la sessione della mattina a causa di un problema tecnico ed è stato un vero peccato. Oggi pomeriggio abbiamo potuto compiere dei progressi ed ho cominciato a sentirmi più a mio agio sulla moto. Non ho ancora la necessaria fiducia con il posteriore al massimo della piega e la moto tende a scivolare, ma sono sicuro che è una cosa che potremo risolvere domani. C’è ancora molto lavoro da fare ovviamente, ma pian piano stiamo arrivando. La cosa importante è che mi sto divertendo molto a guidare la Panigale R e, tutto sommato, sono felice visto che oggi sono potuto restare poco in pista”.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Evento Phillip Island
Circuito Phillip Island Grand Prix Circuit
Piloti Troy Bayliss , Chaz Davies
Articolo di tipo Ultime notizie