Rea: "Mi ha tradito la gomma posteriore in Gara 2"

Rea: "Mi ha tradito la gomma posteriore in Gara 2"

Johnny ha rischiato di cadere dopo poche curve dal via ed è stato costretto a fare una rimonta strepitosa

Jonathan Rea riesce a limitare i danni anche quando non vince. Questo 2015 sembra essere l'anno di consacrazione dell'ex pilota Honda e in questa tappa di Donington Park i due secondi posto artigliati al termine delle due gare testimoniano la maturità di un pilota troppo sottovalutato in precedenza. 

Johnny è stato molto sfortunato in partenza, perdendo aderenza dopo poche curve dovendo chiudere il gas per non finire a terra. Questa decisione lo ha portato a perdere parecchie posizioni e anche la possibilità di lottare anche in Gara 2 con il compagno di squadra Tom Sykes, autentico mattatore di questo fine settimana inglese. Rea ha comunque dato vita a una rimonta entusiasmante, culminata con il sorpasso ai danni di uno stoico Leon Haslam a pochi giri dal termine. 

Per il leader della classifica si tratta del quarto secondo posto della stagione su dodici gare. Gli altri risultati sono facili da ricordare: tutto il resto sono vittorie. 

"Purtroppo ho dovuto denotare il comportamento anomalo della mia gomma posteriore, che è stato completamente differente dal mattino. Non avevo grip, mi sembrava di guidare sul ghiaccio nei primi giri. Ho fatto qualche giro abbastanza guardingo, perché ho rischiato più volte di cadere, poi la situazione è notevolmente migliorata e sono tornato a spingere riuscendo a recuperare fino al secondo posto. Un buon risultato per noi". 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Evento Donington Park
Circuito Donington Park
Piloti Jonathan Rea
Articolo di tipo Ultime notizie