Donington, Libere 3: secondo squillo di Tom Sykes

Donington, Libere 3: secondo squillo di Tom Sykes

Il britannico ancora davanti a tutti. Giugliano a terra mentre stava siglando il miglior tempo a poco dalla fine

Tom Sykes sembra proprio aver trovato il cosiddetto bandolo della matassa e anche nelle Libere 3 del sesto appuntamento del Mondiale Superbike 2015 - che si corre a Donington Park - ha fatto segnare il miglior tempo assoluto dopo un altro bel duello con la Ducati Panigale R del nostro Davide Giugliano

Il pilota britannico della Kawasaki appare davvero un altro sul circuito di casa. Le sofferenze di inizio stagione, dovute anche alla definitiva consacrazione del nuovo compagno di squadra Jonathan Rea, sembrano ormai alle spalle e Sykes lo ha dimostrato anche nel terzo turno di prove libere, quello che ha definito chi prenderà parte alla Superpole 1 e chi invece accederà direttamente alla Superpole 2.

1'28"172 il crono di Thomas, che ha messo alle proprie spalle per la seconda volta consecutiva nella giornata odierna Davide Giugliano. Il pilota che difende i colori di Borgo Panigale ha dato battaglia per tutto il turno, issandosi subito davanti a tutti nelle prime battute, ma non riuscendo a ripetersi a causa di una caduta proprio nel giro in cui sembrava poter battere il crono di Sykes. Davide è infatti caduto a poche centinaia di metri dopo il traguardo, mentre era sotto il tempo del pilota inglese.

Terzo tempo per un Jonathan Rea sempre più insidioso. Il leader della classifica mondiale riservata ai piloti è in costante miglioramento dalla prima sessione di libere di questa mattina e ha finalmente avvicinato le prestazioni del compagno di squadra, partito forte sulla pista di casa. Rea rilancia così le sue ambizioni di pole position, anche se il distacco da Sykes è superiore ai tre decimi per la scelta di non utilizzare una gomma nuova nel momento della ricerca del tempo. 

Zampata finale di un redivivo Leon Haslam. Il pilota di casa è riuscito a compiere un giro notevole negli ultimi minuti disponibili ed è riuscito a entrare direttamente nella Superpole 2. Prima di far segnare il crono decisivo, l'ex pilota della BMW sembrava in palese difficoltà, non riuscendo a migliorare il tempo del pomeriggio e rischiando di finire fuori dai primi dieci. Chaz Davies ha portato la sua Ducati Panigale numero 7 al quinto posto assoluto, a 370 millesimi di secondo dalla vetta. Sesto posto per il quinto pilota britannico nelle prime sei posizioni, Alex Lowes, che ha confermato ad alto livello la sua Suzuki GSX-R1000 anche nelle Libere 3.

Ha rischiato di uscire dala Top Ten anche Ayrton Badovini, dopo aver ben impressionato nelle Libere 1 e 2. Il pilota del team Motorrad BMW risulta spesso molto rapido nei primi due settori della pista, per poi perdere decimi preziosi nella seconda parte. Nel giro conclusivo, invece, è riuscito a risalire e a issarsi al settimo posto, pochi secondi davanti all'eccellente Michael van der Mark. L'olandese non ha mai impressionato nell'arco della giornata, ma, nel momento più importante di oggi, ha trovato un giro buono per portare la sua Honda CBR1000 del team Pata nella Superpole 2.

Ancora una bella soddisfazione per Leon Camier, nono alla fine, che quindi potrà evitare di lottare nella Superpole 1 di domani e giocarsi le prime dodici posizioni con i migliori della classe. Felicità anche ai box del team Althea, con Matteo Baiocco che ha chiuso la Top Ten con la sua Ducati Panigale R. E' andata peggio a Jordi Torres, il campione del mondo in carica Sylvain Guintoli e David Salom, che saranno costretti a scendere in pista sin dal primo dei due turni di Qualifiche.  

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Evento Donington Park
Circuito Donington Park
Piloti Tom Sykes , Jonathan Rea , Davide Giugliano
Articolo di tipo Ultime notizie