Dall'Igna: "La riorganizzazione gioverà al team"

L'ingegnere Ducati è intervenuto alla presentazione del team Superbike ad Arezzo di questa mattina

Dall'Igna:

Luigi Dall'Igna era presente questa mattina alla presentazione del team ufficiale Ducati Superbike, che ha trovato in Aruba.it un prezioso alleato e partner per le prossime tre stagioni sportive nel campionato in cui corrono le moto derivate dalla serie. 

Dall’Igna ha così commentato i cambiamenti avvenuti di recente nel Reparto Corse di Borgo Panigale, che dovrebbero portare giovamento anche alla sezione Superbike della casa bolognese: “Le nuove norme introdotte per la stagione 2015 portano le Superbike a un livello di preparazione più vicino alle moto di serie, introducendo anche un “price cap” per alcuni particolari tecnici. Credo che sia la strada giusta da seguire per tenere i costi sotto controllo, livellare i valori in campo e migliorare lo spettacolo. Recentemente abbiamo anche riorganizzato la struttura tecnica di Ducati Corse in modo da poter sfruttare appieno le sinergie fra tutti gli ingegneri che lavorano in reparto a Borgo Panigale e quelli in pista, e sicuramente sarà un beneficio per il programma Superbike. Abbiamo inoltre esteso alla Superbike la nostra partnership con Akrapovič, con cui collaboriamo in MotoGP già dallo scorso anno, ed abbiamo sviluppato insieme un nuovo impianto di scarico che ha già dato degli ottimi risultati nei test invernali. Il nostro obiettivo per il 2015, condiviso con il nostro nuovo partner Aruba, a questo punto può essere uno solo: tornare a vincere e ad essere protagonisti del campionato in questa stagione”.

Paolo Ciabatti (Direttore Sportivo di Ducati Corse) e Ernesto Marinelli (Direttore Progetto Superbike Ducati Corse) hanno poi parlato in dettaglio dell’attività sportiva e della evoluzione tecnica della nuova Panigale R.

Paolo Ciabatti ha dichiarato: “Dopo un 2013 molto difficile, lo scorso anno siamo tornati ad impegnarci in Superbike in modo diretto. Abbiamo ripreso la collaborazione con Feel Racing, struttura tecnica e logistica storicamente legata a Ducati, e già nel corso della stagione abbiamo ottenuto dei risultati incoraggianti, con sei podi e due pole position. Quest’anno abbiamo raggiunto un importante accordo con Aruba, azienda che è diventata anche nostro partner nella gestione del team, e ovviamente le nostre ambizioni sono più alte, perché vogliamo portare la Panigale a lottare per il campionato. Insieme ad Aruba abbiamo anche condiviso la scelta di dare continuità all’organizzazione della squadra e siamo molto soddisfatti di poter continuare a lavorare con Feel Racing e di avere con noi gli stessi piloti, Chaz Davies e Davide Giugliano, perché riteniamo che entrambi abbiano il talento per poter puntare sempre al podio, in ogni gara”.

Ernesto Marinelli:La Panigale R Superbike 2015 è una versione evoluta rispetto a quella del 2014. Ci siamo adeguati al nuovo regolamento tecnico e, oltre alle normali evoluzioni di sospensioni, impianto frenante e ciclistica, le tre aree di maggior intervento sono state la nuova elettronica, il motore e il nuovo impianto di scarico, nato dalla collaborazione con Akrapovič. L’elettronica è stata completamente rivista, anche perché è stato introdotto dal regolamento un “price cap” di 8.000 Euro. Sono cambiati molti componenti, in particolare i sensori compresa la piattaforma inerziale (IMU) che ora sono in comune con la moto di produzione, ed è nuova la centralina Magneti Marelli MLE, il cui costo è meno di un terzo di quella della passata stagione. Nonostante la significativa differenza nel prezzo siamo però riusciti a mantenere praticamente le stesse strategie di gestione e ad aggiornarle con nuove tarature. Il motore è meno elaborato e più vicino al propulsore di serie della nuova Panigale R, del quale per effetto del nuovo regolamento utilizza gli stessi pistoni”.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Chaz Davies , Davide Giugliano
Articolo di tipo Ultime notizie