Aprilia chiude con due quarti posti ad Assen

Aprilia chiude con due quarti posti ad Assen

Leon Haslam ha sfiorato in entrambe le manche il podio, mentre Jordi Torres ha colto due sesti posti

Classifiche identiche per le due gare Superbike ad Assen, che hanno regalato battaglia e hanno sicuramente divertito gli appassionati giunti sul tracciato olandese.
Per il team Aprilia Racing - Red Devils è stata una domenica emozionante, con Leon Haslam nel gruppo di testa e Jordi Torres autore di due belle rimonte dopo essere partito dalla terza Fila in griglia. 

Haslam ha lottato senza esclusione di colpi nel gruppetto che ha deciso il podio, riuscendo più volte a ricucire la distanza con i battistrada ed esibendosi in una serie di spettacolari corpo a corpo. Specialmente in Gara2, dove il passo del pilota inglese a circa 10 giri dal termine sembrava permettergli di insidiare le posizioni nobili della classifica. Solo l'usura della gomma anteriore, particolarmente sollecitata sia dalle caratteristiche del circuito che dallo stile di guida, ha impedito a Leon di salire sul podio e consentendogli di agguantare un doppio quarto posto.

Haslam si conferma così nella seconda posizione in classifica Piloti, posizione occupata anche da Aprilia nella graduatoria Costruttori.

Leon Haslam: "Le due gare sono state molto simili. Avevo un buon ritmo, riuscivo a stare con i primi, ma negli ultimi giri ho perso il feeling con la gomma anteriore che si consumava molto sul lato destro. Anche usando la soluzione più dura la situazione non è cambiata, forse anche perché ho dovuto forzare molto. Dovremo analizzare i dati per capire dove ci siano margini di miglioramento in questo frangente. Sono arrabbiato perché sentivo di poter combattere almeno per il podio, invece ci è sfuggito all'ultima curva".

Il ritmo mostrato da Jordi Torres nella parte centrale delle due gare è incoraggiante. Il risultato finale, un doppio sesto posto, è dovuto quasi interamente ai primi giri, dove il debuttante spagnolo non riesce ancora ad essere incisivo e a sfruttare bene le gomme nuove. In queste prime gare di apprendistato, Jordi ha affrontato un percorso di crescita costante. Ora il feeling con la RSV4 RF può dirsi consolidato, quella che manca è l'esperienza necessaria per lottare al vertice in una categoria nuova e impegnativa come la World Superbike.

Jordi Torres: "Abbiamo fatto due gare fotocopia. Purtroppo a me manca ancora il feeling per poter spingere fin dai primi 6-7 giri, con gomma nuova e serbatoio pieno. In realtà nelle fasi centrali di gara avevo un buon ritmo, a livello dei piloti più veloci, ma il tempo perso in partenza è poi difficile da recuperare. La RSV4 era a posto su questa pista, semplicemente devo essere più aggressivo da subito. Sfruttando meglio la Superpole e partendo più avanti in griglia potremo giocarcela per il podio, o almeno battagliare con chi ci sta davanti".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Leon Haslam , Jordi Torres
Articolo di tipo Ultime notizie