Aragon, Libere 2: le Kawasaki si riprendono la vetta

Aragon, Libere 2: le Kawasaki si riprendono la vetta

Le Ninja di Rea e Sykes rispondono alla Ducati e chiudono prima e seconda nelle seconde libere. 3° Davies

Dopo il bell'uno-due fatto siglare nel turno mattutino di libere dalle Ducati, questo pomeriggio le Kawasaki ufficiali hanno replicato alle Rosse di Borgo Panigale, dominando il secondo turno di prove sul circuito di Aragon, sede del terzo appuntamento della stagione 2015 della World Superbike.

Tom Sykes e Jonathan Rea hanno preso ben presto le redini delle operazioni, portando le rispettive Ninja ZX-10R in prima e seconda posizione provvisoria. Il campione del mondo 2013 sembrava poter mettersi finalmente alle spalle Rea, dominatore di tre delle prime quattro manche di gara dell'anno, ma il britannico ha fatto siglare un gran giro a pochi secondi dal termine e si è preso la vetta. Ancora una volta.

Jonathan Rea ha infatti fermato il cronometro in 1'51"234, più rapido di quasi otto decimi rispetto al miglior tempo della mattinata, fatto siglare dalla Ducati Panigale R di Chaz Davies. Sykes si è dovuto accontentare della seconda posizione assoluta, a 145 millesimi di secondo dal connazionale e scomodo compagno di squadra.

Alle spalle delle due Kawasaki ufficiali troviamo le due Ducati Panigale R del team Aruba.it-Ducati Superbike di Chaz Davies e Xavier Forés, mattatori assoluti questa mattina sul tracciato spagnolo. I due alfieri di Borgo Panigale hanno faticato a migliorare i rispettivi crono di riferimento sino a pochi minuti dal termine, quando sono riusciti a risalire la china e a chiudere dietro le "verdone". Davies ha fatto segnare il terzo tempo, mentre Forés il quarto.

In netta ripresa l'Aprilia con Leon Haslam, il quale è stato bravo a risalire in quinta posizione dopo le evidenti difficoltà della mattina. Il pilota inglese ha però denotato un distacco molto importante dai primi: 862 millesimi da Rea. E' andata peggio invece a Jordi Torres. Lo spagnolo non è riuscito a risalire la classifica come il compagno di team e si è dovuto accontentare del decimo posto assoluto, davanti al nostro Matteo Baiocco su Ducati Panigale. 

Sesto posto per la prima delle Suzuki ufficiali, quella del sempre veloce Alex Lowes, anche se la GSX-R1000 non è riuscita a migliorarsi molto rispetto al mattino. Dietro al britannico ecco la prima Honda CBR 1000RR SP, quella del debuttante Michael van der Mark, appena cinque centesimi più rapido di Nicolas Terol con la terza Ducati Panigale R tra i primi dieci. Nono posto infine per Sylvain Guintoli - sempre su Honda CBR 1000RR SP - a un centesimo appena dallo spagnolo della Ducati. 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Tom Sykes , Chaz Davies , Jonathan Rea
Articolo di tipo Ultime notizie