SSP, Most, Libere: Aegerter impone subito il ritmo

Cambia il circuito ma non il leader: Aegerter domina il venerdì di libere a Most, davanti a Manuel Gonzalez, secondo nella combinata. Steven Odendaal è quarto con la Yamaha del team Evan Bros.

SSP, Most, Libere: Aegerter impone subito il ritmo

Il tanto atteso round di Most è arrivato e la Supersport è scesa in pista in questo venerdì di libere per scoprire i segreti del tracciato. Se il circuito è nuovo, ciò che non cambia è il vertice della classifica: Dominique Aegerter arrivava da leader del mondiale e nei due turni si è imposto confermando lo strapotere dimostrato fino ad ora. Lo svizzero è davanti nella combinata e precede Manuel Gonzalez.

Il meteo non ha sempre giocato a favore dei piloti, con la nebbia che in mattinata ha ritardato i programmi e la pioggia che ha poi complicato il lavoro, ma Aegerter non si è fatto trovare impreparato e arriva al sabato di qualifica con il miglior crono, un 1’35”446 che gli garantisce la prima posizione, con poco più di due decimi su Manuel Gonzalez. Lo spagnolo del team ParkinGo, rivelazione della stagione, resta solo alle spalle del leader del mondiale, dopo aver dominato la prima sessione. Dietro di loro si piazza Patrick Hobelsberger, che in sella alla Yamaha del team GMT94 si fa notare nel suo weekend da wildcard e chiude il terza posizione.

Il tedesco precede anche il più favorito Steven Odendaal, che chiude la giornata in quarta posizione, pagando ben quattro decimi dal diretto rivale in campionato. Resta ancora più attardata l’altra R6 del team Evan Bros, Peter Sebestyen non va oltre il 14esimo tempo. Dietro al sudafricano troviamo Valentin Debis, quinto con la Yamaha del team GMT94 e che sostituirà Federico Caricasulo. Il francese accusa un ritardo di ben sei decimi dalla vetta. Tuttavia, Caricasulo non è assente, perché questo fine settimana è impegnato con il team Motoxracing in sostituzione di Maria Herrera.

Marc Alcoba è sesto nella classifica combinata e precede Philipp Oettl, che chiude il venerdì in settima posizione, a ben nove decimi dalla vetta, così come Jules Cluzel, ottavo. Chiudono la top 10 Randy Krummenacher e Niki Tuuli, nono e decimo rispettivamente. il già citato Caricasulo è 13esimo al termine dei due turni, mentre gli altri italiani sono più attardati: Federico Fuligni è 19esimo e precede Raffaele De Rosa, solo 20esimo. Luca Bernardi non va oltre il 23esimo tempo, seguito da Michel Fabrizio, 24esimo, e Kevin Manfredi, 25esimo. Ancora più indietro Luca Ottaviani, 27esimo, mentre Luigi Montella è 30esimo. Chiude il gruppo tricolore Leonardo Taccini, 32esimo.

condividi
commenti
Furia Redding: “Most è pericolosa, perché siamo qui? Ho paura!”
Articolo precedente

Furia Redding: “Most è pericolosa, perché siamo qui? Ho paura!”

Articolo successivo

Rea: “Most non tra le migliori piste, ma non possiamo scegliere”

Rea: “Most non tra le migliori piste, ma non possiamo scegliere”
Carica i commenti