SSP, Magny-Cours, Gara 1: Locatelli inesorabile vince sul bagnato

Andrea Locatelli vince Gara 1 a Magny-Cours in condizioni di bagnato, con Lucas Mahais in seconda posizione. Chiude il podio Hannes Soomer, terzo con un distacco più importante. Raffaele De Rosa è quarto.

condividi
commenti
SSP, Magny-Cours, Gara 1: Locatelli inesorabile vince sul bagnato

La pioggia che si è abbattuta sulla pista di Magny-Cours non ha fermato il dominio di Andrea Locatelli, che non si accontenta del titolo conquistato e continua a vincere. Il campione del mondo in carica trionfa in Gara 1 e batte un altro record: è il pilota che accumula il maggior numero di punti in una sola stagione del mondiale Supersport, ben 288. Il pilota del team Bardahl Evan Bros supera il leggendario Kenan Sofuoglu, che nel 2007 ne aveva ottenuti 276.

Locatelli si conferma l’uomo da battere anche su pista bagnata, condizioni che aveva trovato solamente a Barcellona due settimane fa in una gara terminata in anticipo. Anche la prima manche di questo fine settimana si conclude un giro prima a causa della scivolata di Glenn van Straalen, caduto alla Curva 13. La moto, rimasta al centro della pista, ha costretto all’esposizione della bandiera rossa, decretando così Locatelli ancora una volta vincitore.

Lucas Mahias si piega allo strapotere del campione in carica e, nonostante i tentativi di attacchi portati per tutta la gara, deve accontentarsi della seconda posizione finale. Il francese paga 1.3 secondi al traguardo sulla pista di casa, ma i primi due fanno una gara a sé, infliggendo un distacco pesante sul resto del gruppo. In terza posizione, in solitaria, troviamo Hannes Soomer, che passa sotto la bandiera a scacchi con 15 secondi di ritardo, ma è autore di una gara solida che lo porta ad essere il primo pilota estone a salire sul podio del mondiale Supersport.

Raffaele De Rosa è quarto tra mille difficoltà, riesce ad avere la meglio sul gruppo in lotta per le posizioni ai piedi del podio e porta a casa un altro buon piazzamento in condizioni complicate. Il napoletano del team MV Agusta precede uno straordinario Kevin Manfredi, quinto ed autore di una splendida gara caratterizzata da manovre precise anche su pista bagnata. L’Italia festeggia in questa Gara 1 di Magny-Cours, vantando tre piloti tricolore nelle prime cinque posizioni. Alle spalle di Manfredi troviamo Can Oncu, sesto, mentre Manuel Gonzalez non va oltre la settima posizione dopo essere partito dalla prima fila.

C’è ancora Italia all’ottavo posto, occupato da Federico Fuligni, mentre chiudono la top 10 Peter Sebestyen e Danny Webb, nono e decimo rispettivamente. Gara da dimenticare invece per Kyles Smith, che scivola nelle fasi iniziali e torna in pista dovendo ricostruire un sabato pomeriggio che lo vedeva scattare dalla pole position. Niente da fare per il sostituto di Jules Cluzel, che cade nuovamente e finisca la sua gara nella ghiaia.

SBK, Magny-Cours, Gara 1: Rea domina sotto l’acqua, titolo vicino

Articolo precedente

SBK, Magny-Cours, Gara 1: Rea domina sotto l’acqua, titolo vicino

Articolo successivo

Mondiale SBK 2020: Rea trionfa e si lancia verso il sesto titolo

Mondiale SBK 2020: Rea trionfa e si lancia verso il sesto titolo
Carica i commenti