SSP, Magny-Cours: Aegerter trionfa in una folle Gara 1 e allunga

Dominique Aegerter domina una Gara 1 caratterizzata da una bandiera rossa e incrementa il vantaggio in classifica sui rivali. Steven Odendaal è secondo in rimonta e Jules Cluzel sale sul terzo gradino del podio nel round di casa. Luca Bernardi è quinto.

SSP, Magny-Cours: Aegerter trionfa in una folle Gara 1 e allunga

Il sabato di gara della Supersport inizia col brivido a Magny-Cours, con una prima manche ridotta a 12 giri per via di una bandiera rossa causata da una brutta caduta di Michel Fabrizio, fortunatamente senza conseguenze gravi. Moto distrutta e bandiera rossa, per poi ripartire con una Gara 1 conclusa nel segno di Dominique Aegerter, che incrementa il proprio vantaggio in classifica. Lo svizzero si prende il comando al via e non lascia la prima posizione fino alla bandiera a scacchi, dove passa per primo.  

I rivali non riescono ad insidiare il pilota del team Ten Kate, che taglia il traguardo con otto decimi di vantaggio su Steven Odendaal, secondo in rimonta. Il portacolori Evan Bros partiva dalla 13esima posizione e riesce a risalire la china. Il sudafricano è secondo anche nel mondiale, ma con ben 52 punti di distacco dalla vetta. Grande prova di forza di Odendaal in Gara 1, che sopravanza nel finale Jules Cluzel, rinvigorito nel round di casa e terzo al traguardo.

Il francese conquista una terza posizione in difesa dopo aver subìto il sorpasso di Odendaal e riesce a contenere gli attacchi di un arrembante Manuel Gonzalez. Lo spagnolo, tornato in pista questo weekend dopo l’infortunio di due settimane fa, è subito competitivo e passa sotto la bandiera a scacchi in quarta posizione. Si deve invece accontentare del quinto posto finale Luca Bernardi. Il portacolori CM Racing aveva conquistato la Superpole e scattava dalla prima casella, ma al termine di Gara 1 perde il quarto posto a favore di Gonzalez.

Federico Caricasulo è sesto al traguardo e precede Philipp Oettl, che con il settimo posto di Gara 1 perde terreno in classifica. Il tedesco, in sella alla sua Kawasaki del team Puccetti, è il primo dei piloti non-Yamaha e resta davanti al compagno di squadra Can Oncu, ottavo. Chiudono la top 10 Raffaele De Rosa e Andy Verdoia, nono e decimo rispettivamente.

Così gli altri italiani: Kevin Manfredi è 12esimo, mentre Federico Fuligni e Leonardo Taccini sono 16esimo e 17esimo rispettivamente. Luigi Montella chiude Gara 1 in 23esima posizione.

Gara finita al giro di ricognizione per Valentin Debise, che scattava dalla quarta posizione e nella ripartenza ha accusato un problema alla sua moto. Fermo in griglia, è stato centrato da Vincent Falcone, finendo la loro gara ancora prima di cominciarla.

condividi
commenti
SBK, Magny-Cours, Gara 1: Razgatlioglu piega Rea, podio Locatelli

Articolo precedente

SBK, Magny-Cours, Gara 1: Razgatlioglu piega Rea, podio Locatelli

Articolo successivo

Razgatlioglu: “Sognavo di tagliare il traguardo con lo stoppie!”

Razgatlioglu: “Sognavo di tagliare il traguardo con lo stoppie!”
Carica i commenti