SSP, Jerez, Gara: Aegerter fa il vuoto e incrementa su Odendaal

Dominique Aegerter vola nell'unica gara del weekend di Jerez e vince con ben nove secondi di vantaggio su Philipp Oettl, secondo. Chiude il podio Niki Tuuli, terzo. Manuel Gonzalez è quarto, mentre il grande deluso è Steven Odendaal, solo ottavo e a -62 dalla vetta del mondiale.

SSP, Jerez, Gara: Aegerter fa il vuoto e incrementa su Odendaal

In un fine settimana segnato dalla tragica morte di Dean Berta Vinales, la Supersport è scesa in pista tra le numerose polemiche scatenate da un Michel Fabrizio sovversivo che ha preso la clamorosa decisione di ritirarsi per protestare contro un motociclismo che non riconosce più. I piloti però si sono schierati nella loro totalità e hanno reso omaggio a Vinales correndo l’unica gara disputata in questo weekend, dopo la cancellazione di Gara 1. A vincere, anzi, a dominare è stato Dominique Aegerter, tornato nel round di Jerez dopo aver saltato quello di Barcellona per la concomitanza con la MotoE.

Lo svizzero si impone con ben nove secondi e mezzo di vantaggio su Philipp Oettl, che nel venerdì di libere si era mostrato come grande dominatore e il sabato mattina aveva conquistato la sua prima Superpole. Il tedesco però in gara si è accodato all’imbattibile pilota del team Ten Kate, che si è imposto facendo una differenza enorme su tutto il resto del gruppo. Sul terzo gradino del podio sale un ritrovato Niki Tuuli, che approfitta delle difficoltà dei più favoriti e si porta in terza posizione.

Negli ultimi giri il finlandese prova a insidiare la seconda piazza, ma si deve accontentare dell’ultimo gradino del podio, andando però a portare il terzo costruttore diverso nelle prime tre posizioni: abbiamo infatti un podio formato da Yamaha, Kawasaki e MV Agusta nell’ordine. Con il trionfo di Aegerter però, Yamaha è matematicamente il costruttore campione del mondo 2021.

Tuuli ha la meglio su Manuel Gonzalez, più opaco in questo weekend e solo quarto nell’unica gara disputata oggi. Lo spagnolo combatte con la sua moto e con Federico Caricasulo, che prova a insidiarlo ma deve restare alle sue spalle. Il pilota del team Motoxracing si difende in questa gara spagnola e passa sotto la bandiera a scacchi in quinta posizione. Caricasulo è il migliore degli italiani e si tiene dietro Can Oncu, che non va oltre il sesto posto finale. Il turco riesce a restare davanti a Raffaele De Rosa, molto combattivo ma poi settimo al traguardo.

È una domenica molto difficile per Steven Odendaal, che dopo il passo falso di Barcellona non riesce a rifarsi a Jerez e lascia la Spagna con 62 punti di distacco da Dominique Aegerter. Il pilota del team Evan Bros fa molta fatica e passa sotto la bandiera a scacchi in ottava posizione. il sudafricano precede Stefano Manzi, buon nono alla sua prima uscita in sostituzione dell’infortunato Andy Verdoia. Chiude la top 10 Jules Cluzel. Gara da dimenticare anche per Randy Krummenacher, mai efficace e finito nella ghiaia. Il pilota del team CM Racing conclude così in anticipo la sua gara già complicata.

Così gli altri italiani: Federico Fuligni è 14esimo e Kevin Manfredi è 17esimo. Leonardo Taccini è 19esimo ed è l’ultimo pilota tricolore al traguardo. Caduto Luigi Montella, mentre Michel Fabrizio non si è schierato, come anticipato.

condividi
commenti
SBK, Jerez, Gara 1: Razgatlioglu regola Rea, Redding a podio
Articolo precedente

SBK, Jerez, Gara 1: Razgatlioglu regola Rea, Redding a podio

Articolo successivo

SBK, Jerez, Gara 2: Razgatlioglu doppietta in volata su Redding

SBK, Jerez, Gara 2: Razgatlioglu doppietta in volata su Redding
Carica i commenti