SBK, Villicum: Redding vince di forza Gara 2 su Rea e Toprak

Scott Redding vince di forza Gara 2, dominando sui due contendenti al titolo, che completano il podio. Jonathan Rea è secondo e precede Toprak Razgatlioglu, terzo ma ancora leader. Axel Bassani si conferma al top ed è quarto davanti a Michael Ruben Rinaldi.

SBK, Villicum: Redding vince di forza Gara 2 su Rea e Toprak

Toprak Razgatlioglu sognava la tripletta a San Juan, la sua prima della carriera. Ci ha sperato in Gara 2 ma non aveva fatto i conti con Scott Redding, in grande spolvero per tutto il weekend e che ha finalmente concretizzato nell’ultima manche del round argentino. Il pilota Ducati si riscatta della caduta di Gara 1 e vola in Gara 2, andando a vincere di forza dopo una grande battaglia con i due contendenti al titolo.

I primi giri infatti sono stati infiammati da sorpassi durissimi fra Redding, Jonathan Rea e Toprak Razgatlioglu. Una lotta senza sconti ha tenuto tutti con il fiato sospeso fino a quando il pilota Ducati ha dato uno strappo, passando sotto la bandiera a scacchi con quasi due secondi e mezzo di vantaggio sul primo degli inseguitori. Limita i danni di un weekend avaro Jonathan Rea, che riesce a chiudere Gara 2 davanti al diretto rivale in campionato e non lo lascia ancora scappare in classifica.

Il pilota Kawasaki infatti riesce a mettere le ruote della sua ZX-10RR davanti a quelle di Toprak Razgatlioglu, dimostrando che il turco non è così imbattibile. Il portacolori Yamaha infatti si piega sia a Redding sia al campione in carica. Toprak mantiene il comando della classifica e vola in Indonesia, ultimo appuntamento del mondiale, con 30 punti di vantaggio su Rea. Tuttavia, sfuma il sogno della tripletta e si deve accontentare del terzo posto finale.

Spettatore d’eccezione della battaglia per il podio è Axel Bassani, quarto e in grado di tenere in ritmo dei primi tre per tutta la gara. Il veneto del team Motocorsa si conferma in grandissima forma e, nonostante non abbia una moto all’altezza di quella dei tre che lo precedono, non resta molto lontano dal podio. Bassani infatti è quarto al traguardo, a poco più di un secondo da Razgatlioglu e riesce a tenersi dietro anche Michael Ruben Rinaldi, equipaggiato di una Panigale V4R ufficiale. Axel è infatti il migliore dei piloti indipendenti e beffa di quattro decimi il romagnolo del team Aruba, quinto.

Rinaldi però ha la meglio su Michael van der Mark, riuscito ad avere un buon ritmo nonostante un avvio di weekend non troppo esplosivo. L’olandese porta la BMW in sesta posizione, mentre l’altra M1000RR-R, quella di Eugene Laverty, non va oltre la 16esima piazza. Dietro a van der Mark troviamo Andrea Locatelli, settimo e in lotta con l’alfiere BMWE nelle prime fasi. Ancora Yamaha in ottava posizione con Garrett Gerloff. Lo statunitense e Kohta Nozane, che con il 14esimo posto conquista due punti, regalano al team GRT il titolo di squadra indipendente del 2021.

Ducati vola in Gara 2, piazzando ben quattro moto nelle prime dieci posizioni. Al nono posto infatti c’è Chaz Davies, rientrato in top 10 nella sua seconda manche al weekend di rientro dopo l’infortunio. Il gallese del team Go Eleven precede Alvaro Bautista, decimo. Non una gara brillante per Honda, che è 11esima con Leon Haslam. Assente Alex Lowes, costretto ad alzare bandiera bianca per l’infortunio alla mano ancora non recuperato. Gara da dimenticare anche per Samuele Cavalieri, solo 18esimo con la Ducati del team Barni.​

Cla   # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco Ritirato Punti
1   45 United Kingdom Scott Redding Ducati 21 34'26.120       25
2   1 United Kingdom Jonathan Rea Kawasaki 21 34'28.548 2.428 2.428   20
3   54 Turkey Toprak Razgatlıoğlu Yamaha 21 34'29.954 3.834 1.406   16
4   47 Italy Axel Bassani Ducati 21 34'31.510 5.390 1.556   13
5   21 Italy Michael Ruben Rinaldi Ducati 21 34'31.965 5.845 0.455   11
6   60 Netherlands Michael van der Mark BMW 21 34'34.267 8.147 2.302   10
7   55 Italy Andrea Locatelli Yamaha 21 34'38.160 12.040 3.893   9
8   31 United States Garrett Gerloff Yamaha 21 34'38.472 12.352 0.312   8
9   7 United Kingdom Chaz Davies Ducati 21 34'45.529 19.409 7.057   7
10   19 Spain Alvaro Bautista Honda 21 34'46.303 20.183 0.774   6
11   91 United Kingdom Leon Haslam Honda 21 34'50.113 23.993 3.810   5
12   53 Spain Tito Rabat Kawasaki 21 34'51.258 25.138 1.145   4
13   32 Spain Isaac Viñales Kawasaki 21 34'53.527 27.407 2.269   3
14   3 Japan Kohta Nozane Yamaha 21 34'54.688 28.568 1.161   2
15   36 Argentina Leandro Mercado Honda 21 35'02.535 36.415 7.847   1
16   50 Ireland Eugene Laverty BMW 21 35'05.333 39.213 2.798    
17   23 France Christophe Ponsson Yamaha 21 35'06.866 40.746 1.533    
18   76 Italy Samuele Cavalieri Ducati 21 35'22.154 56.034 15.288    
19   4 Luciano Ribodino Kawasaki 21 36'02.812 1'36.692 40.658    
20   39 Marco Solorza Kawasaki 21 36'02.896 1'36.776 0.084
condividi
commenti
SSP, Villicum: Cluzel vince Gara 2, Aegerter è campione del mondo!
Articolo precedente

SSP, Villicum: Cluzel vince Gara 2, Aegerter è campione del mondo!

Articolo successivo

Razgatlioglu: “Ho lottato più con la mia moto che con Scott e Rea”

Razgatlioglu: “Ho lottato più con la mia moto che con Scott e Rea”
Carica i commenti