SBK, Villicum, Libere 3: Razgatlioglu senza rivali, poi Redding

Toprak Razgatlioglu non si ferma più e si aggiudica anche la terza sessione di prove libere, infliggendo distacchi pesanti sugli inseguitori e battendo il record della pista. Scott Redding è secondo a quattro decimi, mentre Jonathan Rea si ferma in terza posizione a oltre mezzo secondo.

SBK, Villicum, Libere 3: Razgatlioglu senza rivali, poi Redding

Buon compleanno Toprak! Non poteva iniziare meglio di così il sabato mattina argentino del pilota Yamaha. Leader del mondiale e del venerdì, il turco firma anche la terza e ultima sessione di prove libere, per confermare lo strapotere e stabilire le gerarchie del round di San Juan. Razgatlioglu abbassa ancora il tempo di ieri, battendo il record della pista e si impone candidandosi come il grande favorito di quest’oggi.

Come ieri, anche nella mattinata argentina Scott Redding si mette alle spalle del turco. Il pilota Ducati, protagonista di una scivolata alla Curva 13 senza conseguenze nelle fasi iniziali del turno, riesce a tornare in pista e chiude con il secondo crono, solo dietro all’imprendibile Toprak. Il distacco però è già importante: il leader del mondiale infatti infligge ben quattro decimi al secondo pilota, mentre Jonathan Rea si accoda ancora una volta ed è terzo, a oltre mezzo secondo dal diretto rivale in classifica.

Il pilota Kawasaki appare meno incisivo in questo ultimo turno di prove libere e sembra non riuscire a insidiare l’egemonia di Razgatlioglu, almeno in queste tre sessioni. Al termine di 14 giri (gli stessi del pilota Yamaha), Rea paga 525 millesimi ed è in coda al gruppo dei tre in lotta per il titolo. Garrett Gerloff conferma le buone sensazioni di inizio weekend e nella terza sessione si porta in quarta posizione avendo firmato lo stesso identico tempo di Jonathan Rea.

“Primo degli altri” è Michael Ruben Rinaldi, quinto e ancora più distante dalla vetta. Il romagnolo accusa un ritardo di otto decimi, ma può comunque ritenersi soddisfatto, essendo alla sua prima uscita da pilota ufficiale a El Villicum. Il primo pilota ad andare oltre il secondo di ritardo è Alex Lowes, sesto. Il pilota Kawasaki sta ancora combattendo con una mano non totalmente recuperata e, dopo aver affermato di essere ancora all’80% della forma, sta facendo il possibile.

Il britannico precede il connazionale Leon Haslam, che chiude l’ultima sessione di libere prima delle qualifiche in settima posizione. Il pilota Honda continua a mostrare segni di miglioramento della moto e riesce a portarla in top 10, davanti alla Ducati di Axel Bassani, nono con la Panigale del team Motocorsa. Agguanta un posto nelle prime dieci posizioni anche Michael van der Mark, che con la BMW balza al nono posto, un risultato in crescita se si pensa a come era iniziato il weekend. Chiude la top 10 Andrea Locatelli, che festeggia il compleanno insieme al compagno di squadra con 1.3 secondi dalla vetta.

Sessione da dimenticare per Chaz Davies, che è costretto a fermare a bordo pista la sua Panigale V4R del team Go Eleven per un problema al motore. Il gallese non va oltre il 18esimo tempo. Mattinata complicata anche per Alvaro Bautista, che con l’altra Honda chiude il 12esima posizione, mentre Samuele Cavalieri è 14esimo con la Ducati del team Barni.

Cla # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 54 Turkey Toprak Razgatlıoğlu Yamaha 14 1'37.239     157.936
2 45 United Kingdom Scott Redding Ducati 9 1'37.644 0.405 0.405 157.281
3 1 United Kingdom Jonathan Rea Kawasaki 14 1'37.764 0.525 0.120 157.088
4 31 United States Garrett Gerloff Yamaha 14 1'37.764 0.525 0.000 157.088
5 21 Italy Michael Ruben Rinaldi Ducati 12 1'38.127 0.888 0.363 156.507
6 22 United Kingdom Alex Lowes Kawasaki 8 1'38.289 1.050 0.162 156.249
7 91 United Kingdom Leon Haslam Honda 12 1'38.462 1.223 0.173 155.974
8 47 Italy Axel Bassani Ducati 13 1'38.496 1.257 0.034 155.921
9 60 Netherlands Michael van der Mark BMW 13 1'38.497 1.258 0.001 155.919
10 55 Italy Andrea Locatelli Yamaha 10 1'38.539 1.300 0.042 155.853
11 32 Spain Isaac Viñales Kawasaki 11 1'39.085 1.846 0.546 154.994
12 19 Spain Alvaro Bautista Honda 12 1'39.165 1.926 0.080 154.869
13 36 Argentina Leandro Mercado Honda 10 1'39.183 1.944 0.018 154.841
14 76 Italy Samuele Cavalieri Ducati 13 1'39.242 2.003 0.059 154.748
15 3 Japan Kohta Nozane Yamaha 13 1'39.611 2.372 0.369 154.175
16 50 Ireland Eugene Laverty BMW 13 1'39.642 2.403 0.031 154.127
17 53 Spain Tito Rabat Kawasaki 15 1'39.695 2.456 0.053 154.045
18 7 United Kingdom Chaz Davies Ducati 2 1'39.973 2.734 0.278 153.617
19 23 France Christophe Ponsson Yamaha 14 1'40.130 2.891 0.157 153.376
20 4 Luciano Ribodino Kawasaki 11 1'42.347 5.108 2.217 150.054
21 39 Marco Solorza Kawasaki 13 1'42.532 5.293 0.185 149.783
condividi
commenti
Redding crede ancora nel titolo: “Punto ad essere campione”
Articolo precedente

Redding crede ancora nel titolo: “Punto ad essere campione”

Articolo successivo

SBK, Villicum, Superpole: guizzo di Redding, prima fila Bassani!

SBK, Villicum, Superpole: guizzo di Redding, prima fila Bassani!
Carica i commenti