SBK, Villicum, Libere 1: Razgatlioglu fa il vuoto, terzo Rea

Toprak Razgatlioglu si impone nella prima sessione di prove libere del round di San Juan, dettando subito il ritmo e infliggendo ben cinque decimi a Scott Redding, secondo con la Ducati. Segue Jonathan Rea, terzo a quasi sei decimi. Settimo Rinaldi, al termine di un turno iniziato in ritardo per le condizioni della pista non ottimali.

SBK, Villicum, Libere 1: Razgatlioglu fa il vuoto, terzo Rea

La Superbike è tornata a oltrepassare l’oceano per la prima volta dopo la pandemia e questo fine settimana scende in pista sul Circuito di San Juan El Villicum, teatro del penultimo appuntamento di questo mondiale così avvincente. La prima sessione, iniziata in ritardo a causa delle condizioni della pista non ottimali per una tempesta di sabbia che si è abbattuta sul tracciato nella giornata di ieri e che ha sporcato l’asfalto, si è conclusa nel segno di Toprak Razgatlioglu, grande dominatore della mattinata argentina.

Il pilota Yamaha domina con il tempo di 1’38”524, riferimento al termine di questo primo turno. Il leader del mondiale impone subito il suo ritmo e lo fa infliggendo poco più di mezzo secondo a Scott Redding, che conosce oggi la pista. Il portacolori Ducati, che qui arriva matematicamente ancora in lotta ma con scarse possibilità iridate, si accoda e chiude con il secondo crono, a 501 millesimi dal turco. È costretto a inseguire anche Jonathan Rea, ultimo pilota a entrare in pista viste le condizioni non perfette e autore di 14 giri (esattamente come Toprak). Il campione in carica paga 544 millesimi dal diretto rivale in classifica, piegandosi allo strapotere del pilota Yamaha in questo avvio di weekend.

Il gruppo dei primi tre torna a dominare la scena e le posizioni virtuali del podio, mentre alle loro spalle troviamo Alex Lowes. Il britannico, che sta recuperando dall’infortunio alla mano destra rimediato a Barcellona, è tornato in pista e si ferma in quarta posizione, a due decimi dal compagno di squadra. Il pilota Kawasaki è “il primo degli altri” e precede un sorprendente Isaac Vinales, che in sella alla ZX-10RR del team Orelac agguanta un ottimo quinto tempo. Lo spagnolo rappresenta la terza Kawasaki in top 6, a dimostrazione di quanto questa moto sia efficace sul tracciato argentino.

Vinales resta davanti anche a Garrett Gerloff, secondo dei piloti Yamaha e settimo nella classifica dei tempi. Lo statunitense del team GRT è il primo ad andare oltre il secondo di ritardo da Razgatlioglu, leader e compagno di marca. La seconda Ducati di questa sessione è la numero 21 di Michael Ruben Rinaldi, settimo al termine della mattinata argentina. Per il romagnolo questa è la prima uscita in Argentina con il team ufficiale.  

Celebra il rientro con un’ottava posizione Chaz Davies. Il gallese torna in pista a San Juan dopo quasi un mese di assenza a causa della frattura di due costole a Barcellona. Il portacolori Go Eleven riprende il suo posto, occupato da Loris Baz in questi ultimi due round, e si porta subito fra i primi dieci in quello che è il suo penultimo appuntamento della sua carriera. Chiudono la top 10 Alvaro Bautista e Andrea Locatelli, nono e decimo rispettivamente. Leon Haslam resta fuori dal gruppo dei primi dieci per soli 31 millesimi, ma durante la sessione entrambi i piloti Honda mostrano grandi segnali di miglioramento. Arranca invece BMW, che con Michael van der Mark è 13esima e con Eugene Laverty, sostituto di Tom Sykes, è 17esima.

Cla # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 54 Turkey Toprak Razgatlıoğlu Yamaha 14 1'38.524     155.876
2 45 United Kingdom Scott Redding Ducati 22 1'39.025 0.501 0.501 155.088
3 1 United Kingdom Jonathan Rea Kawasaki 14 1'39.068 0.544 0.043 155.020
4 22 United Kingdom Alex Lowes Kawasaki 15 1'39.298 0.774 0.230 154.661
5 32 Spain Isaac Viñales Kawasaki 13 1'39.464 0.940 0.166 154.403
6 31 United States Garrett Gerloff Yamaha 18 1'39.589 1.065 0.125 154.209
7 21 Italy Michael Ruben Rinaldi Ducati 19 1'39.636 1.112 0.047 154.137
8 7 United Kingdom Chaz Davies Ducati 19 1'39.681 1.157 0.045 154.067
9 19 Spain Alvaro Bautista Honda 19 1'39.837 1.313 0.156 153.826
10 55 Italy Andrea Locatelli Yamaha 18 1'39.953 1.429 0.116 153.648
11 91 United Kingdom Leon Haslam Honda 19 1'39.984 1.460 0.031 153.600
12 47 Italy Axel Bassani Ducati 21 1'40.030 1.506 0.046 153.529
13 60 Netherlands Michael van der Mark BMW 17 1'40.138 1.614 0.108 153.364
14 53 Spain Tito Rabat Kawasaki 22 1'40.171 1.647 0.033 153.313
15 36 Argentina Leandro Mercado Honda 17 1'40.321 1.797 0.150 153.084
16 76 Italy Samuele Cavalieri Ducati 20 1'40.429 1.905 0.108 152.919
17 50 Ireland Eugene Laverty BMW 16 1'41.288 2.764 0.859 151.623
18 3 Japan Kohta Nozane Yamaha 19 1'42.102 3.578 0.814 150.414
19 23 France Christophe Ponsson Yamaha 21 1'42.756 4.232 0.654 149.456
20 39 Marco Solorza Kawasaki 17 1'43.794 5.270 1.038 147.962
21 4 Luciano Ribodino Kawasaki 15 1'44.408 5.884 0.614 147.092
condividi
commenti
Rea: “Battere Toprak non farà questo titolo più bello degli altri”
Articolo precedente

Rea: “Battere Toprak non farà questo titolo più bello degli altri”

Articolo successivo

SBK, Villicum, Libere 2: Razgatlioglu inesorabile, Rea scivola

SBK, Villicum, Libere 2: Razgatlioglu inesorabile, Rea scivola
Carica i commenti