WSBK
24 ott
-
26 ott
Evento concluso

SBK, Villicum: Bautista vince una Gara 1 polemica e boicottata

condividi
commenti
SBK, Villicum: Bautista vince una Gara 1 polemica e boicottata
Di:
12 ott 2019, 19:54

Alvaro Bautista trionfa in una Gara 1 decisamente polemica e boicottata da ben sei piloti, che non si sono schierati in griglia di partenza a causa delle difficili condizioni della pista. Sul podio anche Jonathan Rea, secondo, e Topra Razgatlioglu, terzo e definitivamente miglior pilota indipendente della stagione.

Gara 1 a San Juan Villicum sarà difficilmente dimenticata, non tanto per i duelli in pista quanto per le polemiche scaturite prima dello spegnersi del semaforo. Le condizioni della pista, poco gommata e molto scivolosa hanno portato piloti e Direzione Gara a riunirsi per decidere sul da farsi. Sebbene fosse stato proposto di non correre, è stata confermata la partenza della prima manche del weekend.

La griglia di partenza però è stata tutt’altro che ricca ed alcuni piloti hanno deciso di boicottare la gara, non schierandosi e non prendendo così parte a Gara 1: Eugene Laverty, Marco Melandri, Riuychi Kiyonari, Sandro Cortese, Chaz Davies e Leon Camier sono rimasti fermi e hanno portato avanti l’idea di non voler correre, lasciando così solamente 12 piloti in griglia. Loris Baz invece è stato dichiarato non idoneo a causa di un infortunio alla mano rimediato questa mattina nella terza sessione di prove libere.

A spuntarla nel caos argentino è Alvaro Bautista, che trionfa e conquista il 16esimo successo stagionale. Il pilota Ducati vince con 1.5 secondi di vantaggio su Jonathan Rea, secondo e decisamente pronto a contenere gli attacchi di un Toprak Razgatlioglu in grande forma. Il turco è terzo e si aggiudica il titolo di miglior pilota indipendente della stagione.

I piloti restanti così partono e, al semaforo, Bautista prova a tenere la testa della gara, ma Rea sferra subito l’attacco e, mentre va al comando, viene beffato da Michael van der Mark, che si prende la prima posizione. La leadership dell’olandese non dura per molto, perché il pilota Ducati e l’alfiere Kawasaki incalzano, seguiti da Toprak Razgatlioglu, attendista ma nel gruppo.

I primi quattro fanno la differenza e mettono margine sugli inseguitori, ma Bautista torna davanti a tutti e guadagna mezzo secondo su Rea, secondo ed insidiato da Razgatlioglu e van der Mark. Con il passare dei giri però il gruppo di testa inizia a sfaldarsi e, mentre il Campione del mondo in carica è sempre minaccioso alle spalle del pilota Ducati, l’olandese della Yamaha non riesce a tenere il passo, restando più attardato in quarta posizione, anche alle spalle di Razgatlioglu, terzo.

Intanto, alle spalle dei primi quattro, Alex Lowes annaspa un po’ in quinta posizione. Approfitta delle sue difficoltà Leon Haslam, che è sesto e si avvicina pericolosamente nelle ultime fasi di gara. Il britannico della Yamaha però si difende e riesce a tenere il connazionale alle spalle, mentre Tom Sykes insegue da lontano in settima posizione.

Nel frattempo Alvaro Bautista continua a dominare, infliggendo ben 3 secondi di vantaggio a Jonathan Rea, che deve guardarsi le spalle da un arrembante Toprak Razgatlioglu, mentre ormai van der Mark è lontano. Lo spagnolo è il primo a tagliare il traguardo, davanti al Campione in carica ed al giovane turco del team Puccetti, che nell’ultimo giro perde terreno ma conquista un podio che lo incorona miglior pilota indipendente della stagione. L’olandese della Yamaha è quarto davanti al compagno di squadra Lowes, che tiene dietro Leon Haslam, sesto. Tom Sykes è settimo, mentre Jordi Torres è ottavo. Chiudono la top 10 Leandro Mercado ed Alessandro Delbianco, nono e decimo rispettivamente. Ultimi a passare sotto la bandiera a scacchi sono Markus Reiterberger, 11esimo, e Michael Ruben Rinaldi, 12esimo ed in grande difficoltà.

Cla   # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco Ritirato Punti
1   19 Spain Alvaro Bautista Ducati 21         25
2   1 United Kingdom Jonathan Rea Kawasaki 21 1.562       20
3   54 Turkey Toprak Razgatlıoğlu Kawasaki 21 3.327       16
4   60 Netherlands Michael van der Mark Yamaha 21 16.996       13
5   22 United Kingdom Alex Lowes Yamaha 21 22.535       11
6   91 United Kingdom Leon Haslam Kawasaki 21 25.840       10
7   66 United Kingdom Tom Sykes BMW 21 31.928       9
8   81 Spain Jordi Torres Kawasaki 21 41.819       8
9   36 Argentina Leandro Mercado Kawasaki 21 46.835       7
10   52 Italy Alessandro Del Bianco Honda 21 > 1'       6
11   28 Germany Markus Reiterberger BMW 21 > 1'       5
12   21 Italy Michael Ruben Rinaldi Ducati 18 3 laps       4
  dns 50 Ireland Eugene Laverty Ducati 0          
  dns 33 Italy Marco Melandri Yamaha 0          
  dns 23 Japan Ryuichi Kiyonari Honda 0          
  dns 11 Germany Sandro Cortese Yamaha 0          
  dns 7 United Kingdom Chaz Davies Ducati 0          
  dns 2 United Kingdom Leon Camier Honda 0
Articolo successivo
SBK, Villicum: Bautista conquista la Superpole con la Ducati V4

Articolo precedente

SBK, Villicum: Bautista conquista la Superpole con la Ducati V4

Articolo successivo

Gara 1 boicottata, i piloti assenti: "Pista poco sicura!"

Gara 1 boicottata, i piloti assenti: "Pista poco sicura!"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie WSBK
Evento Villicum
Sotto-evento SBK Gara 1
Location Villicum Circuit
Autore Lorenza D'Adderio