SBK, ufficiale: rimandato il round di Phillip Island

Il Phillip Island Gran Prix Circuit ha annunciato il rinvio del round australiano, appuntamento inaugurale del mondiale dal 2009, a data da destinarsi.

SBK, ufficiale: rimandato il round di Phillip Island

Il Mondiale Superbike non ha ancora un calendario definito per la stagione 2021. La pandemia ha condizionato pesantemente il campionato 2020, che si è concluso un mese fa ad Estoril, ma ad oggi ancora non si hanno certezze su come sarà il prossimo anno. Quel che è certo è che non sarà il round australiano ad inaugurare la stagione.

Il Phillip Island Grand Prix Circuit ha infatti annunciato di aver posticipato l’appuntamento in Oceania a causa delle restrizioni e dei rischi causati dall’evoluzione del Covid-19, che sta tornando a paralizzare l’intero mondo. Per la prima volta dal 2009 dunque, la Superbike non inizierà in Australia, che da più di dieci anni rappresenta il round che dà il via alla stagione, tra la fine di febbraio e l’inizio di marzo.

Non si sa ancora quando la stagione 2021 avrà inizio, ma sicuramente bisognerà attendere un po’ prima di rivedere le derivate di serie tra le curve del tracciato australiano. David Bennet, Direttore Generale del Phillip Island Grand Prix Circuit, dichiara: “Abbiamo rimandato la decisione il più possibile, ma sfortunatamente, a causa dell’incertezza che dilaga nel mondo in questo momento, siamo stati costretti a rimandare il round del Mondiale Superbike. So che questo implica un’attesa più lunga per gli appassionati, ma il mondiale e le loro moto torneranno sull’isola per delle gare ancora più spettacolari. L’attesa, come sempre, ne varrà la pena”.

condividi
commenti
Caricasulo torna in Supersport nel 2021 con il team GMT94 Yamaha
Articolo precedente

Caricasulo torna in Supersport nel 2021 con il team GMT94 Yamaha

Articolo successivo

FIM, Dorna e BSB collaborano all'evoluzione della Supersport

FIM, Dorna e BSB collaborano all'evoluzione della Supersport
Carica i commenti