SBK, Test Aragon: la pioggia cambia i piani, Day 2 cancellato

La seconda e ultima giornata di test a Motorland Aragon va in archivio senza tempi cronometrati a causa della pioggia. Squadre e team infatti hanno deciso di cancellare il Day 2 a Motorland e chiudere in anticipo i test, recuperando nelle prossime settimane.

SBK, Test Aragon: la pioggia cambia i piani, Day 2 cancellato

Il meteo aveva reso difficile già la prima giornata di test sul circuito di MotorLand Aragon, ma la pioggia ha costretto a cancellare il secondo e ultimo giorno. Se infatti nel pomeriggio di ieri i piloti erano scesi in pista almeno nel pomeriggio, nella giornata odierna hanno annullato ogni programma al termine della pausa pranzo, senza aver completato alcun giro.

In questo modo, squadre e piloti conservano una giornata per svolgere ulteriori test, dato che hanno giorni limitati e con la cancellazione a causa del meteo si possono recuperare le ore perse. Ora bisognerà capire quando si deciderà di recuperare il test prima dell’inizio della stagione, con il primo round che sarà proprio sulla pista di MotorLand alla fine del mese di maggio.

Chi lascia Aragon con soddisfazione è Jonathan Rea, autore del miglior crono nei pochi giri completati. Il pilota Kawasaki è riuscito a mettersi alle spalle anche i due piloti MotoGP impegnati nei due giorni di test, Cal Crutchlow con la Yamaha e Dani Pedrosa con la KTM. La nuova ZX-10RR sembra davvero nata bene, essendo stata in grado di sopravanzare anche i due prototipi.

Ecco le parole di Rea: “Il test è stato molto positivo, anche se la pista non era in condizioni ottimali perché c'era molta acqua e abbiamo dovuto aspettare l'ora di pranzo per girare. Però siamo stati in grado di confermare molte cose che avevamo testato a Montmelo. La pista è diversa, ma ha anche alcune somiglianze, quindi il risultato è positivo. Questi elementi erano per lo più legati al telaio, quindi significa che potremmo davvero iniziare a mettere insieme il pacchetto. Sentivo che il mio ritmo migliorava giro dopo giro”.

“Abbiamo girato molto sul nostro set-up di gara, abbiamo capito tutto il nostro potenziale e iniziato a prepararci davvero per il weekend di gara, in programma tra poche settimane. Abbiamo visto che il secondo giorno sarebbe stato bagnato, così abbiamo deciso di fare un time attack alla fine del primo giorno e siamo stati in grado di essere abbastanza veloci. Ora faremo altri test prima della gara. Mi sento davvero bene con la moto e la squadra, tutti hanno lavorato sodo e ora sono entusiasta di tornare a casa e completare la mia preparazione”.

Anche Yamaha, così come Kawasaki, ha lasciato Aragon in anticipo e questo potrebbe essere stato un vantaggio per Toprak Razgatlioglu, assente in questi test per essere tornato a casa dopo aver contratto il Covid-19. Per il turco l’annullamento della seconda giornata potrebbe aver rappresentato un vantaggio, dato che con quasi ogni probabilità tornerà in azione per i prossimi test.

condividi
commenti
SBK, Test Aragon, Day 1: Rea vola e precede Crutchlow sulla M1
Articolo precedente

SBK, Test Aragon, Day 1: Rea vola e precede Crutchlow sulla M1

Articolo successivo

WSBK: l'Autodrom Most entra nel calendario 2021

WSBK: l'Autodrom Most entra nel calendario 2021
Carica i commenti