SBK | Rea: “Senza una gara, il Mondiale diventa poco realistico”

Jonathan Rea crede che le possibilità di rivendicare il titolo si siano assottigliate notevolmente con la cancellazione di una gara e, di conseguenza, meno punti in palio. Il pilota Kawasaki rivela inoltre che la Direzione Gara ha cancellato Gara 1 senza consultare i piloti, quando lui avrebbe voluto verificare le condizioni della pista.

SBK | Rea: “Senza una gara, il Mondiale diventa poco realistico”

La pioggia è la grande protagonista del sabato di Mandalika e probabilmente sarà ago della bilancia mondiale. Con Gara 1 cancellata a causa delle condizioni proibitive della pista, i punti in palio da 63 passano a 50 e in questo modo si assottigliano le possibilità di Jonathan Rea di lottare per il settimo titolo. Il pilota Kawasaki paga infatti 30 lunghezze dal leader Toprak Razgatlioglu e lo stravolgimento del weekend potrebbe essere determinante.

Non tutto è perduto ancora, tuttavia il campione del mondo in carica vede sempre meno realistiche le ambizioni mondiali, considerato anche lo stato di forma del suo rivale. Rea non getta la spugna e pensava che la pioggia potesse aiutarlo, anche se così copiosa gli si è rivoltata contro: “Con una gara in meno non è impossibile, ma è una sfida irrealistica. Bisogna lottare fino alla fine, il meteo poi potrebbe dare pioggia anche domani, ma non sappiamo quanto sarà battente. Il mio obiettivo è fare il meglio che posso. Già prima del weekend sapevo fosse difficile, ma quando ho visto la pioggia ho pensato che potessimo provarci”.

Rea arrivava all’ultimo round di questa stagione Superbike senza pressione e aspettative, ma con la voglia di fare il massimo delle sue possibilità per provare a riconfermarsi. Il lavoro è iniziato già dal venerdì, anche se è stato rallentato da un problema tecnico. Non sarà facile però provare a fare la differenza, vedendo anche il passo dei propri avversari: “Abbiamo provato a ricucire il gap già dalle FP1, mi sento bene con la moto ed ero contento della scelta di gomme che avevamo fatto per la gara. Per domani è tutto imprevedibile, ma noi tre della prima fila abbiamo un buon ritmo e dovremo vedere cosa succederà”.

Leggi anche:

Infine Rea commenta la decisione della Direzione Gara di cancellare la prima manche del weekend. Il sei volte campione del mondo non ritiene sbagliata la scelta, ma avrebbe preferito che i piloti fossero tenuti in considerazione nella decisione: “No comment...nessuno è stato consultato, non dico che sia sbagliato. Nessuno ha visto la pista, dobbiamo fidarci della decisione della Direzione Gara. La visibilità era migliore di altre gare in cui invece abbiamo corso, quindi non sto dicendo che la decisione sia completamente sbagliata”.

“Sicuramente alle 16 non c’erano le condizioni sicure – prosegue il pilota Kawasaki – ma da quanto so io nessuno tra piloti e Safety Commission è stato consultato né ha visto la pista per capire quali fossero le condizioni. Non fraintendetemi, non sto mettendo in discussione la decisione, volevo solo capire come fosse la pista. Noi dai box vedevamo solo la pit lane e la linea del traguardo, non potevamo vedere il resto del tracciato”.

condividi
commenti
SBK | Mandalika: ufficiale, Gara 1 cancellata per la pioggia!
Articolo precedente

SBK | Mandalika: ufficiale, Gara 1 cancellata per la pioggia!

Articolo successivo

Razgatlioglu: “Solo due gare mi fanno comodo, ma mi dispiace per Rea”

Razgatlioglu: “Solo due gare mi fanno comodo, ma mi dispiace per Rea”
Carica i commenti