SBK | Rea e Kawasaki preparano l’assalto al 2022 con dei test a Jerez

Jonathan Rea e Alex Lowes saranno impegnati a Jerez de la Frontera per tre giorni di test. L'obiettivo è quello di provare le novità portate da Kawasaki e impostare il lavoro da svolgere durante l'inverno per arrivare preparati al 2022.

SBK | Rea e Kawasaki preparano l’assalto al 2022 con dei test a Jerez

La stagione 2021 è finita poco meno di due mesi fa, ma è già tempo di pensare al 2022. Sconfitti per la prima volta dopo sei anni consecutivi, Jonathan Rea e la Kawasaki stanno già preparando il 2022, in cui proveranno a tornare in vetta togliendo lo scettro a Toprak Razgatlioglu. Per farlo stanno lavorando sulla Ninha ZX-10RR, che proveranno in tre giorni di test a Jerez de la Frontera. Dal 15 al 17 dicembre, Jonathan Rea e Alex Lowes scenderanno in pista per gli ultimi test del 2021 che danno già uno sguardo alla prossima stagione e chiuderanno l’anno con qualche informazione su cui si lavorerà durante l’inverno.

Il margine su cui lavorare non è molto ampio, si tratterà solo di portare alcune componenti nuove e aggiornate per poter provare a migliorare una moto che ha mandato in difficoltà il sei volte campione del mondo in diverse occasioni. Telaio ed elettronica saranno le aree su cui si lavorerà in particolare, con qualche aggiornamento su motore e ciclistica, tuttavia in Casa Kawasaki si terrà in considerazione il fatto che anche nel 2022 mancheranno i 500 giri motore tolti all’inizio del 2021 e con questo si dovranno fare i conti in vista della prossima stagione.  

“Sono molto felice di tornare in moto prima di Natale – afferma Jonathan Rea alla vigilia dei test di Jerez – perché possiamo provare a portare avanti quel feeling con cui abbiamo concluso la stagione. Jerez è sempre una buona pista dove fare i test, perché da lì abbiamo un sacco di dati. È anche un circuito dove non siamo mai andati troppo forti, quindi possiamo lavorare sulle nostre aree più deboli. Ci aspettiamo di avere diverse cose da provare, ed è una cosa molto buona, perché Kawasaki ha lavorato sodo su alcune novità del telaio e dell’elettronica. Speriamo di migliorare il feeling con la nostra moto, di lavorare insieme nel modo giusto e l’obiettivo è quello di dare solide informazioni agli ingegneri per provare a migliorare il pacchetto completo. Non c’è pressione sui tempi o cose del genere. Non vedo l’ora di fare i test e spero che il tempo sia bello, così possiamo mettere insieme molti giri”.

In pista con Rea ci sarà anche Alex Lowes, incostante nell’ultima parte di stagione a causa dell’infortunio ancora non recuperato. Una volta verificate le condizioni fisiche, anche il britannico concentrerà il lavoro sulla moto: “Ovviamente questo test è importante per stabilire la direzione dove dobbiamo andare con il nostro pacchetto nel 2022. Anche se non sarà ancora al 100% della forma fisica, la nostra performance non è la cosa su cui ci concentriamo di più al momento. Il mio capo meccanico Marcel, il mio elettronico Danilo  e tutti i ragazzi dello staff tecnico hanno lavorato sodo per avere molte opzioni che posso provare. Non vedo l’ora di vedere cosa possiamo migliorare. Se riusciamo a lavorare su tutte queste cose sarà un test impegnativo, ma avremo fatto tutto il nostro lavoro e questo è il nostro unico obiettivo”.

condividi
commenti
SBK | Redding completa il primo test con la BMW ad Estoril
Articolo precedente

SBK | Redding completa il primo test con la BMW ad Estoril

Articolo successivo

SBK | Bassani rinnova con Ducati Motocorsa per il 2022

SBK | Bassani rinnova con Ducati Motocorsa per il 2022
Carica i commenti