WSBK
27 set
-
29 set
Evento concluso
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
Evento concluso

SBK, Portimao, Gara 1: Rea domina, grande rimonta di Bautista

condividi
commenti
SBK, Portimao, Gara 1: Rea domina, grande rimonta di Bautista
Di:
7 set 2019, 13:49

Jonathan Rea trionfa a Portimao davanti a Chaz Davies. Chiude il podio Michael van der Mark, terzo. Quarto Alvaro Bautista, autore di una grande rimonta dalle retrovie a causa di un contatto in partenza.

Si entra nel vivo del decimo round della stagione, con la prima gara del fine settimana di Portimao dominata da Jonathan Rea. La pista portoghese si conferma feudo del pilota Kawasaki, che qui non ha rivali e conquista l’81 successo in carriera. Sul podio con lui troviamo Chaz Davies e Michael van der Mark, protagonisti di uno spettacolare duello per la seconda posizione, poi vinto dal pilota Ducati, secondo.

Rea, scattato dalla pole, ha mantenuto la prima posizione dalla partenza al traguardo, lasciandosi alle spalle gli avversari in lotta per il podio. Nelle prime fasi di gara si sono battuti Tom Sykes, Leon Haslam ed un Chaz Davies rinvigorito ed autore di una splendida partenza che lo ha portato da subito nelle posizioni di testa. È mancato da subito Alvaro Bautista, partito dalla sesta casella e rimasto nel traffico della prima curva, in cui ha avuto un contatto con Lowes che lo ha portato nelle retrovie.

Rientrato in 14esima posizione, si è resto protagonista di una grande rimonta, più veloce in pista nelle fasi finali di gara e quarto al traguardo. L’alfiere Ducati non è riuscito però a recuperare terreno sui primi, ormai troppo distante. Gruppo che si è sfaldato e ha visto comandare Chaz Davies, secondo all’inseguimento di Rea da metà gara in poi. Il gallese è riuscito a sbarazzarsi degli avversari, primo dei quali Michael van der Mark. L’olandese ha provato ad insidiare il rivale in sella alla Panigale V4 R, salvo poi doversi accontentare del terzo gradino del podio, mentre Davies è secondo.

La lotta per la quarta posizione ha perso a 14 giri dal termine Tom Sykes, scattato dalla seconda casella e particolarmente efficace nei primi giri. Una caduta però l’ha tagliato fuori e, rientrato in pista, non è andao oltre la 13esima posizione finale. Il britannico, fresco di rinnovo con BMW, lascia gli altri due piloti Kawasaki a lottare per il quarto posto, Leon Haslam deve difendersi da un arrembante Toprak Razgatlioglu, meno incisivo in qualifica ma decisamente aggressivo in gara.

I due compagni di marca e rivali (memori anche dei trascorsi della 8 Ore di Suzuka) vengono ben presto insidiati da Alvaro Bautista, che sopravanza entrambi. Negli ultimi tre giri Bautista, Haslam e Razgatlioglu si sfidano tra sorpassi e controsorpassi, con lo spagnolo che però ha la meglio sui due alfieri Kawasaki. Al traguardo dunque il portacolori del team Aruba.it Ducati è quarto, davanti a Leon Haslam, mentre Toprak Razgatlioglu si deve accontentare della sesta posizione.

Alle loro spalle troviamo Alex Lowes, mai particolarmente efficace e apparso in difficoltà soprattutto nelle fasi finali. Il britannico è settimo precede il duo GRT, con Sandro Cortese ottavo davanti a Marco Melandri, nono. Chiude la top 10 Michael Ruben Rinaldi, che riesce a contenere gli attacchi di Jordi Torres. Attardati e delusi sono i due piloti BMW, Markus Reiterberger è 12esimo davanti a Tom Sykes, solo 13esimo.

Cla   # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco Ritirato Punti
1   1 United Kingdom Jonathan Rea Kawasaki 20 34'19.341       25
2   7 United Kingdom Chaz Davies Ducati 20 34'23.232 3.891 3.891   20
3   60 Netherlands Michael van der Mark Yamaha 20 34'25.509 6.168 2.277   16
4   19 Spain Alvaro Bautista Ducati 20 34'27.905 8.564 2.396   13
5   91 United Kingdom Leon Haslam Kawasaki 20 34'28.218 8.877 0.313   11
6   54 Turkey Toprak Razgatlıoğlu Kawasaki 20 34'29.745 10.404 1.527   10
7   22 United Kingdom Alex Lowes Yamaha 20 34'32.836 13.495 3.091   9
8   11 Germany Sandro Cortese Yamaha 20 34'40.686 21.345 7.850   8
9   33 Italy Marco Melandri Yamaha 20 34'40.923 21.582 0.237   7
10   21 Italy Michael Ruben Rinaldi Ducati 20 34'41.827 22.486 0.904   6
11   81 Spain Jordi Torres Kawasaki 20 34'42.042 22.701 0.215   5
12   28 Germany Markus Reiterberger BMW 20 34'46.473 27.132 4.431   4
13   66 United Kingdom Tom Sykes BMW 20 34'53.825 34.484 7.352   3
14   36 Argentina Leandro Mercado Kawasaki 20 34'55.953 36.612 2.128   2
15   13 Japan Takumi Takahashi Honda 20 35'06.218 46.877 10.265   1
16   76 France Loris Baz Yamaha 20 35'07.242 47.901 1.024    
17   20 France Sylvain Barrier Ducati 20 35'20.045 1'00.704 12.803    
18   52 Italy Alessandro Del Bianco Honda 20 35'20.108 1'00.767 0.063    
19   23 Japan Ryuichi Kiyonari Honda 20 35'28.380 1'09.039 8.272    
  dnf 50 Ireland Eugene Laverty Ducati 12       Ritirato
Articolo successivo
SBK, Portimao: stratosferico Rea, Superpole da record

Articolo precedente

SBK, Portimao: stratosferico Rea, Superpole da record

Articolo successivo

Bautista: “Se non avessi alzato la moto io e Chaz saremmo caduti”

Bautista: “Se non avessi alzato la moto io e Chaz saremmo caduti”
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie WSBK
Evento Algarve
Sotto-evento SBK Gara 1
Location Algarve International Circuit
Autore Lorenza D'Adderio