WSBK
G
Phillip Island
28 feb
-
01 mar
Prossimo evento tra
30 giorni
G
Losail
13 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
44 giorni
G
Jerez
27 mar
-
29 mar
Prossimo evento tra
58 giorni
G
Assen
17 apr
-
19 apr
Prossimo evento tra
79 giorni
G
Imola
08 mag
-
10 mag
Prossimo evento tra
100 giorni
G
Aragon
22 mag
-
24 mag
Prossimo evento tra
114 giorni
G
Misano
12 giu
-
14 giu
Prossimo evento tra
135 giorni
G
Donington Park
03 lug
-
05 lug
Prossimo evento tra
156 giorni
G
Oschersleben
31 lug
-
02 ago
Prossimo evento tra
184 giorni
G
Algarve
04 set
-
06 set
Prossimo evento tra
219 giorni
G
Barcelona
18 set
-
20 set
Prossimo evento tra
233 giorni
G
Magny-Cours
25 set
-
27 set
Prossimo evento tra
240 giorni
G
Villicum
09 ott
-
11 ott
Prossimo evento tra
254 giorni

SBK, Misano, Superpole Race: Ducati trionfa con Bautista e Rea scivola

condividi
commenti
SBK, Misano, Superpole Race: Ducati trionfa con Bautista e Rea scivola
Di:
23 giu 2019, 09:56

Lo spagnolo domina la gara sprint a Misano, davanti ad Alex Lowes e Leon Haslam, secondo e terzo rispettivamente. Jonathan Rea scivola nel finale e rientra in pista, chiudendo in quinta posizione, mentre Chaz Davies è costretto al ritiro.

Il sole è finalmente tornato a splendere sul circuito di Misano Adriatico e con pista asciutta domina ancora  Alvaro Bautista. Lo spagnolo ha riportato la Ducati sul gradino più alto del podio in una Superpole Race caratterizzata da poche battaglie ma colpi di scena, il più grande “regalato” da Jonathan Rea. Il Campione del mondo in carica è scivolato a pochi giri dal termine quando era in seconda posizione, rientrando in pista immediatamente ma tagliando il traguardo in quinta posizione. Chi invece festeggia sul podio insieme a Bautista è il suo compagno di squadra, terzo alle spalle di Alex Lowes.  

Partito dalla quinta casella, il leader del mondiale non ha impiegato molto tempo a portarsi al comando della gara, rompendo subito gli indugi e sferrando l’attacco su Jonathan Rea, in testa nelle primissime fasi. Il portacolori del team Aruba.it, una volta presa la testa della corsa ha iniziato ad aprire un gap importante sul suo diretto inseguitore. Il pilota Kawasaki ha tentato il tutto per tutto per riuscire a tenere il passo del suo imprendibile avversario, fino ad incappare in una strana caduta nel finale. Il gruppo sgranato gli ha permesso di rientrare in pista senza perdere troppe posizioni, ma Rea ha gettato alle ortiche un podio sicuro. 

Leggi anche:

Sorride invece Alex Lowes, che per la prima volta dopo cinque gare riesce a tagliare il traguardo e conquista la seconda posizione. Il britannico si riscatta così dalla delusione di Gara 1, accusando però un ritardo di ben 7 secondi dal vincitore. È decisamente soddisfatto anche Leon Haslam, che ritrova il podio grazie al suo terzo posto, conquistato lottando nel finale con Toprak Razgatlioglu, poi quarto, e Tom Sykes.

Proprio Sykes è il grande deluso di questa domenica mattina: molto forte nelle prime fasi di gara, è rimasto più attardato con il passare dei giri, fino ad accendere una lotta con Haslam ed il turco del team Puccetti per la quarta posizione. La sua BMW però l’ha tradito proprio all’ultimo giro, costringendolo a rallentare con il conseguente ritiro.

Anche Chaz Davies è deluso dalla Superpole Race, che lo ha visto cadere nei primi giri. Il gallese ha riportato in pista la sua Panigale V4 R, ma ha tagliato il traguardo in ultima posizione. Cerca il riscatto in Gara 2 anche Sandro Cortese, grande protagonista nelle prime fasi, in cui occupava la terza posizione alle spalle dei due avversari imprendibili. Il tedesco del team GRT è incappato in una scivolata che non gli ha permesso di concludere la gara.

Il suo compagno di squadra invece è passato sotto la bandiera a scacchi in sesta posizione. Il ravennate precede i due portacolori del team Barni Michael Ruben Rinaldi e Michele Pirro, settimo e ottavo rispettivamente. Leandro Mercado è nono, mentre a chiudere la top 10 troviamo Lorenzo Zanetti, in sella alla Panigale V4 R del team GO Eleven.  

Cla # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 19 Spain Alvaro Bautista  Ducati 10 6'01.109      
2 22 United Kingdom Alex Lowes  Yamaha 10 6'08.370 7.261 7.261  
3 91 United Kingdom Leon Haslam  Kawasaki 10 6'10.263 9.154 1.893  
4 54 Turkey Toprak Razgatlıoğlu  Kawasaki 10 6'10.514 9.405 0.251  
5 1 United Kingdom Jonathan Rea  Kawasaki 10 6'13.944 12.835 3.430  
6 33 Italy Marco Melandri  Yamaha 10 6'14.165 13.056 0.221  
7 21 Italy Michael Ruben Rinaldi  Ducati 10 6'14.797 13.688 0.632  
8 51 Italy Michele Pirro  Ducati 10 6'16.213 15.104 1.416  
9 36 Argentina Leandro Mercado  Kawasaki 10 6'18.419 17.310 2.206  
10 87 Italy Lorenzo Zanetti  Ducati 10 6'19.851 18.742 1.432  
11 81 Spain Jordi Torres  Kawasaki 10 6'20.783 19.674 0.932  
12 76 France Loris Baz  Yamaha 10 6'21.050 19.941 0.267  
13 28 Germany Markus Reiterberger  BMW 10 6'24.459 23.350 3.409  
14 72 Japan Yuki Takahashi  Honda 10 6'26.761 25.652 2.302  
15 23 Japan Ryuichi Kiyonari  Honda 10 6'37.305 36.196 10.544  
16 9 Switzerland Dominic Schmitter  Yamaha 10 6'40.369 39.260 3.064  
17 7 United Kingdom Chaz Davies  Ducati 10 6'46.532 45.423 6.163  
  66 United Kingdom Tom Sykes  BMW 9 1 laps 1 Lap 1 Lap  
  11 Germany Sandro Cortese  Yamaha 6 4 laps 4 Laps 3 Laps  
  52 Italy Alessandro Del Bianco  Honda 4 6 laps 6 Laps 2 Laps  
  97 Samuele Cavalieri  Ducati   10 laps 10 Laps 4 Laps
Articolo successivo
SBK, Misano, Rea: “Vittoria importante per reagire alle difficoltà”

Articolo precedente

SBK, Misano, Rea: “Vittoria importante per reagire alle difficoltà”

Articolo successivo

SBK, Misano, Gara 2: Rea vince su Razgatlioglu, clamorosa caduta per Bautista

SBK, Misano, Gara 2: Rea vince su Razgatlioglu, clamorosa caduta per Bautista
Carica i commenti