SBK | Mandalika, Libere 3: Redding in testa con record

Scott Redding firma il miglior crono nella terza sessione di prove libere, segnando il nuovo record della pista che diventa ora il riferimento di Mandalika. Il pilota Ducati precede Toprak Razgatlioglu, secondo con qualche difficoltà. Segue Garrett Gerloff, mentre Jonathan Rea è quarto.

SBK | Mandalika, Libere 3: Redding in testa con record

Toprak Razgatlioglu è stato il dominatore del venerdì e sembrava inavvicinabile al termine delle due sessioni di prove libere, tuttavia il sabato mattina di Mandalika racconta una storia diversa: è Scott Redding a mettersi in cima alla classifica dei tempi, abbassando notevolmente il crono e stabilendo il nuovo riferimento della pista indonesiana.

Il pilota Ducati ferma il cronometro sull’1’33”486, andando al comando della terza sessione di prove libere e precede di 82 millesimi il leader del mondiale. Razgatlioglu infatti è costretto a inseguire per la prima volta in questo weekend ed è secondo al termine di un turno che lo ha visto molto tempo nel box. Il turco infatti sembrava in difficoltà soprattutto nelle fasi iniziali del turno e ha disputato solamente 6 giri, al contrario dei suoi avversari che hanno superato la doppia cifra.

Il pilota Yamaha però trova un buon giro nel finale e si mette davanti al compagno di marca. Anche in quest’ultimo turno, Garrett Gerloff è terzo e la top 3 conquistata in tutte le sessioni lascia pensare che Yamaha si sia ben adattata a questa pista. Lo statunitense del team GRT paga però un distacco già più importante dalla vetta, ben mezzo secondo. L’altra Yamaha ufficiale continua la sua progressione: Andrea Locatelli entra in top 10 con la settima posizione, a nove decimi e mezzo dalla vetta.

In queste FP3 restano più in ombra i contendenti al titolo. Razgatlioglu è autore di pochi giri, ma anche Jonathan Rea non si rende protagonista di guizzi particolari. Il campione del mondo in carica chiude con il quarto crono e accusa poco più di sei decimi di ritardo da Redding. 14 sono i giri completati dal pilota Kawasaki, che però non riesce a trovare il giro che gli consenta di andare in testa. Tuttavia, attenzione nel momento decisivo, la Superpole.

Un ottimo Axel Bassani è ancora una volta il secondo pilota Ducati. Il portacolori Motocorsa agguanta una top 5 dopo aver anche comandato il turno nei primi minuti. L’italiano è più distante rispetto al compagno di marca e sono ben sette i decimi di ritardo da Scott Redding. Alle sue spalle troviamo Alvaro Bautista, sesto e unico pilota HRC in pista questo fine settimana. Si conclude infatti con largo anticipo il round di Mandalika di Leon Haslam, costretto a fermarsi per un problema al braccio operato qualche settimana fa. Non è certo il miglior modo di terminare la stagione e il suo percorso in Superbike per il britannico.

Ultimo round della carriera anche per Chaz Davies, che però trova un buon giro nel sabato mattina indonesiano ed è nono. Il gallese del team Go Eleven resta alle spalle di Christophe Ponsson, ottavo a sorpresa. Chiude la top 10 Tom Sykes, primo dei piloti BMW e per la prima volta nel weekend davanti al compagno di squadra Michael van der Mark, che non va oltre la 16esima posizione. Fatica anche Michael Ruben Rinaldi, fuori dal gruppo dei primi dieci e solo 14esimo. Alex Lowes è 15esimo dopo una caduta a inizio sessione. 

Cla # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 45 United Kingdom Scott Redding Ducati 15 1'33.486     165.971
2 54 Turkey Toprak Razgatlıoğlu Yamaha 6 1'33.568 0.082 0.082 165.825
3 31 United States Garrett Gerloff Yamaha 14 1'34.038 0.552 0.470 164.997
4 1 United Kingdom Jonathan Rea Kawasaki 14 1'34.097 0.611 0.059 164.893
5 47 Italy Axel Bassani Ducati 11 1'34.246 0.760 0.149 164.632
6 19 Spain Alvaro Bautista Honda 14 1'34.433 0.947 0.187 164.306
7 55 Italy Andrea Locatelli Yamaha 17 1'34.445 0.959 0.012 164.286
8 23 France Christophe Ponsson Yamaha 14 1'34.557 1.071 0.112 164.091
9 7 United Kingdom Chaz Davies Ducati 12 1'34.789 1.303 0.232 163.689
10 66 United Kingdom Tom Sykes BMW 11 1'34.858 1.372 0.069 163.570
11 32 Spain Isaac Viñales Kawasaki 11 1'35.147 1.661 0.289 163.073
12 53 Spain Tito Rabat Kawasaki 15 1'35.345 1.859 0.198 162.735
13 36 Argentina Leandro Mercado Honda 13 1'35.379 1.893 0.034 162.677
14 21 Italy Michael Ruben Rinaldi Ducati 13 1'35.383 1.897 0.004 162.670
15 22 United Kingdom Alex Lowes Kawasaki 1 1'35.473 1.987 0.090 162.517
16 60 Netherlands Michael van der Mark BMW 4 1'35.676 2.190 0.203 162.172
17 76 Italy Samuele Cavalieri Ducati 14 1'35.746 2.260 0.070 162.053
18 3 Japan Kohta Nozane Yamaha 13 1'36.037 2.551 0.291 161.562
19 15 Oliver Konig Kawasaki 13 1'37.054 3.568 1.017 159.869
20 91 United Kingdom Leon Haslam Honda 0      
condividi
commenti
SBK | Mandalika, Rea: “Quel distacco incredibile di Toprak non è reale”
Articolo precedente

SBK | Mandalika, Rea: “Quel distacco incredibile di Toprak non è reale”

Articolo successivo

SBK | Mandalika: stratosferica Superpole di Razgatlioglu

SBK | Mandalika: stratosferica Superpole di Razgatlioglu
Carica i commenti