SBK, Magny-Cours, Libere 2: Gerloff la spunta sotto l'acqua

Garrett Gerloff firma il miglior crono nella seconda sessione di prove libere davanti a Jonathan Rea. Terzo tempo per Michael Ruben Rinaldi, mentre Scott Redding è settimo con caduta. Undicesimo Chaz Davies.

SBK, Magny-Cours, Libere 2: Gerloff la spunta sotto l'acqua

La pioggia battente non dà tregua ai piloti, che sono stati costretti a scendere in pista in condizioni di pista bagnata. La seconda sessione di prove libere porta la firma di Garrett Gerloff, che la spunta proprio nel finale su un Jonathan Rea ancora dominatore. Lo statunitense ferma il cronometro sull'1'48"830, beffando il campione del mondo in carica.
La splendida prestazione del pilota GRT, ottenuta dopo lo sventolare della bandiera a scacchi, sorprende e lascia pensare che Yamaha sia la prima rivale di Jonathan Rea. I due sono separati da 15 millesimi, ma alle loro spalle troviamo uno splendido Michael Ruben Rinaldi. Il pilota del Team Go Eleven è il primo dei ducatisti e paga 84  millesimi dalla vetta.
I primi quattro fanno la differenza sul resto del gruppo ed il quarto tempo appartiene a Loris Baz, che accusa quasi sei decimi di ritardo dal leader e compagno di marca. Sulla pista di casa, il francese precede Alex Lowes, quinto con l'altra Kawasaki ufficiale. Alle sue spalle troviamo Tom Sykes, che sul bagnato sembra trovarsi a proprio agio. Il pilota BMW però è sesto e protagonista di una caduta nel finale di sessione, fortunatamente senza conseguenze.
Bisogna scorrere fino alla settima posizione per trovare il primo rivale in classifica di Jonathan Rea: Scott Redding è il primo pilota ad andare oltre il secondo di ritardo da Gerloff. Il pilota Ducati ufficiale fatica su un tracciato per lui nuovo. Arranca anche la Honda, che con Leon Haslam è solo ottava, mentre Alvaro Bautista è addirittura 18esimo. Chiudono la top 10 Eugene Laverty e Michael van der Mark, nono e decimo rispettivamente.
Chaz Davies continua a non mostrarsi particolarmente efficace ed è 11esimo. Come lui, faticano anche gli altri italiani: Federico Caricasulo è 16esimo, mentre Samuele Cavalieri chiude il gruppo ed è protagonista di una caduta senza conseguenze.

condividi
commenti
SBK, Magny-Cours, Libere 1: Jonathan Rea fa paura sul bagnato

Articolo precedente

SBK, Magny-Cours, Libere 1: Jonathan Rea fa paura sul bagnato

Articolo successivo

Supersport, Magny-Cours: Smith comanda le libere

Supersport, Magny-Cours: Smith comanda le libere
Carica i commenti