SBK, Magny-Cours, Gara2: tripletta Razgatlioglu, Rea schiantato!

Toprak Razgatlioglu conquista anche Gara 2 a Magny-Cours e batte Jonathan Rea, che si arrende allo strapotere del turco e chiude secondo. Scott Redding si riscatta e sale sul terzo gradino del podio. Andrea Locatelli è ancora quarto.

SBK, Magny-Cours, Gara2: tripletta Razgatlioglu, Rea schiantato!

In Gara 2 Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea replicano lo spettacolo visto nella Superpole Race e ancora una volta fanno la differenza sugli avversari in una tiratissima lotta per la vittoria. Il round di Magny-Cours si conclude con il trionfo di Toprak Razgatlioglu, che riesce ad avere la meglio sul pilota Kawasaki e conquista una splendida tripletta. Il turco è perfetto e batte il campione in carica in una delle sue piste talismano, incrementando il vantaggio in classifica e andando a +13 su Rea.

Se fino a pochi giri dal termine i due sono stati appaiati, scambiandosi sorpassi e carenate, nelle ultime fasi Razgatlioglu dà lo strappo e taglia il traguardo con quasi tre secondi di vantaggio su Rea. Il pilota Kawasaki si deve accontentare e lascia la Francia senza nemmeno una vittoria, una sconfitta che pesa soprattutto a livello mentale.

Chi invece lascia Magny-Cours con il sorriso è Scott Redding, che si riscatta dopo un weekend difficile e riesce a conquistare il podio in Gara 2. Il pilota Ducati, favorito sicuramente dalla posizione di partenza in seconda fila, conduce una gara in solitaria, non riuscendo a tenere il ritmo dei primi due. In lotta per la posizione di testa nei primi giri, pian piano perde terreno e passa sotto la bandiera a scacchi con un distacco di otto secondi e mezzo dal vincitore.

È abbonato alla quarta posizione Andrea Locatelli, autore di un solido fine settimana e ancora una volta ‘primo degli altri’. Il pilota Yamaha paga ben dieci secondi dal compagno di squadra, ma conclude il round di Magny-Cours ancora in crescita. Il bergamasco mantiene la calma nonostante un momento di brivido a metà gara, quando è in lotta con Michael van der Mark. I due si toccano all’uscita dell’ultima curva e, nel contatto, la moto di Locatelli si incastra sulla leva del freno dell’olandese, che rischia di cadere nel rettilineo, ma salva la caduta chiudendo però in ottava posizione.

Locatelli si difende poi per tutta la gara dagli attacchi di Chaz Davies, che nel finale si accoda e passa sotto la bandiera a scacchi in quinta posizione. Alle spalle del gallese del team Go Eleven si consuma la lotta tra futuri compagni di squadra: Alvaro Bautista ha la meglio su Michael Ruben Rinaldi. Lo spagnolo mette le ruote della sua Honda davanti a quelle del romagnolo e taglia il traguardo in sesta posizione, mentre il pilota Ducati è settimo. Chiudono la top 10 Garrett Gerloff e Tom Sykes, nono e decimo rispettivamente.

Gara da dimenticare per Alex Lowes, scivolato nei primi giri quando era in lotta per il podio. Il britannico getta alle ortiche anche Gara 2, dopo la scivolata della prima manche e il podio della Superpole Race. Sorride invece Axel Bassani, che è 11esimo con la Ducati del team Motocorsa. L’italiano si tiene alle spalle i due piloti di casa Christophe Ponsson e Lucas Mahias, con quest’ultimo finalmente in pista dopo aver saltato Gara 1 a causa delle conseguenze della caduta in Superpole.

Cla   # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco Ritirato Punti
1   54 Turkey Toprak Razgatlıoğlu Yamaha 21 34'09.849       25
2   1 United Kingdom Jonathan Rea Kawasaki 21 34'12.757 2.908 2.908   20
3   45 United Kingdom Scott Redding Ducati 21 34'18.255 8.406 5.498   16
4   55 Italy Andrea Locatelli Yamaha 21 34'20.178 10.329 1.923   13
5   7 United Kingdom Chaz Davies Ducati 21 34'20.583 10.734 0.405   11
6   19 Spain Alvaro Bautista Honda 21 34'21.316 11.467 0.733   10
7   21 Italy Michael Ruben Rinaldi Ducati 21 34'23.750 13.901 2.434   9
8   60 Netherlands Michael van der Mark BMW 21 34'25.489 15.640 1.739   8
9   31 United States Garrett Gerloff Yamaha 21 34'26.103 16.254 0.614   7
10   66 United Kingdom Tom Sykes BMW 21 34'30.760 20.911 4.657   6
11   47 Italy Axel Bassani Ducati 21 34'49.259 39.410 18.499   5
12   23 France Christophe Ponsson Yamaha 21 34'52.657 42.808 3.398   4
13   44 France Lucas Mahias Kawasaki 21 34'52.906 43.057 0.249   3
14   3 Japan Kohta Nozane Yamaha 21 34'53.955 44.106 1.049   2
15   53 Spain Tito Rabat Ducati 21 34'58.051 48.202 4.096   1
16   94 Germany Jonas Folger BMW 21 34'59.406 49.557 1.355    
17   36 Argentina Leandro Mercado Honda 21 35'01.830 51.981 2.424    
18   84 Belgium Loris Cresson Kawasaki 21 35'17.541 1'07.692 15.711    
  dnf 91 United Kingdom Leon Haslam Honda 4 17 laps     Incidente  
  dnf 22 United Kingdom Alex Lowes Kawasaki 1 20 laps     Incidente
condividi
commenti
SSP, Magny-Cours, Gara 2: la prima di Gonzalez, paura Bernardi
Articolo precedente

SSP, Magny-Cours, Gara 2: la prima di Gonzalez, paura Bernardi

Articolo successivo

Clamoroso! Razgatlioglu penalizzato, Rea vince la Superpole Race!

Clamoroso! Razgatlioglu penalizzato, Rea vince la Superpole Race!
Carica i commenti