SBK, Jerez, Libere 3: ancora Razgatlioglu, ma Rea lo insidia

Toprak Razgatlioglu firma il miglior crono della terza sessione di prove libere del round di Jerez. Il leader del mondiale è seguito a ruota da Jonathan Rea, secondo a meno di due decimi. Yamaha in forma con Andrea Locatelli terzo. Scott Redding e Michael Ruben Rinaldi inseguono in quarta e quinta posizione rispettivamente.

SBK, Jerez, Libere 3: ancora Razgatlioglu, ma Rea lo insidia

Il sabato mattina di Jerez inizia nel segno di Toprak Razgatlioglu, che non si accontenta di essere leader del mondiale, ma detta il passo anche nella terza sessione di prove libere. Il pilota Yamaha firma il miglior crono dell’ultimo turno e si presenta alla Superpole da dominatore della combinata. Non sarà però tutto facile per il turco, ancora una volta insidiato da Jonathan Rea.

La lotta fra i due è costante anche nelle sessioni di libere e i contendenti al titolo sono separati da 188 millesimi. Sarà dunque interessante vedere la battaglia per ottenere il miglior piazzamento sulla griglia di partenza. Nella mattinata andalusa appare comunque molto in forma la Yamaha, che piazza due moto nelle prime tre posizioni: Andrea Locatelli si mostra efficace e resta al comando della classifica dei tempi, fino a chiudere poi con il terzo crono, a tre decimi dal compagno di squadra.

In questa terza sessione di prove libere restano invece più attardate le Ducati: la prima è quella di Scott Redding, che si ferma in quarta posizione e paga un distacco già più importante dalla vetta. Il britannico supera il mezzo secondo di ritardo e precede il compagno di squadra. Michael Ruben Rinaldi, apparso in ottima forma nella giornata del venerdì, inizia la mattina a rilento ed è quinto a quasi sette decimi da Razgatlioglu.

I due portacolori ufficiali sono seguiti da un’altra Ducati, quella di Loris Baz. Il francese, tornato in Superbike per sostituire l’infortunato Chaz Davies, porta la Panigale V4R del team Go Eleven in sesta posizione, un ottimo balzo in avanti rispetto alle posizioni di rincalzo della giornata di venerdì. Tuttavia il ritardo è importante, quasi otto decimi. Alle spalle di Baz troviamo Alex Lowes, alle prese con un polso destro fratturato e affaticato. Il pilota Kawasaki è settimo a 847 millesimi della vetta.

Garrett Gerloff è il terzo dei piloti Yamaha e chiude la terza sessione di libere in ottava posizione, mentre ai margini della top 10 troviamo le due Honda: Alvaro Bautista e Leon Haslam sono nono e decimo rispettivamente. I due restano più indietro rispetto al venerdì, in cui avevano mostrato una grande efficacia anche sul giro secco. Molto attardate invece le BMW, la prima delle quali è quella di Michael van der Mark, 12esimo alle spalle di Axel Bassani, 11esimo. Eugene Laverty, in pista per sostituire l’infortunato Tom Sykes, non va oltre il 18esimo tempo.

Da segnalare l’assenza di Lucas Mahias, che nella mattinata di sabato è stato dichiarato unfit e conclude in anticipo il suo round di Jerez. Il francese ha riportato una lesione al polso sinistro nell’incidente occorso a Barcellona la scorsa settimana con Chaz Davies ed è stato costretto a fermarsi questo weekend.

Cla # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 54 Turkey Toprak Razgatlıoğlu Yamaha 12 1'39.461     160.090
2 1 United Kingdom Jonathan Rea Kawasaki 13 1'39.649 0.188 0.188 159.788
3 55 Italy Andrea Locatelli Yamaha 15 1'39.774 0.313 0.125 159.588
4 45 United Kingdom Scott Redding Ducati 14 1'39.997 0.536 0.223 159.232
5 21 Italy Michael Ruben Rinaldi Ducati 15 1'40.152 0.691 0.155 158.986
6 11 France Loris Baz Ducati 13 1'40.254 0.793 0.102 158.824
7 22 United Kingdom Alex Lowes Kawasaki 15 1'40.308 0.847 0.054 158.739
8 31 United States Garrett Gerloff Yamaha 15 1'40.354 0.893 0.046 158.666
9 19 Spain Alvaro Bautista Honda 12 1'40.491 1.030 0.137 158.450
10 91 United Kingdom Leon Haslam Honda 13 1'40.562 1.101 0.071 158.338
11 47 Italy Axel Bassani Ducati 15 1'40.791 1.330 0.229 157.978
12 60 Netherlands Michael van der Mark BMW 14 1'40.901 1.440 0.110 157.806
13 3 Japan Kohta Nozane Yamaha 15 1'40.901 1.440 0.000 157.806
14 94 Germany Jonas Folger BMW 13 1'41.059 1.598 0.158 157.559
15 32 Spain Isaac Viñales Kawasaki 11 1'41.070 1.609 0.011 157.542
16 17 Germany Marvin Fritz Yamaha 14 1'41.108 1.647 0.038 157.483
17 36 Argentina Leandro Mercado Honda 13 1'41.397 1.936 0.289 157.034
18 50 Ireland Eugene Laverty BMW 13 1'41.739 2.278 0.342 156.506
19 23 France Christophe Ponsson Yamaha 15 1'41.812 2.351 0.073 156.394
20 7 Italy Andrea Mantovani Kawasaki 15 1'42.106 2.645 0.294 155.943
21 76 Italy Samuele Cavalieri Ducati 14 1'42.359 2.898 0.253 155.558
22 84 Belgium Loris Cresson Kawasaki 15 1'42.465 3.004 0.106 155.397
23 83 Australia Lachlan Epis Kawasaki 13 1'43.317 3.856 0.852 154.115
condividi
commenti
SBK: confermata l'Indonesia, ma slitta di una settimana
Articolo precedente

SBK: confermata l'Indonesia, ma slitta di una settimana

Articolo successivo

SBK, Jerez, Superpole: magico Razgatlioglu beffa il duo Kawasaki

SBK, Jerez, Superpole: magico Razgatlioglu beffa il duo Kawasaki
Carica i commenti