SBK, Estoril: Rea trionfa in Gara 2, Redding cade

Jonathan Rea vince anche Gara 2 e consolida il primato in classifica generale, approfittando anche della clamorosa caduta di Scott Redding, scivolato quando era secondo. Chaz Davies sale sul podio in seconda posizione e precede Toprak Razgatlioglu, terzo nonostante una penalità. Caduto anche Michael Ruben Rinaldi.

SBK, Estoril: Rea trionfa in Gara 2, Redding cade

Penalità, colpi di scena e incognite hanno caratterizzato la gara conclusiva del weekend dell’Estoril. Tutto questo però non ferma Jonathan Rea, che trionfa conquistando il secondo successo del weekend e il quarto stagionale. Con la vittoria di Gara 2, il campione del mondo in carica consolida il primato nella classifica generale, approfittando della caduta di Scott Redding, finito a terra quando era proprio all’inseguimento del pilota Kawasaki.

Con Redding assente dalle prime due posizioni, ne approfitta Chaz Davies, in difficoltà il sabato ma in grande forma in questa Gara 2: il gallese porta la Ducati del team Go Eleven sul secondo gradino del podio, passando sotto la bandiera a scacchi con quasi tre secondi di ritardo dal vincitore ma con l’orgoglio di essere il primo dei piloti di Borgo Panigale e conquistando il suo primo podio stagionale.

Ottima terza posizione anche per Toprak Razgatlioglu, che si dimostra uno dei grandi contendenti al titolo. Il turco è autore di una partenza anticipata e incappa in ben due long lap penalty. Nonostante la penalità, il pilota Yamaha riesce non solo a limitare i danni, ma anche a salire sul podio, balzando così in seconda posizione nella classifica generale, a 35 lunghezze da Rea.

Finisce dunque con un bilancio negativo il weekend di Scott Redding, la cui Gara 2 era partita benissimo ma è finita cercando di limitare i danni. Il britannico si era portato al comando nelle fasi iniziali, riuscendo a contenere gli attacchi degli avversari, ma era stato poi raggiunto da Rea, che ha sferrato l’attacco per la prima posizione. Nel tentativo di restare attaccato alla ZX-10RR del connazionale, Redding ha perso l’anteriore finendo a terra. Rientrato in pista in 16esima posizione, passa sotto la bandiera a scacchi 14esimo e porta a casa solamente due punti.

Gara da dimenticare per il team Aruba.it Racing – Ducati, che vede finire nella ghiaia il weekend portoghese di Michael Ruben Rinaldi: il romagnolo viene centrato al secondo giro da Garrett Gerloff e termina con largo anticipo la sua seconda manche. Finale amaro per il pilota Ducati, che fino a quel momento era in lotta per la vittoria e occupava la terza posizione. Rinaldi aveva infatti sopravanzato Rea nelle fasi iniziali ed era a caccia dei primi due, insidiato però dallo statunitense. Il pilota GRT però ha perso il controllo della sua R1, centrando Rinaldi e finendo sotto investigazione da parte della Direzione Gara.

Ai piedi del podio troviamo Alex Lowes, meno incisivo in questa Gara 2 e quarto a ben 12 secondi dal compagno di squadra e vincitore della gara. Il pilota Kawasaki precede un ottimo Andrea Locatelli, che con un guizzo passa sotto la bandiera a scacchi in quinta posizione e ottiene così il suo miglior risultato stagionale nel suo anno d’esordio in Superbike. Il portacolori Yamaha si tiene alle spalle Michale van der Mark, sesto e primo dei piloti BMW.

Alvaro Bautista limita i danni di un weekend difficile e taglia il traguardo in settima posizione e si inserisce tra i due portacolori del team ufficiale BMW, Tom Sykes è infatti ottavo. Chiudono la top 10 Eugene Laverty e Tito Rabat, nono e decimo rispettivamente. Axel Bassani è 11esimo e davanti all’altra Honda di Leon Haslam, solo 12esimo.

Cla   # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco Ritirato Punti
1   1 United Kingdom Jonathan Rea Kawasaki 21 LEAD       25
2   7 United Kingdom Chaz Davies Ducati 21 2.787 2.787 2.787   20
3   54 Turkey Toprak Razgatlıoğlu Yamaha 21 9.484 9.484 6.697   16
4   22 United Kingdom Alex Lowes Kawasaki 21 12.401 12.401 2.917   13
5   55 Italy Andrea Locatelli Yamaha 21 14.011 14.011 1.610   11
6   60 Netherlands Michael van der Mark BMW 21 15.189 15.189 1.178   10
7   19 Spain Alvaro Bautista Honda 21 15.899 15.899 0.710   9
8   66 United Kingdom Tom Sykes BMW 21 21.628 21.628 5.729   8
9   50 Ireland Eugene Laverty BMW 21 23.257 23.257 1.629   7
10   53 Spain Tito Rabat Ducati 21 25.344 25.344 2.087   6
11   47 Italy Axel Bassani Ducati 21 26.525 26.525 1.181   5
12   91 United Kingdom Leon Haslam Honda 21 28.227 28.227 1.702   4
13   3 Japan Kohta Nozane Yamaha 21 29.878 29.878 1.651   3
14   45 United Kingdom Scott Redding Ducati 21 38.162 38.162 8.284   2
15   44 France Lucas Mahias Kawasaki 21 38.911 38.911 0.749   1
16   32 Spain Isaac Viñales Kawasaki 21 39.128 39.128 0.217    
17   23 France Christophe Ponsson Yamaha 21          
18   84 Belgium Loris Cresson Kawasaki 21          
  dnf 76 Italy Samuele Cavalieri Kawasaki 0       Ritirato  
  dnf 94 Germany Jonas Folger BMW 0       Ritirato  
  dnf 21 Italy Michael Ruben Rinaldi Ducati 0       Ritirato  
  dnf 31 United States Garrett Gerloff Yamaha 0       Ritirato
condividi
commenti
SSP, Estoril: Aegerter vince Gara 2, clamoroso Odendaal ultimo
Articolo precedente

SSP, Estoril: Aegerter vince Gara 2, clamoroso Odendaal ultimo

Articolo successivo

Redding penalizzato in Gara 2: “Sono arrabbiato con me stesso”

Redding penalizzato in Gara 2: “Sono arrabbiato con me stesso”
Carica i commenti