SBK, Estoril, Libere 1: Razgatlioglu stratosferico comanda su Rea

Toprak Razgatlioglu si porta in testa nel finale delle FP1 a Estoril infliggendo quasi sei decimi a Jonathan Rea, secondo. Alex Lowes è terzo con l’altra Kawasaki. Scott Redding chiude con il quarto crono, mentre Michael Ruben Rinaldi è solo decimo.

SBK, Estoril, Libere 1: Razgatlioglu stratosferico comanda su Rea

Pronti, via! Subito dopo il round di Aragon, la Superbike si è recata a Estoril, dove disputa questo weekend il secondo round della stagione. Sotto il sole portoghese è andata in scena la prima sessione di prove libere, che si è conclusa nel segno di Toprak Razgatlioglu, autore di un crono stratosferico nel finale di turno. Il pilota Yamaha fa la differenza sugli inseguitori, primo fra tutti Jonathan Rea, secondo.

Razgatlioglu ferma il cronometro sull’1’36”920, l’unico a scendere sotto il muro del 37. Il turco infligge quasi sei decimi a Rea, secondo con una Kawasaki apparsa più nervosa e meno stabile rispetto alla R1 numero 54. È proprio Toprak a fare la voce grossa difendendo i colori Yamaha e mettendosi alle spalle anche i più favoriti. In terza posizione troviamo l’altra Kawasaki, quella di Alex Lowes che in questa mattinata portoghese conferma il suo ottimo stato di forma pur pagano 684 millesimi dalla vetta.

La prima delle Ducati è quella di Scott Redding, che manda in archivio il primo turno di libere con il quarto tempo. L’alfiere Aruba.it Racing – Ducati accusa un ritardo di poco più di sette decimi da Razgatlioglu, ma il tempo del turco fa decisamente la differenza in questo momento. Redding è infatti molto vicino al suo diretto rivale in classifica Rea. Chi invece è più attardato è Michael Ruben Rinaldi. Il romagnolo inizia il weekend portoghese in sordina, non riuscendo ad andare oltre il decimo tempo finale e pagando 1.3 secondi di ritardo.

Sorride invece BMW: Eugene Laverty inizia il round dell’Estoril con il piede giusto e porta la sua M1000RR-R in quinta piazza, subito dietro a Redding. L’irlandese è il primo degli indipendenti e primo dei piloti della Casa tedesca. Sembra però che la nuova moto sia nata sotto una buona stella, perché anche Jonas Folger e Tom Sykes agguantano subito la top 10: il tedesco è settimo, mentre il veterano britannico è nono. Ha invece qualche problema in più Michael van der Mark, che non va oltre il 14esimo crono, ma completa solo 4 giri per un problema alla sua moto.

Nelle prime dieci posizioni troviamo ancora una volta Chaz Davies, che con il team Go Eleven sembra rinvigorito e si piazza in sesta piazza, tra i due piloti BMW. Mattinata soddisfacente per gli indipendenti, che si confermano competitivi: anche Garrett Gerloff tira fuori gli artigli e firma l’ottavo crono. L’altra Yamaha ufficiale, quella di Andrea Locatelli, è invece più attardata e il rookie non va oltre il 13esimo tempo.

Inizia in salita il weekend di Honda, che non vede alcun pilota in top 10: Leon Haslam è il primo dei piloti della Casa giapponese ed è solo 12esimo, mentre Alvaro Bautista è 14esimo e protagonista di una caduta alla Curva 7 nel finale di turno, fortunatamente senza conseguenze.

Cla # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 54 Turkey Toprak Razgatlıoğlu Yamaha 16 1'36.920     170.565
2 1 United Kingdom Jonathan Rea Kawasaki 20 1'37.501 0.581 0.581 169.549
3 22 United Kingdom Alex Lowes Kawasaki 19 1'37.604 0.684 0.103 169.370
4 45 United Kingdom Scott Redding Ducati 22 1'37.624 0.704 0.020 169.335
5 50 Ireland Eugene Laverty BMW 20 1'37.853 0.933 0.229 168.939
6 7 United Kingdom Chaz Davies Ducati 20 1'37.896 0.976 0.043 168.864
7 94 Germany Jonas Folger BMW 15 1'37.941 1.021 0.045 168.787
8 31 United States Garrett Gerloff Yamaha 16 1'38.074 1.154 0.133 168.558
9 66 United Kingdom Tom Sykes BMW 16 1'38.170 1.250 0.096 168.393
10 21 Italy Michael Ruben Rinaldi Ducati 16 1'38.246 1.326 0.076 168.263
11 53 Spain Tito Rabat Ducati 21 1'38.469 1.549 0.223 167.882
12 91 United Kingdom Leon Haslam Honda 15 1'38.510 1.590 0.041 167.812
13 55 Italy Andrea Locatelli Yamaha 17 1'38.666 1.746 0.156 167.547
14 19 Spain Alvaro Bautista Honda 7 1'38.672 1.752 0.006 167.536
15 47 Italy Axel Bassani Ducati 19 1'38.932 2.012 0.260 167.096
16 60 Netherlands Michael van der Mark BMW 4 1'39.303 2.383 0.371 166.472
17 32 Spain Isaac Viñales Kawasaki 15 1'39.522 2.602 0.219 166.105
18 3 Japan Kohta Nozane Yamaha 20 1'39.607 2.687 0.085 165.964
19 23 France Christophe Ponsson Yamaha 19 1'39.755 2.835 0.148 165.718
20 44 France Lucas Mahias Kawasaki 14 1'39.756 2.836 0.001 165.716
21 76 Italy Samuele Cavalieri Kawasaki 17 1'42.358 5.438 2.602 161.503
22 84 Belgium Loris Cresson Kawasaki 8 1'42.879 5.959 0.521 160.685
condividi
commenti
Kawasaki punta a confermarsi leader ad Estoril
Articolo precedente

Kawasaki punta a confermarsi leader ad Estoril

Articolo successivo

SBK, Estoril, Libere 2: Razgatlioglu di un soffio su Redding

SBK, Estoril, Libere 2: Razgatlioglu di un soffio su Redding
Carica i commenti