SBK: Ducati, si riparte da Aragon con grandi ambizioni

Scott Redding e Michael Ruben Rinaldi arrivano ad Aragon per iniziare la nuova stagione del mondiale Superbike. I piloti Ducati sono determinati a far bene, forti dei test invernali svolti sulla pista spagnola, da cui hanno tratto beneficio.

SBK: Ducati, si riparte da Aragon con grandi ambizioni

Il Circuito di Motorland Aragon sarà teatro del round di apertura della stagione 2021 del Mondiale Superbike. Sulla pista spagnola avrà dunque fine il lungo inverno delle derivate di serie, che torneranno a darsi battaglia questo fine settimana. Proprio ad Aragon Ducati ha svolto gran parte dei test invernali in preparazione al nuovo campionato e il team ufficiale arriva più determinato che mai a partire con il piede giusto.

Scott Redding comincerà la sua seconda stagione da pilota Superbike, con una consapevolezza e un’esperienza maggiore rispetto allo scorso anno, in cui era ancora alla scoperta del campionato per lui nuovo. Nel 2020 era riuscito a portare la lotta al titolo fino all’ultima gara e anche quest’anno l’obiettivo è sempre quello di finire davanti a tutti e fermare lo strapotere di Jonathan Rea, suo più grande rivale.

“È il momento che stiamo aspettando da tempo – afferma Redding alla vigilia del primo round della stagione – Abbiamo lavorato molto in questi mesi e non vedo l’ora di poter scendere in pista. Quello di Aragon probabilmente non è il mio circuito preferito ma abbiamo dimostrato durante i test di poter essere competitivi. Nella passata stagione ho fatto tanta esperienza, ho conosciuto nuovi circuiti, ho imparato a comprendere le gomme, ho familiarizzato con il format della Superbike e questo potrà essere molto utile per dare la caccia al titolo mondiale”.

Leggi anche:

Anche Michael Ruben Rinaldi arriva ad Aragon carico e determinato a fare del suo meglio, forte del fatto che proprio su questa pista lo scorso anno ha conquistato la sua prima vittoria in carriera. Il pilota romagnolo sarà al debutto con la Panigale V4R del team ufficiale e, anche nel suo caso, l’obiettivo è di lottare per il titolo.

“Arriviamo ad Aragon con grande entusiasmo – dichiara Rinaldi – È un nuovo campionato, molto particolare, con una lunga pausa invernale in cui abbiamo avuto molto tempo per lavorare, per adattarmi alla moto e conoscere la squadra. Sarà la prima gara per tutti e dovremo lavorare bene fin da venerdì. Sono molto sereno perché il Motorland è una pista che si adatta molto bene sia al mio stile di guida che alla moto. La chiave sarà rimanere tranquilli per il week end e cercare di raccogliere i migliori risultati possibili. Non vedo l’ora di entrare in pista venerdì”.  

condividi
commenti
Rea, ad Aragon per raggiungere il successo numero 100
Articolo precedente

Rea, ad Aragon per raggiungere il successo numero 100

Articolo successivo

Bautista: “Volevo aiutare in MotoGP, ma HRC vuole vincere in SBK”

Bautista: “Volevo aiutare in MotoGP, ma HRC vuole vincere in SBK”
Carica i commenti