SBK, Donington, Libere 3: sul bagnato Rea guida l’1-2 Kawasaki

Su pista bagnata, è Jonathan Rea a firmare il miglior tempo, davanti al compagno di squadra Alex Lowes. Sotto la pioggia, Kawasaki si impone monopolizzando le prime due posizioni. Segue Leon Haslam, ottimo terzo davanti a Tom Sykes. Razgatlioglu è solo ottavo, mentre la prima Ducati è di Bassani, sesto. Attardati i due ufficiali, Redding è dodicesimo con caduta, Rinaldi sedicesimo.

SBK, Donington, Libere 3: sul bagnato Rea guida l’1-2 Kawasaki

Il Circuito di Donington ha accolto i piloti della Superbike con una pioggia scrosciante, che ha costretto a disputare la terza sessione di prove libere su pista bagnata. In queste condizioni, chiaramente i tempi non sono migliorati rispetto alla giornata di ieri, ma il miglior tempo del turno è quello di Jonathan Rea, che si conferma più veloce in entrambe le condizioni.

Il pilota Kawasaki ferma il cronometro sull’1’41”433, a dimostrazione di quanto siano cambiate le condizioni della pista questa mattina. Ma sotto la pioggia Kawasaki sembra la moto da battere e firma una doppietta grazie al tempo di Alex Lowes. Il compagno di squadra di Rea chiude la sessione con il secondo tempo, ma paga ben un secondo di ritardo dal vicino di box. Il campione in carica è infatti l’unico ad essere sceso sotto il 42, staccando tutti gli altri.

Sotto l’acqua emerge Leon Haslam, che sulla pista di casa firma il terzo crono di quest’ultima sessione di libere. Si tratta della miglior sessione della stagione per il pilota Honda, che nel weekend di Donington però sembra essere partito con il piede giusto. ‘Pocket Rocket’ si ferma a 1.2 secondi da Rea e precede un altrettanto in forma Tom Sykes. Il portacolori BMW continua a mostrarsi in forma sul tracciato di casa e chiude il turno con il quarto tempo, pur pagando un ritardo di quasi due secondi dalla vetta. Sykes è protagonista di una scivolata alla Curva 8 nelle fasi iniziali, ma riesce comunque ad essere davanti anche ai più favoriti.

Favoriti che in questa sessione sono rimasti più attardati: Toprak Razgatlioglu infatti non va oltre l’ottavo tempo e accusa un ritardo da Rea di ben 3.8 secondi. La prima Yamaha nella classifica dei tempi è quella di Garrett Gerloff, che rimane in quinta posizione a due secondi e mezzo dalla vetta. La Casa di Iwata riesce comunque a piazzare tutte e tre le moto (Nozane è unfit per il resto del weekend) nella top 10, grazie al decimo tempo di Andrea Locatelli.

In condizioni di bagnato soffre di più Ducati, il cui primo rappresentante è, a sorpresa, Axel Bassani. Il più giovane pilota della griglia porta la Panigale V4R in sesta posizione e si ferma davanti a Chaz Davies. Il gallese del team Go Eleven riesce a sfruttare la quattro cilindri sotto l’acqua e chiude la terza sessione in settima posizione, davanti anche a Razgatlioglu. Ad ogni modo il ritardo di Davies dalla vetta è di quasi quattro secondi.

I due portacolori ufficiali invece ben fuori dalle prime dieci posizioni. Scott Redding archivia l’ultimo turno di libere del weekend con un 12esimo tempo e mette a segno la prima caduta del fine settimana. Il britannico perde il controllo della sua Panigale V4R alla Curva 11, finendo nella ghiaia ma senza riportare alcuna conseguenza fisica, fortunatamente. Più opaco è il crono di Michael Ruben Rinaldi, che non va oltre la 16esima posizione e paga un ritardo importante, ben 6.8 secondi dal leader.

Cla # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 1 United Kingdom Jonathan Rea Kawasaki 9 1'41.433     142.781
2 22 United Kingdom Alex Lowes Kawasaki 11 1'42.614 1.181 1.181 141.138
3 91 United Kingdom Leon Haslam Honda 12 1'42.721 1.288 0.107 140.991
4 66 United Kingdom Tom Sykes BMW 12 1'43.335 1.902 0.614 140.153
5 31 United States Garrett Gerloff Yamaha 9 1'43.971 2.538 0.636 139.296
6 47 Italy Axel Bassani Ducati 12 1'44.584 3.151 0.613 138.480
7 7 United Kingdom Chaz Davies Ducati 5 1'45.223 3.790 0.639 137.639
8 54 Turkey Toprak Razgatlıoğlu Yamaha 11 1'45.274 3.841 0.051 137.572
9 19 Spain Alvaro Bautista Honda 13 1'45.336 3.903 0.062 137.491
10 55 Italy Andrea Locatelli Yamaha 13 1'45.373 3.940 0.037 137.443
11 60 Netherlands Michael van der Mark BMW 12 1'45.973 4.540 0.600 136.664
12 45 United Kingdom Scott Redding Ducati 7 1'47.003 5.570 1.030 135.349
13 44 France Lucas Mahias Kawasaki 10 1'47.324 5.891 0.321 134.944
14 32 Spain Isaac Viñales Kawasaki 12 1'47.579 6.146 0.255 134.624
15 12 United Kingdom Luke Mossey   9 1'47.762 6.329 0.183 134.396
16 21 Italy Michael Ruben Rinaldi Ducati 13 1'48.238 6.805 0.476 133.805
17 50 Ireland Eugene Laverty BMW 14 1'48.314 6.881 0.076 133.711
18 53 Spain Tito Rabat Ducati 12 1'49.002 7.569 0.688 132.867
19 94 Germany Jonas Folger BMW 9 1'49.059 7.626 0.057 132.797
20 23 France Christophe Ponsson Yamaha 13 1'49.965 8.532 0.906 131.703
21 84 Belgium Loris Cresson Kawasaki 12 1'51.191 9.758 1.226 130.251
22 3 Japan Kohta Nozane Yamaha 0      
condividi
commenti
Redding: “Ci manca costanza, ma possiamo lottare per il podio”
Articolo precedente

Redding: “Ci manca costanza, ma possiamo lottare per il podio”

Articolo successivo

SBK: Rea inesorabile, prima Superpole a Donington. Sorpresa BMW

SBK: Rea inesorabile, prima Superpole a Donington. Sorpresa BMW
Carica i commenti