SBK, Donington, Libere 1: si riparte da Rea, quarto Rinaldi

Jonathan Rea si prende il miglior crono della prima sessione di prove libere del Round di Donington e beffa Toprak Razgatlioglu, primo nel finale ma poi privato del tempo. Terzo tempo per Tom Sykes, mentre la prima Ducati è quella di Michael Ruben Rinaldi, quarto. Redding è sesto.

SBK, Donington, Libere 1: si riparte da Rea, quarto Rinaldi

Il sole e il caldo della Romagna hanno lasciato spazio al fresco e al grigio della Gran Bretagna, dove la Superbike è scesa in pista per la prima sessione di prove libere. Sullo storico circuito di Donington è iniziato così il quarto round della stagione e il primo turno porta la firma di Jonathan Rea, che impone subito il ritmo beffando il diretto rivale in classifica Toprak Razgatlioglu. 

Il pilota Kawasaki ferma il cronometro sull’1’27”841, ristabilendo subito le gerarchie. Il turco, fresco di annuncio di rinnovo con Yamaha per i prossimi due anni, si porta al comando beffando nel finale Jonathan Rea, ma gli viene cancellato il tempo e resta così in seconda posizione, a 264 millesimi dall'avversario. 

La prima sessione appare già molto combattuta e vediamo infatti ben tre costruttori diversi nelle prime tre posizioni: Tom Sykes porta la sua BMW al terzo posto, restando a tre decimi dalla vetta. per il britannico, padrone di Donington dove qui ha vinto ben sette gare, scivola nelle fasi iniziali di turno, ma rientra in pista e fa la voce grossa, riuscendo a concludere la sua miglior sessione da inizio stagione. 

Per trovare la prima Ducati dobbiamo scorrere fino alla quarta piazza, dove si posiziona Michael Ruben Rinaldi. Il vincitore di Misano paga un ritardo già più importante da Rea, ben sette decimi. Tempi molto distanziati infatti in questa mattinata inglese, con Rea l'unico in grado di scendere sotto il muro del 28 e il quarto a oltre mezzo secondo. 

Rinaldi precede Garrett Gerloff, quinto. Lo statunitense, reduce dal GP d‘Olanda ad Assen dove ha sostituito l’infortunato Franco Morbidelli, continua a mostrare una grande forma, pur pagando ben oltre otto decimi dal leader al termine di questa prima sessione di prove libere, ma è il primo dei piloti indipendenti.

Gerloff si trova 'circondato' dalle Ducati. Il pilota GRT Yamaha si trova alle spalle di Rinaldi, ma precede Scott Redding, sesto. Il portacolori Aruba.it Racing – Ducati affronta per la prima volta il circuito di Donington da pilota Superbike, avendo corso qui nel BSB, ma mai con il mondiale delle derivate di serie. Redding accusa un distacco da Rea di 973 millesimi.  

Il crono di Redding lo fa restare al momento lontano dalla vetta, un distacco già più importante rispetto al suo vicino di box e dei suoi rivali in classifica. Alle spalle del britannico troviamo la prima delle Honda, quella di Leon Haslam. Sulla pista di casa, il britannico vola e porta la sua Fireblade in settima posizione, pur pagando un ritardo di quasi nove decimi da Razgatlioglu.

Resta molto attardato Alex Lowes, che non va oltre l’ottavo crono ed è il primo pilota a superare il secondo di ritardo dal leader del turno. Chiudono la top 10 Michael van der Mark e Chaz Davies, nono e decimo rispettivamente. L’olandese agguanta le prime dieci posizioni per un soffio, dopo un inizio in salita che lo ha visto andare lungo durante il primo dei suoi giri lanciati. L'alfiere Go Eleven accusa poco più di un secondo di ritardo dal dominatore della Kawasaki. 

Restano fuori dai primi dieci Andrea Locatelli, 13esimo, e Alvaro Bautista, 14esimo. I due faticano maggiormente a tenere il passo dei rispettivi compagni di squadra. Sessione difficile per Kohta Nozane, reduce da un infortunio alla mano nei test di Navarra di due settimane fa. Il giapponese della Yamaha è penultimo, davanti a Eugene Laverty, che chiude il gruppo dopo aver completato solamente un giro.

la # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 1 United Kingdom Jonathan Rea Kawasaki 17 1'27.841     164.875
2 54 Turkey Toprak Razgatlıoğlu Yamaha 14 1'28.105 0.264 0.264 164.381
3 66 United Kingdom Tom Sykes BMW 17 1'28.202 0.361 0.097 164.200
4 21 Italy Michael Ruben Rinaldi Ducati 21 1'28.560 0.719 0.358 163.536
5 31 United States Garrett Gerloff Yamaha 20 1'28.681 0.840 0.121 163.313
6 45 United Kingdom Scott Redding Ducati 24 1'28.814 0.973 0.133 163.068
7 91 United Kingdom Leon Haslam Honda 14 1'28.843 1.002 0.029 163.015
8 22 United Kingdom Alex Lowes Kawasaki 18 1'29.028 1.187 0.185 162.676
9 60 Netherlands Michael van der Mark BMW 20 1'29.104 1.263 0.076 162.538
10 7 United Kingdom Chaz Davies Ducati 15 1'29.172 1.331 0.068 162.414
11 44 France Lucas Mahias Kawasaki 14 1'29.505 1.664 0.333 161.809
12 47 Italy Axel Bassani Ducati 18 1'29.607 1.766 0.102 161.625
13 55 Italy Andrea Locatelli Yamaha 22 1'29.746 1.905 0.139 161.375
14 19 Spain Alvaro Bautista Honda 18 1'29.932 2.091 0.186 161.041
15 94 Germany Jonas Folger BMW 19 1'30.077 2.236 0.145 160.782
16 53 Spain Tito Rabat Ducati 23 1'30.157 2.316 0.080 160.639
17 12 United Kingdom Luke Mossey   18 1'30.953 3.112 0.796 159.233
18 23 France Christophe Ponsson Yamaha 20 1'31.579 3.738 0.626 158.145
19 32 Spain Isaac Viñales Kawasaki 20 1'31.880 4.039 0.301 157.627
20 84 Belgium Loris Cresson Kawasaki 21 1'32.033 4.192 0.153 157.365
21 3 Japan Kohta Nozane Yamaha 4 1'35.209 7.368 3.176 152.115
22 50 Ireland Eugene Laverty BMW 1      
condividi
commenti
Razgatlioglu snobba la MotoGP: rinnova con Yamaha in SBK fino al 2023!
Articolo precedente

Razgatlioglu snobba la MotoGP: rinnova con Yamaha in SBK fino al 2023!

Articolo successivo

SBK, Donington, Libere 2: zampata di Gerloff, Rea insegue

SBK, Donington, Libere 2: zampata di Gerloff, Rea insegue
Carica i commenti