SBK: cancellata Imola. Follia Misano, slitta a novembre

L’inizio del mondiale SBK slitta ancora, il round di Imola è stato cancellato, mentre Misano è stato spostato a novembre, tra il malcontento generale. Posticipata anche Aragon, spostata da maggio ad agosto.

SBK: cancellata Imola. Follia Misano, slitta a novembre

Non c’è pace per il motorsport, che continua a subire modifiche nei propri calendari. Dorna ha annunciato nuovi slittamenti e cancellazioni del Mondiale Superbike ed a farne le spese è stavolta il round di Imola. Uno degli appuntamenti più attesi della stagione è stato ufficialmente cancellato e non verrà recuperato se anche la stagione 2020 dovesse partire.

L’altro appuntamento sulla nostra penisola invece sembra salvo. Il round di Misano, inizialmente programmato per il fine settimana del 14 giugno, verrà posticipato nel weekend dell’8 novembre, creando però molti dubbi sull’effettiva possibilità di correre in condizioni climatiche non ottimali.  

Anche il round di Aragón viene spostato, per un calendario che ad oggi appare completamente stravolto rispetto all’originaria programmazione. La tappa spagnola infatti è stata riprogrammata per fine agosto, mentre era inizialmente prevista per metà maggio.

Con queste ultime modifiche, il mondiale ripartirebbe a luglio con il round di Donington, per poi proseguire in Germania. L’appuntamento conclusivo del mondiale sarebbe dunque proprio Misano, con una data che però sta suscitando numerosi malcontenti.

Gregorio Lavilla, Direttore Esecutivo Aree Sport e Organizzazione WorldSBK, esprime il proprio dispiacere per la cancellazione del round di Imola: “È con grande rammarico che abbiamo dovuto annunciare l'annullamento del Round di Imola a causa del perdurare della situazione legata alla diffusione del COVID-19. Il calendario a oggi prevede molti appuntamenti e inoltre abbiamo anche dovuto considerare le condizioni meteo che potremmo incontrare più avanti nel corso dell’anno: per queste ragioni abbiamo convenuto insieme al circuito che la decisione migliore da prendere fosse quella di annullare il Round previsto per questo 2020”.

“Nonostante ciò, stiamo già lavorando intensamente per pianificare un evento ancora più grande per i prossimi anni all'Autodromo e, con grande anticipo, posso dire che non vediamo già l'ora che il nostro paddock torni in questa sede storica nel 2021”.

Anche Uberto Selvatico Estense, Presidente Formula Imola, non nasconde la tristezza nel dover cancellare la tappa del Santerno: “C’è profonda amarezza per la sofferta decisione, e lo dico non solo come Presidente della società che gestisce l’Autodromo, ma soprattutto come grande appassionato di motori che aspetta ogni anno il round di Imola con l’entusiasmo di un ragazzino. Dall’altra parte c’è la consapevolezza che sia stata fatta la scelta giusta, per tutelare al massimo la salute di pubblico e addetti ai lavori, aspetto principale oltre ogni argomento economico e/o sportivo”.

“Ma da ottimista metto da parte velocemente il dispiacere per dare spazio alla idea di un 2021 che ci rimborsi emotivamente e oggettivamente delle attuali sofferenze e con DWO stiamo quindi già valutando la pianificazione di un round italiano della SBK nel 2021 e mi auguro anche per i successivi tre anni. L’entusiasmo e la voglia di ripartire non dovrà mai mancarci in questi mesi, che saranno fondamentali per una rinascita non solo dell’Italia ma anche del motorsport nel nostro Paese. Siamo pronti e determinati a rimetterci in pista con maggiore forza e volontà, per non disperdere un patrimonio di storia e imprese sportive di cui l’Autodromo di Imola è sempre stato protagonista e prezioso custode”.

condividi
commenti
Dorna: “Correre è la priorità. Cancellazione ultima spiaggia”

Articolo precedente

Dorna: “Correre è la priorità. Cancellazione ultima spiaggia”

Articolo successivo

Report SBK: l'Italia paga il prezzo del COVID-19

 Report SBK: l'Italia paga il prezzo del COVID-19
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie WSBK
Autore Lorenza D'Adderio