SBK | Camier: “Impressionante il primo test di Lecuona e Vierge con Honda”

Leon Camier, team manager HRC, fa un bilancio dei tre giorni di test a Jerez de la Frontera, in cui per la prima volta abbiamo visto in azione Iker Lecuona e Xavi Vierge. I due debuttanti in Superbike hanno completato un test in maniera positiva, nonostante un lieve infortunio di Lecuona durante la seconda giornata.

SBK | Camier: “Impressionante il primo test di Lecuona e Vierge con Honda”

Il 2022 di Honda è iniziato a Jerez de la Frontera con tre giorni di test che hanno visto impegnati i due piloti per la prima volta in sella alla CBR1000RR-R. La line-up è totalmente rinnovata e HRC riparte da Iker Lecuona e Xavi Vierge, al debutto in Superbike che hanno già iniziato il lavoro con la Casa dell’ala dorata. Una frattura al mignolo destro per Lecuona ha interrotto il suo programma di test e lo ha costretto a fermarsi l’ultimo giorno, ma il bilancio della squadra nel complesso è positivo.

I test di Jerez non avevano dei tempi ufficiali, ma il crono di cui si disponeva ha dato ragione ai piloti Honda, che non erano troppo lontani dalla vetta nonostante questa fosse la prima uscita con la Fireblade. Certo, si tratta di un test in cui non erano presenti altri team, ad eccezione di Kawasaki e BMW. Pertanto i veri riscontri si avranno in quelli ufficiali. Tuttavia, c’è soddisfazione all’interno del team Honda, che ha già iniziato a impostare il lavoro per arrivare pronti al 2022.

Leggi anche:

Leon Camier, team manager HRC Superbike, fa un bilancio dei tre giorni di test a Jerez e si ritiene piuttosto contento: “In sostanza siamo partiti bene e sia Iker sia Xavi si sono adattati molto velocemente alla moto e al team, si capisce che sono estremamente motivati. I tempi sul giro sono stati buoni sin da subito, ma non era il nostro obiettivo, quindi non spingevamo per questo. Si trattava più di capire la moto, le gomme e i cambiamenti che abbiamo fatto, relativi all’elettronica nella sua fase iniziale. I loro commenti sono stati in linea con quello che già sapevamo della moto, e questo è stato impressionante se pensiamo che era il loro primo test”.

“Abbiamo utilizzato la nostra moto attuale – prosegue – così hanno potuto capire il setup di base e quello che abbiamo ora. In questo modo saranno in grado di valutare gli aggiornamenti che porteremo il prossimo anno. Le condizioni sono state molto buone durante tutto il test, anche se Iker ha perso l’ultima giorno è riuscito a trascorrere diverso tempo in pista e ha già completato molto lavoro. Ovviamente avremo bisogno di passare più tempo in pista con entrambi i piloti, in modo da far fare loro esperienza. Si tratta di un processo di apprendimento, ma fino ad ora tutto sta andando molto bene”.

condividi
commenti
SBK | Rea: "Test impegnativo, ma positivo"
Articolo precedente

SBK | Rea: "Test impegnativo, ma positivo"

Articolo successivo

Denning: “Yamaha, stagione SBK super. Abbiamo vinto tutto!”

Denning: “Yamaha, stagione SBK super. Abbiamo vinto tutto!”
Carica i commenti