SBK: Barni ufficializza l'ingaggio biennale di Luca Bernardi

La rivelazione della Supersport 2021 farà il suo esordio nel Mondiale Superbike nella prossima stagione con la squadra di Marco Barnabò, che gli ha fatto firmare un contratto biennale e gli metterà a disposizione una Ducati Panigale V4 che godrà del supporto di Borgo Panigale.

SBK: Barni ufficializza l'ingaggio biennale di Luca Bernardi

E' stato la grande rivelazione del Mondiale Supersport 2021 ed entrerà in Superbike iscrivendosi subito al libro dei record: questa mattina il Barni Racing Team ha annunciato che sarà Luca Bernardi a difendere i suoi colori nel 2022 e nel 2023, con il sammarinese diventerà il primo pilota del terzo millennio a correre nel Mondiale SBK, essendo nato il 29 agosto 2001.

La scorsa settimana vi avevamo anticipato dell'accordo tra la squadra di Marco Barnabò e il talento emergente, che purtroppo è stato costretto a chiudere anzitempo la sua stagione 2021 a causa di un incidente avvenuto nella tappa di Magny-Cours, nella quale aveva rimediato la frattura della vertebra T12, che lo aveva anche obbligato a sottoporsi ad un intervento chirurgico.

Fino a quel momento però il suo ruolino di marcia era stato decisamente interessante: all'esordio nel Mondiale, da campione in carica del CIV, è stato capace di salire sul podio in cinque occasioni in sella alla Yamaha del CM Racing, firmando anche una pole position proprio nel round di Magny-Cours.

Leggi anche:

Ora lo attende il passaggio alla classe regina delle derivate di serie ed il salto sulla Ducati Panigale V4, ma Luca sembra davvero impaziente di cominciare questa nuova avventura.

"Correre in Superbike è un sogno che diventa realtà. Ho deciso di accettare l’offerta del Barni Racing Team dato che hanno dimostrato di credere nella mia crescita più di chiunque altro. Marco Barnabò mi è stato accanto dopo la caduta di Magny-Cours e ha deciso di puntare su di me nonostante quanto successo", ha detto Bernardi.

"Voglio ringraziarlo per questa opportunità e proverò ad adattarmi velocemente alla moto tentando di essere competitivo il prima possibile. Non vedo l’ora di conoscere il team e di lavorare con loro molto presto", ha aggiunto.

Anche il team principal Barnabò non ha nascosto il suo entusiasmo per l'accordo: "Seguo Luca da inizio stagione e le sue prestazioni mi hanno impressionato dai primi Round. La sua crescita è stata costante ma anche molto rapida. Nel World Supersport è andato immediatamente forte, perfino su piste che non conosceva e questo mi ha convinto a investire su di lui".

"Nei prossimi due anni vogliamo dargli l’opportunità con i tempi giusti di dimostrare il suo valore e il nostro team investirà fornendogli una moto con le stesse componenti del team ufficiale Ducati", ha concluso.

Tito Rabat, Barni Racing Team

Tito Rabat, Barni Racing Team

Photo by: Barni Racing Team

condividi
commenti
SBK: Tom Sykes deve saltare anche il round in Argentina
Articolo precedente

SBK: Tom Sykes deve saltare anche il round in Argentina

Articolo successivo

Supersport: CM Racing assente a Villicum

Supersport: CM Racing assente a Villicum
Carica i commenti