SBK, Barcellona, Libere 3: Rea si conferma al top sul bagnato

Jonathan Rea firma il miglior crono anche nella terza sessione di prove libere a Barcellona, disputate su pista bagnata. Yamaha si conferma competitiva con Michael van der Mark secondo e Loris Baz terzo. Chaz Davies è quarto, mentre Scott Redding è decimo.

condividi
commenti
SBK, Barcellona, Libere 3: Rea si conferma al top sul bagnato

Il Circuito di Barcellona accoglie i piloti della Superbike per disputare la terza sessione di prove libere su pista ancora bagnata, dopo la pioggia di venerdì pomeriggio. Nell’ultimo turno che precede la lotta alla Superpole, è ancora Jonathan Rea a farla da padrone, andando a mettersi al comando della classifica dei tempi ed arrivando alla qualifica da favorito, confermando di avere il miglior passo su asfalto bagnato.

Il campione del mondo in carica ferma il cronometro sull’1’55”975, infliggendo un gap piuttosto importante al primo degli inseguitori: in seconda posizione troviamo infatti Michael van der Mark che accusa quattro decimi e mezzo di distacco, pur confermando le buone prestazioni di Yamaha sulla pista catalana. L’olandese precede Loris Baz, che torna a farsi vedere nelle prime posizioni e stampa il terzo crono del turno, a sei decimi dalla vetta.

La prima Ducati è stavolta quella di Chaz Davies, che completa un buon giro e chiude la terza sessione di libere con il quarto tempo, pur pagando poco più di otto decimi da Rea. La Panigale V4 R è più attardata sul tracciato del Montmelo ed infatti l’altra moto ufficiale è solamente decima. Scott Redding infatti chiude la top 10 con quasi due secondi di distacco dal diretto rivale in classifica e dominatore della sessione.

Sotto l’acqua troviamo Garrett Gerloff, quinto con la Yamaha del team GRT davanti ad Alex Lowes, che archivia l’ultimo turno con il sesto crono ed è il primo pilota ad andare oltre il secondo di distacco da Rea, compagno di squadra. Honda conferma le buone sensazioni anche nella terza sessione, portando entrambe le moto in top 10: Alvaro Bautista è settimo nonostante una caduta senza conseguenze alla Curva 4. Lo spagnolo precede Leon Haslam, ottavo, mentre Tom Sykes è nono con la BMW.

Nella classifica dei tempi mancano sicuramente due protagonisti, che in condizioni di bagnato hanno preferito non prendere rischi: Toprak Razgatlioglu è accreditato dell’ultimo crono, mentre Michael Ruben Rinaldi non completa il 107% della sessione e non firma alcun tempo cronometrato. Anche gli altri italiani sono più attardati, Samuele Cavalieri è 15esimo, mentre Federico Caricasulo è 17esimo. Alle sue spalle troviamo Lorenzo Zanetti, in pista questo fine settimana per sostituire l’infortunato Leandro Mercado, dichiarato unfit.

SSP, Barcellona: Mahias su tutti nelle libere

Articolo precedente

SSP, Barcellona: Mahias su tutti nelle libere

Articolo successivo

SBK, Barcellona: stratosferica Superpole di Rea

SBK, Barcellona: stratosferica Superpole di Rea
Carica i commenti