SBK, Barcellona, Gara 2: Rinaldi vince in fuga, paura per Sykes

Michael Ruben Rinaldi trionfa in Gara 2 a Barcellona davanti a Toprak Razgatlioglu, che con la seconda posizione torna leader del mondiale. Completa il podio Scott Redding, terzo. Grandi difficoltà per Jonathan Rea, solo sesto.

SBK, Barcellona, Gara 2: Rinaldi vince in fuga, paura per Sykes

La domenica di Barcellona è stata caratterizzata da bandiere rosse, che hanno spezzato il ritmo delle due gare della Superbike. Come la Superpole Race, anche Gara 2 è stata interrotta nelle fasi iniziali a causa di un pauroso incidente avvenuto fra Lucas Mahias e Tom Sykes, con quest’ultimo rimasto a terra. Soccorso a bordo pista, è stato portato al Centro Medico prima e all’ospedale poi, per ulteriori esami. Il pilota BMW è sempre rimasto cosciente, rimediando solo una commozione cerebrale.  

Una volta accertate le buone condizioni di Sykes, Gara 2 riparte e si conclude nel segno di Michael Ruben Rinaldi, che dà filo da torcere a Toprak Razgatlioglu nelle prime fasi per poi dare lo strappo a pochi giri dal termine. Il romagnolo regala a Ducati la seconda vittoria del weekend (dopo quella di Redding in Gara 1) e lo fa passando sulla linea del traguardo con ben 3 secondi di vantaggio sul pilota Yamaha e ritrova il successo dopo Misano.

Razgatlioglu non trova alcuna affermazione in questo fine settimana catalano, chiudendo con il secondo posto nella seconda manche, ma il risultato gli basta per tornare leader della classifica. Il pilota Yamaha ha un solo punto di vantaggio su Jonathan Rea e lascia la catalogna in prima posizione nella generale. Il turco approfitta delle grandi difficoltà del campione del mondo in carica, che non va oltre la sesta posizione finale. Molto pericoloso nelle prime fasi, perde terreno con il passare dei giri e passa sotto la bandiera a scacchi con un distacco di quasi otto secondi dal vincitore.

È grande festa in casa Ducati, con Scott Redding che sale sul terzo gradino del podio e completa un fine settimana solido per la Casa di Borgo Panigale. Il britannico prova a insidiare la seconda posizione di Razgatlioglu all’ultimo giro, ma la velocità non basta per sopravanzare il turco. Redding però lotta duramente per tutta la gara e vola negli ultimi giri, in cui riesce a contenere gli attacchi di un arrembante Alvaro Bautista.

Lo spagnolo, fresco del podio nella Superpole Race, cerca la conferma in Gara 2 ma trova una quarta posizione dopo un grande duello con il suo sostituto in Ducati, che poi tornerà a sostituire dal prossimo anno. I due accendono la lotta per la quarta piazza e permettono ad Andrea Locatelli di rientrare nella battaglia. Il pilota Yamaha si accoda ai due e passa sotto la bandiera a scacchi in quinta posizione dopo un bellissimo sorpasso su Jonathan Rea, sesto come detto.

Garrett Gerloff è settimo e miglior pilota indipendente. Il pilota GRT precede Axel Bassani, meno efficace in questa Gara 2 ma conferma una grande solidità con l’ottava posizione finale. Chiudono la top 10 Michael van der Mark e Kohta Nozane, nono e decimo rispettivamente. Da segnalare l’assenza di Alex Lowes, recatosi al centro medico per dei controlli a causa di una caduta alle prime curve della ‘prima’ Gara 2, in cui sono stati coinvolti anche Epis e Folger. Alla ripartenza, il britannico ha deciso di non prendere parte alla seconda manche per svolgere ulteriori esami.

Cla   # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco Ritirato Punti
1   21 Italy Michael Ruben Rinaldi Ducati 19 -       25
2   54 Turkey Toprak Razgatlıoğlu Yamaha 19 3.030 3.030 3.030   20
3   45 United Kingdom Scott Redding Ducati 19 3.207 3.207 0.177   16
4   19 Spain Alvaro Bautista Honda 19 3.415 3.415 0.208   13
5   55 Italy Andrea Locatelli Yamaha 19 4.306 4.306 0.891   11
6   1 United Kingdom Jonathan Rea Kawasaki 19 7.733 7.733 3.427   10
7   31 United States Garrett Gerloff Yamaha 19 11.098 11.098 3.365   9
8   47 Italy Axel Bassani Ducati 19 14.227 14.227 3.129   8
9   60 Netherlands Michael van der Mark BMW 19 15.679 15.679 1.452   7
10   3 Japan Kohta Nozane Yamaha 19 17.429 17.429 1.750   6
11   91 United Kingdom Leon Haslam Honda 19 21.211 21.211 3.782   5
12   76 Italy Samuele Cavalieri Ducati 19 26.533 26.533 5.322   4
13   23 France Christophe Ponsson Yamaha 19 27.637 27.637 1.104   3
14   36 Argentina Leandro Mercado Honda 19 33.201 33.201 5.564   2
15   32 Spain Isaac Viñales Kawasaki 19 33.282 33.282 0.081   1
16   94 Germany Jonas Folger BMW 19 36.090 36.090 2.808    
  dnf 84 Belgium Loris Cresson Kawasaki 0       Ritirato  
  dnf 83 Australia Lachlan Epis Kawasaki 0       Ritirato  
  dnf 44 France Lucas Mahias Kawasaki 0       Ritirato  
  dnf 22 United Kingdom Alex Lowes Kawasaki 0       Ritirato  
  dnf 66 United Kingdom Tom Sykes BMW 0       Ritirato
condividi
commenti
SSP, Barcellona, Gara 2: Gonzalez beffa De Rosa in volata

Articolo precedente

SSP, Barcellona, Gara 2: Gonzalez beffa De Rosa in volata

Articolo successivo

Rinaldi: “Sapevo che oggi sarebbe stata la mia giornata”

Rinaldi: “Sapevo che oggi sarebbe stata la mia giornata”
Carica i commenti