SBK, Barcellona: Rea piega Toprak in una Superpole Race folle

Jonathan Rea vince una Superpole Race interrotta da una bandiera rossa per l'incidente fra Lucas Mahias e Chaz Davies. Toprak Razgatlioglu è secondo e precede Alvaro Bautista, terzo con la Honda. Gara da dimenticare per Scott Redding, solo quindiecesimo.

SBK, Barcellona: Rea piega Toprak in una Superpole Race folle

La Superpole Race apre come di consueto la domenica di gare del mondiale Superbike e, nei dieci giri interrotti da una bandiera rossa a causa di un incidente fra Chaz Davies e Lucas Mahias, è Jonathan Rea a spuntarla piegando Toprak Razgatlioglu alla bandiera a scacchi. Il pilota Kawasaki mantiene la leadership con 9 punti di vantaggio sul turco ma i due danno spettacolo in una gara dove non serve andare in gestione.

Nella prima fase, è Razgatlioglu a dettare il ritmo, fino a quando la Direzione Gara non espone la bandiera rossa per l’incidente occorso fra Lucas Mahias e Chaz Davies. Il gallese del team Go Eleven viene portato al centro medico in barella e non si schiera in griglia per la ripartenza. Al nuovo scattare del semaforo, è ancora duello Rea-Razgatlioglu, che si danno battaglia da subito e accendono una lotta senza sconti.

Alle spalle dei primi due, che come al solito fanno la differenza, troviamo Alvaro Bautista. Grande soddisfazione per lo spagnolo, che conquista il suo primo podio stagionale con la Honda e nei primi giri riesce anche a combattere con Rea e Razgatlioglu. Bautista paga poco più di due secondi, ma agguanta una terza posizione approfittando delle difficoltà di Scott Redding.

Il pilota Ducati, in lotta per la vittoria nella prima parte e pronto a ripetersi alla ripartenza, ma un contatto gli fa perdere posizioni e deve rifare tutto. Redding poi viene coinvolto in un incidente con Andrea Locatelli e Kohta Nozane. I due piloti Yamaha finiscono fuori dalla gara, mentre il britannico del team Aruba.it Racing – Ducati riesce a proseguire ma taglia il traguardo in 15esima posizione.

Ai piedi del podio c’è Alex Lowes, che con la Kawasaki precede Michael Ruben Rinaldi, quinto e miglior pilota Ducati. Il romagnolo passa sotto la bandiera a scacchi davanti ad Axel Bassani, che si conferma in ottima forma anche questa mattina.

La Honda festeggia il podio con Bautista e vanta entrambe le moto in top 10, con Leon Haslam settimo davanti a Garrett Gerloff. Chiudono il gruppo dei primi dieci Christophe Ponsson e Leandro Mercado, nono e decimo rispettivamente.

Domenica mattina da dimenticare per i piloti BMW, che si autoeliminano dopo poche curve nella prima fase. Michael van der Mark perde il controllo della sua M 1000RR-R e coinvolge nella scivolata Tom Sykes. I due finiscono a terra e perdono l’occasione di poter lottare, rientrando ai box e non riuscendo a ritornare in pista per la ripartenza dopo la bandiera rossa.

condividi
commenti
Supersport pronta ad aggiungere nuovi modelli dal 2022
Articolo precedente

Supersport pronta ad aggiungere nuovi modelli dal 2022

Articolo successivo

SBK, tegola Davies: weekend finito, va in ospedale

SBK, tegola Davies: weekend finito, va in ospedale
Carica i commenti