SBK, Assen: Rea fa 13 in Gara 1! Redding secondo beffa Toprak

In una Gara 1 interrotta a due giri dal termine per la caduta di Folger, trionfa Jonathan Rea, che conquista il 13esimo successo ad Assen diventando il più vincente di sempre in Olanda. Scott Redding è secondo e beffa Toprak Razgatlioglu, che si accontenta della terza posizione.

SBK, Assen: Rea fa 13 in Gara 1! Redding secondo beffa Toprak

Se Jonathan Rea sente odore di record, non si fa sfuggire l’occasione e in Gara 1 è riuscito a batterne un altro: scattato dalla pole, il pilota Kawasaki ha conquistato il 13esimo successo ad Assen, diventando così il più vincente di sempre su un singolo tracciato e superando Carl Fogarty nella lista dei record. Il campione in carica tiene a bada gli attacchi di Scott Redding e Toprak Razgatlioglu, infuocati e molto aggressivi, ma accodati in seconda e terza posizione rispettivamente.

La lotta per il podio è stata però interrotta a due giri dal termine a causa di una bandiera rossa esposta per la caduta di Jonas Folger, scivolato tra la curva 6 e 7 e portato al centro medico per un controllo. Difficile per i due inseguitori agguantare il leader, distante ormai tre secondi. Però i due sono arrivati a quello che è stato definito come termine della gara staccati di un decimo tra loro.

Con il successo di Assen, Rea torna leader del campionato con cinque punti di vantaggio sul pilota Yamaha, che si è dovuto accontentare della terza posizione finale a causa di una gomma posteriore ormai troppo consumata. Il turco però non ha reso la vita facile né a Redding né a Rea, mettendosi in testa alla gara soprattutto nelle fasi iniziali e insidiando quella che però è stata la prima posizione del pilota Kawasaki.

Nonostante la brutta partenza, Redding è riuscito a tenere il passo dei primi due, prendendo ritmo pian piano. Il pilota Ducati si è poi fatto aggressivo sui rivali, battendo Razgatlioglu e salendo sul secondo gradino del podio. In questo modo prova il rilancio in chiave iridata. Gara invece da dimenticare per il suo compagno di squadra Michael Ruben Rinaldi, caduto alla Curva 8 al secondo giro quando era in lotta per il podio. Per il romagnolo il riscatto dopo le difficoltà di Donington è dunque rimandato.

Se BMW ha trattenuto il fiato con l’incidente di Folger, sorride grazie a Michael van der Mark, che sulla pista di casa ha esaltato il suo pubblico ottenendo un’ottima quarta posizione in sella alla 10000 RR-R. L’olandese è stato anche il più veloce in alcune fasi della gara L’altra BMW ufficiale, quella di Tom Sykes, ha tagliato il traguardo in settima posizione.

Tra i piloti BMW si inseriscono i due portacolori Yamaha, autori di una solida prestazione: Andrea Locatelli è stato autore della sua miglior gara, chiudendo in quinta posizione, il suo miglior risultato al debutto ad Assen come pilota Superbike. Alle sue spalle si è piazzato Garrett Gerloff, scattato dal fondo della griglia e autore di una grande rimonta che lo ha portato in sesta posizione al termine di Gara 1.

Si riscatta anche Chaz Davies, che chiude la gara in nona posizione, dopo essere partito dalle retrovie e aver accusato qualche difficoltà di troppo. Il gallese del team Go Eleven rimane dietro a Leon Haslam, primo e unico dei piloti ufficiali Honda al traguardo: il britannico è ottavo, mentre Alvaro bautista è caduto alla Curva 8 durante il primo giro. Festeggia il compleanno con una top 10 Axel Bassani, autore di una buona gara che ha chiuso in decima posizione.

Cla   # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco Ritirato Punti
1   1 United Kingdom Jonathan Rea Kawasaki 19 30'48.682       25
2   45 United Kingdom Scott Redding Ducati 19 30'51.775 3.093 3.093   20
3   54 Turkey Toprak Razgatlıoğlu Yamaha 19 30'51.896 3.214 0.121   16
4   60 Netherlands Michael van der Mark BMW 19 30'53.160 4.478 1.264   13
5   55 Italy Andrea Locatelli Yamaha 19 30'54.821 6.139 1.661   11
6   31 United States Garrett Gerloff Yamaha 19 30'56.583 7.901 1.762   10
7   66 United Kingdom Tom Sykes BMW 19 30'59.864 11.182 3.281   9
8   91 United Kingdom Leon Haslam Honda 19 31'03.627 14.945 3.763   8
9   7 United Kingdom Chaz Davies Ducati 19 31'07.726 19.044 4.099   7
10   47 Italy Axel Bassani Ducati 19 31'07.913 19.231 0.187   6
11   32 Spain Isaac Viñales Kawasaki 19 31'21.926 33.244 14.013   5
12   36 Argentina Leandro Mercado Honda 19 31'22.144 33.462 0.218   4
13   84 Belgium Loris Cresson Kawasaki 18 1 lap       3
14   9 Italy Andrea Mantovani Kawasaki 18 1 lap       2
  dnf 94 Germany Jonas Folger BMW 18 1 lap     Incidente  
  dnf 53 Spain Tito Rabat Ducati 16 3 laps     Ritirato  
  dnf 3 Japan Kohta Nozane Yamaha 12 7 laps     Incidente  
  dnf 44 France Lucas Mahias Kawasaki 12 7 laps     Incidente  
  dnf 21 Italy Michael Ruben Rinaldi Ducati 2 17 laps     Incidente  
  dnf 22 United Kingdom Alex Lowes Kawasaki 2 17 laps     Incidente  
  dnf 19 Spain Alvaro Bautista Honda 1 18 laps     Incidente
condividi
commenti
SBK, Assen: Superpole di Rea su Razgatlioglu, Redding terzo

Articolo precedente

SBK, Assen: Superpole di Rea su Razgatlioglu, Redding terzo

Articolo successivo

SSP, Assen, Gara 1: Aegerter vince e consolida il primato

SSP, Assen, Gara 1: Aegerter vince e consolida il primato
Carica i commenti